Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Bernardo Panzeca

Nato mercoledì 8 giugno 1977
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione, in Diario e in Preghiere.

Scritta da: Berny

Rinchiusi

Dentro dimore
abitate ad ore
incatenati
Ci ritrovammo
Disperati.

Vetri appannati
da sguardi
rassegnati
Fecero delle mura
Una stia di paura.

Seduti a pensare
Quanto bello
Era amare
Restammo mesi
con i cuori tesi.

Una rondine garriva
Un mandorlo
Applaudiva
Tutto all'interno
Era un inferno.

Si doveva
Pazientare
Meditare
e ancor più
Pregare.

Era questa
La forza umana
Il ferro
e il suono
Di una campana.
Bernardo Panzeca
Composta giovedì 19 marzo 2020
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Berny

    La peste

    Che strana la peste
    è una creatura
    silenziosa
    e senza veste.
    Come un serpente
    tra le mura
    a tutta quanta la gente
    mette assai paura.

    Non vi è arma
    per combatterla
    se non la preghiera
    ogni santa sera.
    Spetta al signore
    invocato con il cuore
    far cessare o no
    questo gran dolore.
    Bernardo Panzeca
    Composta mercoledì 18 marzo 2020
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Berny
      Che cielo
      immenso
      stasera.
      È l'ideale
      per chi
      spera.
      Tante stelle
      luccicanti
      danno pace
      ai mendicanti.
      E la luna
      calda e gialla
      forse indica
      una stalla.
      Un bambino
      al suo interno
      mostra un cuore
      tanto paterno.
      Forse è il cuore
      di Gesù?
      Vuol raddrizzare
      il mondo all'ingiù?
      Lo speriamo
      tutti quanti,
      implorando
      tutti i santi.
      Bernardo Panzeca
      Composta martedì 17 marzo 2020
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Berny

        Epidemia

        Solo così
        potremo capire
        un fiume inquinato
        e un mare sporcato.

        Solo così
        potremo capire
        un albero bruciato
        e un fiore spezzato.

        Solo così
        potremo capire
        un cielo oscurato
        e un uccello assassinato.

        Solo così
        potremo capire
        un anziano ammalato
        e un bambino imprigionato.

        Solo così
        forse capiremo
        quanto l'uomo
        sia davvero scemo.
        Bernardo Panzeca
        Composta giovedì 12 marzo 2020
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Berny

          Il sole di Marzo

          Splende in alto
          il sole di marzo
          sembra quasi
          una palla di quarzo.
          Con i suoi raggi
          lunghi e dorati
          arriva ovunque
          stringendo chiunque.
          È un sole timido
          il sole di marzo
          riscalda la gente
          in modo prudente.
          Tocca i cuori
          in punta di dita
          sussurrando
          quanto bella
          è la vita.
          Fiori di zagara
          e rondini in festa
          mettono in piedi
          chi da tempo
          è in siesta.
          C'è il sole
          nel mese di marzo
          forza e coraggio
          urla come un pazzo.
          Non vi è più tempo
          per la notte
          bisogna lottare
          anche a botte.
          Bernardo Panzeca
          Composta lunedì 16 marzo 2020
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Berny

            La vita

            A voler descrivere
            la vita
            non occorre
            né biro
            e neanche dita.
            Basta una rondine
            in marzo
            con il suo volo
            tanto pazzo
            I suoi nidi
            Tra grondaie
            Balconi
            E caldaie
            Per narrare
            Ciò che alla fine
            Vuol dir campare:
            Camminare
            Ricordare
            Sperare
            Pregare
            Desiderare
            E soprattutto
            Amare.
            Bernardo Panzeca
            Composta mercoledì 12 febbraio 2020
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Berny

              La fine dell'estate

              Alla fine dell'estate
              ho incontrato una rosa
              durante una passeggiata
              nella tarda mattinata.

              Alla fine dell'estate
              ho incontrato un gabbiano
              durante una nuotata
              nella tarda serata.

              Alla fine dell'estate
              ho incontrato una stella
              durante una scampagnata
              nella tarda nottata.

              Alla fine dell'estate
              ho incontrato una foglia
              di colore dorato
              sopra alla quale
              tutto era appuntato.
              Bernardo Panzeca
              Composta sabato 21 dicembre 2019
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Berny
                Ci si dimentica
                di tante cose.
                Dello sbocciare
                delle rose
                e delle giornate
                nuvolose,
                delle mattine piovose
                e del colore
                delle mimose.
                Ci si dimentica
                delle notti
                senza sonno
                e degli sguardi
                di ogni nonno.
                Ci si dimentica
                dei baci e degli amori,
                delle liti e dei dolori.
                Ci si dimentica
                di tante cose.
                Ci si dimentica
                di ogni cosa
                ma Mai
                della più virtuosa.
                Della più radiosa
                Della più rumorosa
                Della più coraggiosa
                Della più preziosa:
                La Mamma.
                Bernardo Panzeca
                Composta lunedì 25 novembre 2019
                Vota la poesia: Commenta