Questo sito contribuisce alla audience di

Filastrocche


Scritta da: Monica Cannatella
in Poesie (Filastrocche)

Filastrocca della vita

E non ci vuole poi tanto, a ricordarsi che in fondo,
nessuno nasce perfetto ognuno ha il proprio difetto.
E non sarà mica un caso, che siamo tutti diversi,
perché se fossimo uguali, sai quanti sogni dispersi.
In questo mondo sbagliato, ho visto nascere un fiore,
in posti dimenticati anche da nostro signore.
La vita in fondo cos'è? Qualcosa di misterioso,
che non capisci nemmeno quando ci pensi a riposo.
Ma tra le cose che abbiamo e quelle che pretendiamo
finisce che ci scanniamo, per essere sempre il primo.
Allora sai cosa penso, che forse lo meritiamo
un mondo che ci delude e che ritira la mano.
Perché se questo è il pensiero, di ogni essere umano
che tanto tutto è dovuto, in fondo tutto è scontato.
Non cambierà l'universo, se non cambiamo i pensieri,
in fondo la vita è oggi, tu non guardare più a ieri.
Se vuoi un domani migliore, allora devi inventarlo,
e lavorarci ogni giorno, perché si possa trovarlo.
Qui non si fanno miracoli, non c'è nessun fabbricante,
o il venditore ambulante che vende quello che serve
le cose qui si guadagnano con gran sudore e fatica,
nessuno regala niente, impara, questa è la vita.
Composta sabato 9 febbraio 2019
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Coluicheplana
    in Poesie (Filastrocche)

    Tu, io, vorrei

    Non parlarmi non ti sento
    nel mio cuore c'è cemento
    io non provo sentimento
    per te neanche un momento

    ma un filo d'erba solamente
    si è insediato prepotente
    io lo sento ardentemente
    brucia il cuore annulla la mente

    ed ha rotto quel cemento
    dando luce al sentimento
    l'ho sentito in un momento
    parla ora che ti sento.
    Composta lunedì 6 maggio 2019
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: GENNY CAIAZZO
      in Poesie (Filastrocche)

      Sole

      Sole che riscaldi il cuore
      regala a chi amo speranza e amore,
      combatti contro l'eresia del destino
      illumina di luce il loro cammino,
      sole per il mondo fondamentale
      fa che ogni giorno sia speciale,
      asciuga le lacrime sul viso della gente
      fa che la cattiveria non possa fare niente,
      tu padrone del cielo così onnipotente
      rendi la nostra vita sempre splendente,
      indica la via a chi ha gli occhi chiusi
      brucia le insidie e i tanti soprusi,
      sole esempio di luce e sorriso
      proteggi i nostri angeli del paradiso,
      ti aspetto puntuale ogni mattino
      un po' della tua luce sul mio cuscino,
      sciogli il ghiaccio nei cuori infranti
      che ci siano speranze per tutti quanti.
      Composta domenica 6 luglio 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Alisia7
        in Poesie (Filastrocche)

        Primavera

        Benvenuta primavera, è ora di cambiare atmosfera.
        Stagione decantata ed adulata da molti scrittori ed adoratori.
        Dolce il tuo sole che cade sulle aiuole.
        Un fiore che sboccia, anche sopra una roccia.
        Viva la primavera che fa tardar anche la sera.
        Il cinguettio degli uccellini ci rendano più vicini.
        Gl'innamorati si tengono per mano tra i prati fioriti e non più appassiti.
        Essi si giurano amore infinito, sul cuore scolpito.
        Tra baci rubati e beati.
        Dolci amori fioriscono ed uniscono, con mille colori dei mille fiori.
        Finalmente, è arrivata la bella stagione, che sia per tutti una benedizione.
        Composta giovedì 21 marzo 2019
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Alisia7
          in Poesie (Filastrocche)

          Marzo

          Marzo pazzerello, prima il sole e poi l'ombrello
          L'aria di marzo rallegra già i cuori per i nuovi amori.
          Il cinguettio degli uccellini ti sono vicini.
          Le mimose per tutte le donne, che sempre siano amate e non un giorno all'anno con l'inganno.
          L'inverno pian pianino sta andando via con tutti i malori ed anche i dolori.
          È arrivato il mese della primavera che di sicuro cambia l'atmosfera.
          Con questa filastrocca, forse un po' sciocca, a questo mese vorrei dare il bentornato in modo dettagliato...
          Composta venerdì 1 marzo 2019
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Gianluca Cristadoro
            in Poesie (Filastrocche)

            La befana nella botte

            La befana vien di notte
            senza scopa, in una botte
            per non farsi più vedere
            mentre beve un buon bicchiere
            ed i bimbi dormon quieti
            a Milano, Foggia e Chieti.

            Ma nel rotolarsi allegra
            nella botte d'uva negra
            una calza le s'impiglia
            ed un filo s'attorciglia.

            A rimedio del disastro
            senza vasi d'alabastro
            per riporre i dolci doni,
            solo per bambini buoni,
            Il cappello sgangherato,
            come sempre malandato,
            poggia presso al caminetto.

            Sembra un piano assai perfetto.

            Ma allorquando lo riempie
            stan per torcersi le tempie
            che i dolcetti giù pè i buchi
            scivolando come bruchi
            a finire dentro al fuoco
            vanno dritti a poco a poco.

            Una fiamma dolce s'alza,
            un profumo senza calza...
            Né dolcetti e né carbone
            per cattivi o bimbe buone.

            La befana va di notte
            senza calza e senza botte
            né cappello alla romana.
            Che disastrò sta befana!
            Composta venerdì 4 gennaio 2019
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Gianluca Cristadoro
              in Poesie (Filastrocche)

              Fila-Strocca

              Filastrocca che non dice niente
              pensata apposta per tutta la gente
              che grida e che sbuffa
              ch'azzanna e s'azzuffa.

              Filastrocca che niente sa dire
              a tutta la gente che vuole partire
              che piange e che finge
              che falsi sorrisi sul volto dipinge

              Filastrocca di senso priva
              che già se ne va non appen'arriva.
              Composta venerdì 4 gennaio 2019
              Vota la poesia: Commenta