Scritta da: Mauro Lo Sole
in Poesie (Poesie d'amore)

Non vivrei

Non vivrei
senza te,
non vivrei
senza averti.

Ti amerei
senza conoscerti,
io vorrei
solo te.

Sfiderei il mondo per vederti,
il mare per amarti,
il destino per trovarti,
troverei solo te.

Non vivrei
senza te,
non vivrei
senza amarti,
sognerei
solo te,
sognerei
gli occhi tuoi.

Non vivrei
senza te,
mi mancheresti,
senza incontrarti,
non vivrei
senza amarti,
se tu non mi amerai,
se tu non mi amerai.

E se mi dirai di si,
sfiderò il mondo per vederti,
il mare per amarti,
il destino per incontrarti.

E quando mi sveglierò dal sogno,
tu sarai accanto a me,
e mi amerai,
mi amerai,
tu mi amerai.

Prigioniero
del tuo amore,
libererò il mio cuore,
solo per te.

Come il Sole,
tu sei la vita,
tu sei l'Amore,
che fa tremare il cuore,
solo per me.

Non vivrei
senza te,
ti amerei,
senza conoscerti,
io vorrei
solo te.

E se mi dirai di si,
sfiderò il mondo per vederti,
il mare per amarti,
il destino per incontrarti.

E quando mi sveglierò dal sogno,
tu sarai accanto a me,
e mi amerai, mi amerai,
tu mi amerai.
Prigioniero del tuo amore,
libererò il mio cuore,
solo per te.

Come il sole,
tu sei la vita,
tu sei l'amore,
che fa tremare il cuore
solo per me.

Non vivrei
senza te,
ti amerei,
senza conoscerti,
io vorrei
solo te,
non vivrei
Senza te.
Composta domenica 7 agosto 2016
Vota la poesia: Commenta
    in Poesie (Poesie d'amore)

    Notte senza stelle

    Notte,
    nessuna stella.

    Lo spettacolo sei tu.

    Così semplicemente.

    Disarmante sconvolgimento,
    cambi il punto,
    banale ovvietà
    sarà.

    Momento
    un attimo denso
    scorre senza tempo.

    Un mondo
    dipinto così
    davanti a me
    semplice da far male
    facile come l'amare.

    Luce nei mie occhi.

    Tutto cambia.

    Con te
    il mare sa di miele
    il tempo è un docile pettirosso
    nella gabbia dei sogni mai fatti
    il cuore scrive e dipinge
    pagine su pagine di noi.
    Canta il cielo
    si specchia negli occhi tuoi,
    pittura i confini del tuo infinito splendore
    scrive
    di tutto quello che ora è
    un momento banale
    momento che,
    tu qui di fronte a me
    non so più spiegare.

    Momento che
    io amo te
    e nulla più normale è.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Walter Girardi
      in Poesie (Poesie d'amore)
      Tu, il Sole.
      Sei arrivata nelle vastità polare della mia anima.
      Al calore dei tuoi occhi, si sciolgono, le distese di ghiaccio che ho nel cuore.
      Intere fredde pareti, si sgretolano ad un tuo sorriso.
      Verdi praterie hanno preso il posto di quel glaciale, bianco nulla.
      Rifioriscono i sentimenti, risbocciano le emozioni.
      Composta domenica 22 luglio 2018
      Vota la poesia: Commenta
        in Poesie (Poesie d'amore)

        Su una stinta panchina

        Su una stinta panchina ove soli
        da tanto sostiamo in attesa di morire
        lo sognammo a lungo
        e dolcemente una compagna
        loquace che venisse a sedersi vicino
        e ci prendesse la mano nel saluto.
        Amara e dura è la solitudine
        oh sopraggiunta ammaliatrice!
        Sai, la beffarda appostata veglia
        non si lascia sviare e intrigante
        ci fa domande sul nostro futuro!
        Mi alzeranno in volo le tue parole
        se fervide si posano sul petto
        sereno concluderò il mio viaggio
        tra i fiori prossimi di una primavera
        che viene a cancellare i postumi
        di un uggioso inverno piovoso
        denso di assenze e fitto di nebbie.
        Fatti più vicina, su accostati
        avvinciti gioiosa alla mia vita
        riscaldami e ricuci i miei strappi.
        Da rovine e macerie affettive
        portami nel lussuoso centro
        della tua anima imbellettata
        ancor fluiscano acque argentate
        nel greto arso del mio destino
        e fruttifichino su rive
        abbandonate dovizie prelibate;
        fammi compagnia e rinasca
        su labbra senili un sorriso:
        da un cobalto cielo ruba
        una stella che pulsi per noi due!
        Attraversami feconda onda solare
        disperdi la torma di ombre rapaci
        che mi volteggiano intorno:
        batta il cuore sotto il tuo tepore
        si specchi poi nei tuoi occhi verdi
        nell'altitudine di una speme risorta!
        Composta giovedì 12 luglio 2018
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di