Questo sito contribuisce alla audience di

Filastrocche


Scritta da: Berny
in Poesie (Filastrocche)

Prima di dormire

Madonnina del mio cuore
voluta qui dal Creatore
per dirci cos'è l'Amore
e per abbattere la notte
con il tuo gran chiarore,
Non lasciarci mai soli
ci perderemmo tra i Poli
Riscalda i nostri cuori
tramutandoli tutti in fiori
Cosicché possano profumare
e i mali giornalieri cacciare
Senza mai più cadere
e con sempre sulla bocca
solo tante e sincere preghiere.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Berny
    in Poesie (Filastrocche)

    A Natale

    La notte di Natale
    venne a noi un bambino
    che volle insegnarci
    come addobbare un pino.
    Cominciò la lezione
    senza usare le mani
    ma con solo il cuore
    a dir cos'è l'amore.
    Nessun festone
    nessuna luce
    di colpo una stella
    divenne la più bella.
    I rami tutti
    stupiti e a bocca aperta
    parlarono al mondo
    della gran scoperta.
    Bastava poco
    per fare un bell'albero
    amore, sorriso
    e luce sempre sul viso.
    L'alberello era pronto
    nessun addobbo
    nessun colore
    ma con dentro un cuore
    che tramutava tutto
    in un magnifico fiore.
    Composta mercoledì 25 dicembre 2019
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Berny
      in Poesie (Filastrocche)

      Il giorno più bello dell'anno

      Quell'omone tutto rosso
      con accanto un pettirosso
      sulla panca aspettava
      la carrozza che arrivava.
      Arrivava di gran fretta
      In ritardo di un'oretta
      con le renne in staffetta
      leste come una racchetta.
      Il barbuto simpaticone
      col cappello accavalcione
      non badando all'affannone
      e saltando sul carrozzone
      urlò: "Presto, in questa direzione!"
      Al villaggio dei bambini
      tutti quanti i biricchini
      attendevano sui pini
      dolcini e tanti giochini.
      Alla vista dell'omone
      grasso come un gommone
      di colpo tutti quanti
      iniziarono tanti canti.
      Erano canti di allegria
      grandi come una prateria
      che annunciavano il Natale
      e un grande abbraccio corale.
      Il Natale era cominciato
      tanto amore era affiorato
      e tutto l'odio fu bruciato.
      Composta lunedì 9 dicembre 2019
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Berny
        in Poesie (Filastrocche)

        Il Natale

        Il Natale è in arrivo
        nessun posto più
        per il cattivo.
        Tutti buoni si diventa
        la casa di Gesù
        di colpo si frequenta.
        Dal mattino alla sera
        per la via
        la gente spera.
        Con lo sguardo all'insù
        con grande brama
        si attende Gesù.
        I cuori tutti quanti
        con gran fede
        le preghiere mettono avanti.
        È il momento di gioire
        di esultare e custodire
        il più grande degli amori
        con tanti fiori e tanti onori.
        Vota la poesia: Commenta
          in Poesie (Filastrocche)

          Halloween con il mio gattino

          Gli occhi gialli del gattino
          Oggi non cercano il grattino
          E le fusa un po' strane
          Sembrano parlare al cane:
          "È un anno che aspetto
          Questo magico momento
          Di allegria e spavento!"
          Sta guardando come ricamo
          Con inchiostro rosso sangue
          "Halloween viene sta notte!"
          E insieme a guardare
          Dentro e fuori lo splendore
          In attesa della notte
          Dove il vento che fa forte
          Svella tutti i segreti
          Della festa dei scherzetti,
          Dei fantasmi e dolcetti.
          Composta giovedì 24 ottobre 2019
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Monica Cannatella
            in Poesie (Filastrocche)

            Filastrocca della vita

            E non ci vuole poi tanto, a ricordarsi che in fondo,
            nessuno nasce perfetto ognuno ha il proprio difetto.
            E non sarà mica un caso, che siamo tutti diversi,
            perché se fossimo uguali, sai quanti sogni dispersi.
            In questo mondo sbagliato, ho visto nascere un fiore,
            in posti dimenticati anche da nostro signore.
            La vita in fondo cos'è? Qualcosa di misterioso,
            che non capisci nemmeno quando ci pensi a riposo.
            Ma tra le cose che abbiamo e quelle che pretendiamo
            finisce che ci scanniamo, per essere sempre il primo.
            Allora sai cosa penso, che forse lo meritiamo
            un mondo che ci delude e che ritira la mano.
            Perché se questo è il pensiero, di ogni essere umano
            che tanto tutto è dovuto, in fondo tutto è scontato.
            Non cambierà l'universo, se non cambiamo i pensieri,
            in fondo la vita è oggi, tu non guardare più a ieri.
            Se vuoi un domani migliore, allora devi inventarlo,
            e lavorarci ogni giorno, perché si possa trovarlo.
            Qui non si fanno miracoli, non c'è nessun fabbricante,
            o il venditore ambulante che vende quello che serve
            le cose qui si guadagnano con gran sudore e fatica,
            nessuno regala niente, impara, questa è la vita.
            Composta sabato 9 febbraio 2019
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Coluicheplana
              in Poesie (Filastrocche)

              Tu, io, vorrei

              Non parlarmi non ti sento
              nel mio cuore c'è cemento
              io non provo sentimento
              per te neanche un momento

              ma un filo d'erba solamente
              si è insediato prepotente
              io lo sento ardentemente
              brucia il cuore annulla la mente

              ed ha rotto quel cemento
              dando luce al sentimento
              l'ho sentito in un momento
              parla ora che ti sento.
              Composta lunedì 6 maggio 2019
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: GENNY CAIAZZO
                in Poesie (Filastrocche)

                Sole

                Sole che riscaldi il cuore
                regala a chi amo speranza e amore,
                combatti contro l'eresia del destino
                illumina di luce il loro cammino,
                sole per il mondo fondamentale
                fa che ogni giorno sia speciale,
                asciuga le lacrime sul viso della gente
                fa che la cattiveria non possa fare niente,
                tu padrone del cielo così onnipotente
                rendi la nostra vita sempre splendente,
                indica la via a chi ha gli occhi chiusi
                brucia le insidie e i tanti soprusi,
                sole esempio di luce e sorriso
                proteggi i nostri angeli del paradiso,
                ti aspetto puntuale ogni mattino
                un po' della tua luce sul mio cuscino,
                sciogli il ghiaccio nei cuori infranti
                che ci siano speranze per tutti quanti.
                Composta domenica 6 luglio 2014
                Vota la poesia: Commenta