Scritta da: Andrea De Candia
in Poesie (Poesie d'Autore)
Lungo gli omeri scende la fontana
del tuo sorriso luminoso, in forma
di dolcezza materna tutta umana,
quando il nostro-volerti più non dorma.

Ogni male, ogni morbo si risana
sotto i tuoi piedi, la cui fulgida orma
perdura anche se tu sii già lontana
in virtù della tua fulminea norma.

L'atto benedicente, che sorregge
con le tue mani il tuo divino figlio,
è amore che sorpassa ogni altra legge.

È lui la carità di tutti i mondi
che, in questo terreo militante esiglio,
al nostro involontario petto infondi.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Andrea De Candia
    in Poesie (Poesie d'Autore)

    La gabbia

    Fuori c'è il sole.
    Non è altro che un sole
    però gli uomini lo guardano
    e poi cantano.
    Io non so del sole.
    Io so della melodia dell'angelo
    e il sermone caldo dell'ultimo vento.
    So gridare fino all'alba
    quando la morte si posa nuda
    nella mia ombra.
    Io piango sotto il mio nome.
    Io agito fazzoletti nella notte
    e navi assetate di realtà
    ballano con me.
    Io nascondo chiodi
    per schernire i miei sogni malati.
    Fuori c'è il sole.
    Io mi vesto di cenere.
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di