Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie catartiche


Scritta da: Gabriele Ceci
in Poesie (Poesie catartiche)

Sfuggo

Nel ricordarti affogo
come dentro l'acqua
a tratti non respiro
e urlo dove nessuno può sentirmi il tuo nome
per avere un tiepido sfogo malato
una asmatica scarica

Urlo dove nessuno può sentirmi
il tuo nome
e ripenso ai giorni belli andati
con le nostre connessioni
i nostri giochi di potere
con le illusioni a pascolare

Come dentro l'acqua annego
annaspo affogo
a tratti mi domando
se non fossi stato io

Nel ricordarti sfuggo
alla tiepida illusione di rimandar pensiero
a altrui dimora e concentrarmi
su qualche cosa di banale

le banane le banane.
Composta mercoledì 9 dicembre 2020
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: alessandro82
    in Poesie (Poesie catartiche)
    Potrò non arrivare a dirlo
    dimenticarlo
    perderlo nel tempo
    non riuscire a ricomporlo
    confonderlo tra realtà e follia
    neanche
    immaginarlo
    crederlo mio
    pensarlo assente
    consumarlo
    non capirlo
    eppure quell'amore
    non si può cambiare
    vive a prescindere
    da nota si fa' musica
    non previsto lontano anni luce
    si crea spazio nella storia
    e ci rimane.
    Vota la poesia: Commenta