Scritta da: Carmine De Masi
in Poesie (Filastrocche)

Il sogno di paolino

Un fanciullo assai efficace
alto, biondo e assai vivace
porta in giro amore e pace.
Sognò di essere un impresario
in un mondo immaginario
recitava il suo Rosario.
Era simpatico e libertino
si chiamava Paolino,
fabbricò un sottomarino
lo chiamò San Pellegrino.
Fece il giro intorno al mondo
diffondeva il girotondo
Attraccò in un luogo gradito
il creato va custodito
ed il mondo abbellito,
poter giocare sul prato fiorito
che profuma di pulito.
Composta lunedì 4 aprile 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alfonso Trivisonne
    in Poesie (Filastrocche)

    Bambina camomilla

    Dovrebbe essere come per i bambini
    che se bussi al cuore non risponde la testa al piano superiore!
    Sempre continuamente
    in giro tra la gente,
    senza troppi pensieri,
    né logiche e misteri.
    Mangiare, giocare, studiare, parlare,
    ballare, palestra, maestra, inglese e minestra!
    Ma cosa ne sapete di Giovanna!
    Bambina sempre stanca,
    la mano nella tasca!
    Parla quando le viene,
    va via se le conviene!
    Va a fare la merenda da Camilla,
    profumo clorofilla e beve camomilla!
    Dovremmo tenere presente i bambini
    che sorridono sui baci anche se proprio non gli piaci!
    Sempre spontaneamente
    amici della gente,
    non sanno giudicare,
    soltanto perdonare.
    Andare, tornare, scappare, sudare,
    urlare, violino, brodino, francese e budino!
    Ma cosa ne sapete di Giovanna!
    Bambina sempre stanca,
    la mano nella tasca!
    Parla quando le viene,
    va via se le conviene!
    Va a fare la merenda da Camilla,
    profumo clorofilla e beve camomilla!
    Ma cosa ne sapete di Giovanna!
    Bambina sempre stanca,
    la mano nella tasca!
    Parla quando le viene,
    va via se le conviene!
    Va a fare la merenda da Camilla,
    profumo clorofilla e beve camomilla!
    Composta venerdì 3 agosto 2018
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di