Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie catartiche


Scritta da: Luigi Di Pasquale
in Poesie (Poesie catartiche)

Luna di Amsterdam

Ero colei che appesa a un filo
galleggiava foglie di luci
strette sull'acqua
cercando albe da imitare...
ero colei che amavano
amanti stretti
sulle panche di primavera,
ero l'irraggiunto
e il sogno che anelano
speranzosi deserti umani,
liberi di raggiungermi però
sorridendo col pensiero.
Composta sabato 15 aprile 2017
Vota la poesia: Commenta
    in Poesie (Poesie catartiche)

    Maschera di cartapesta

    L'arroganza, la mancanza mi fanno uscir di testa
    e mi allontanano dalla gente in festa,
    cosa guardi, uomo, non sai che ognuno ha il proprio portamento?
    Come dici? Io sarei strambo?
    Se non ti spiace, io della mia persona sarei contento
    è per questo che ballo il mambo
    e della mia felicità mi libero il grembo,
    non fissarmi, io non ho la maschera di cartapesta!

    L'arroganza, la mancanza mi fanno uscir di testa
    e mi allontanano dalla gente in festa,
    se manchi tu, si spegne la mia passione
    e il sole non raggiunge i miei occhi più,
    e le mie rime non trovano più padrone
    e mi sembrerà di prendere un tè amaro giù da belzebù,
    piuttosto che su da te per un bel tiramisù,
    ma tu sei qui con me, che bello, posso riposar la testa.
    Composta sabato 27 maggio 2017
    Vota la poesia: Commenta