Scritta da: Elisabetta Sciò
in Poesie (Poesie catartiche)

Lacrima

L'eterna lacrima si espande come un velo di schiffon, ad ingannare il pensiero: distratto errante guerriero, per far sì che tutto appaia sbiadito... mentre il cuore esonda...
Delicate mani l'amato volto sfiorano
e l'eterna lacrima si espande,
via, lontano obnubila la mente che invano ragiona...
mentre il cuore avvolge il tuo mite pianto.
Composta mercoledì 28 febbraio 2018
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di