Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Luca Aceti

Nato giovedì 3 ottobre 1985 (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Luca Aceti

La mia ancora

Danza scalzo questo umore e devo un po' adattarmi,
viaggio e inciampo di continuo sui pensieri scialbi,
stanco io di assecondarli,
stanchi loro di aspettarmi.
Questa nave ormai salpata già da troppe ore,
ma la mia ancora è ben salda e resta in fondo al cuore,
è lei ancora che mi scalda ed io ci infondo amore.
Luca Aceti
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Luca Aceti
    Stento a dormire,
    so che mi mancherai perché non potrò pensarti.
    Mi rallegra la speranza di sognarti,
    per trovare luce anche nel buio più profondo,
    quando tutto è fermo,
    tutto è spento,
    tranne le stelle che brillano nel cielo;
    come i tuoi occhi splendono,
    parlano di noi.
    Poi il sole mi sveglia e il sogno è realtà,
    ci sei tu accanto a me,
    un nuovo tempo vive di noi.
    Luca Aceti
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Luca Aceti

      Gocce in cielo

      Penso a te e ti rivedo in un sorriso,
      per strada, colori intrecciati, tracce di limpido, splendido, come l'immenso di un dipinto ancora fresco, che poi diventa unico, arte, che non ha un posto stabile, ma vive di emozioni, di attimi...

      Lo vedi che, siamo gocce in cielo, cadiamo vicini, per poi unirci al suolo,
      lo vedi che, c'è sempre un modo, per ritrovare noi stessi e risentirci in volo.

      Gelosa di una foto, di un hashtag che ti porta, dove io non so, dove non arriva, il rumore del mio pianto, in questi giorni inutili; così ripenso a te e in un angolo mi trovo ad aspettare, impaziente di riviverti e poterti riabbracciare e di nuovo i nostri baci e di nuovo il nostro amore e poi chissà...

      Lo vedi che, siamo gocce in cielo, cadiamo vicini, per poi unirci al suolo,
      lo vedi che, c'è sempre un modo, per ritrovare noi stessi e risentirci in volo.
      Luca Aceti
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Luca Aceti

        Tiffany

        Di malelingue e maldicenze, ne cogliessimo i giusti effetti, ovvero nulli.
        Tiffany è bianca come il candore della neve, lieve e pallida passeggia allegramente.
        Gialla è l'invidia nel veder tale candore e non capir quel che serve ad un germoglio per sbocciare.
        Verdi sono i prati che da cornice vegliano il suo cammino vago e libertino.
        Viola è il suo vestito che riflette nella notte, in basso la luna opaca in una pozza, quando umide le strade e gente fuori poca ormai. Solo randagi gatti, s'avvicinano a lei.
        E il mattino azzurro, con aria fresca e vivace, spinge colei che di per sé una meta non ha, ma che trova spontanea gioia e voglia d'imparar.
        Volar non si può che con la mente e la forza che essa dà. Rinforza dì per dì, consapevolezza e virtù, di libertà e semplicità.
        Luca Aceti
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Luca Aceti

          Il tuo sorriso

          Guardare il tuo sorriso
          è come vedere un cielo azzurro in una giornata di primavera.
          Poi vengo abbagliato dal sole,
          ed è per via di quei tuoi occhietti vispi e luccicanti, che incrociano il mio sguardo.
          Trasmetti un'ondata d'allegria,
          come se, in quel cielo,
          ci fossero anche gli uccellini che cinguettano.
          Luca Aceti
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Luca Aceti

            Per te

            Sei bella come un fiore appena nato,
            che giace in un prato mai calpestato,
            circondato da un mondo inesplorato,
            il quale aspetta lì, sempre in agguato,
            pronto a colpire un uomo disarmato.
            Occhi aperti, sempre, in ogni momento,
            per non far sì d'essere portata via dal vento.
            Voglio vederti sorridente e felice,
            qualunque sia il cielo a far da cornice.
            Se i tuoi occhi un giorno piangeranno,
            sarò lì, le mie braccia ti consoleranno.
            Luca Aceti
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Luca Aceti

              La poesia dei colori

              Questa è la poesia dei colori,
              con un po' di magia, rispecchia i valori.

              Grigio, vola lontano, io non indugio.
              Arancio, stai tranquillo, io mi arrangio.
              Verde, trovi sempre, chi si perde.
              Giallo, assai spavaldo, sembri un gallo.
              Rosso, sei tremendo, molla l'osso!
              Oro, curiosamente attratto, da ogni tesoro.
              Viola, molto creativo, come chi vola.
              Blu, culla la notte, ancora di più.
              Nero, così scuro, ma così vero.
              Bianco, saggio maestro, ma non lasci il banco.
              Trasparente, mostra in tal modo, spesso la gente.

              Concludo dicendo, ad ogni lettore:
              "un augurio profondo, di gioia e amore".
              Luca Aceti
              Vota la poesia: Commenta