Questo sito contribuisce alla audience di
Come un granello di sabbia - Poesie

Poesie dal Libro:Come un granello di sabbia - Poesie

Anno:
2010
Autore:
PensieriParole Staff
Editore:
PensieriParole

Scritta da: DIEGO FURLAN

L'indifferenza

Fu ritrovata sul ciglio
di una strada
spoglia delle sue vesta
e resa nuda dalla vita
che le aveva portato via
ogni cosa
aveva cercato un appiglio
dove rimanere aggrappata
ma è scivolata
nell'indifferenza.
Composta giovedì 19 novembre 2009
dai libri "Come un granello di sabbia - Poesie" di PensieriParole Staff, "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: valii

    Caduti per la Pace

    Attacco vigliacco
    sgorga il sangue tricolore
    le vedove piangono
    l'amore che oggi muore

    Con loro piange il Popolo
    medesime lacrime amare
    Di giovani in mimetica
    ormai resta l'onore

    i sogni si dissolvono
    il futuro è ormai cambiato
    troppo breve a volte
    la vita di un soldato

    chi per la Patria vive
    ancora una volta giace
    in Terra arida e straniera

    in nome della Pace...
    Composta giovedì 17 settembre 2009
    dal libro "Come un granello di sabbia - Poesie" di PensieriParole Staff
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: FRANCO PATONICO

      Columbus way (un viaggio a ritroso)

      Dal mar pare risorto
      ed un antico faro
      lo guida ancora al porto
      del borgo marinaro.

      A te volge lo sguardo
      il tuo navigatore
      che leva lo stendardo
      in fè del Salvatore.

      Sì, l'Ammiraglio è vivo,
      fulgente e ardimentoso
      benché d'un legno privo
      per l'ultimo a ritroso.

      L'ormeggio che lo attende
      è un laccio alla memoria
      che saldo non s'arrende
      ai venti della storia.

      Europa vagli incontro,
      vai, corri mia nazione!
      E non lasciar lo scontro
      a vincer la ragione.

      Sarai la sua sorpresa
      e l'ultima scoperta
      dal dì che t'hanno resa
      una frontiera aperta.

      E mai sia la spada
      a ridestar chi tace
      Europa non t'accada
      di rinnegar la pace!
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Nadia T.

        Il vento delle ragazze

        Era là in fondo alla strada, dopo la curva, la piazza:
        meta obbligata, contatto col mondo,
        legame di considerazione, seduzione totale.

        C'erano sedie impagliate, sgangherate
        davanti a porte con le volte,
        donne con il ricamo in mano sedevano raccolte.

        Sotto pergole d'edera ve n'erano altre
        dove oziavano uomini,
        tra odor di ristretto e nazionali
        giocavano a carte.

        L'aria stagnava nella piazza
        ed il tempo passava lento.

        Ma dalle case vicine
        scoppiettare di risa si alzava,
        s'insinuava nell'aria, diventava vento.

        Era attesa di un giorno,
        desiderio appagato, impazienza vincente.
        Era sfida, era audacia,
        era anelito di cambiamento.

        Poi, da spiragli di porte,
        da cortili assolati,
        sospinte dal vento che eccita i sensi
        e spalanca coscienze,
        le ragazze, dentro jeans affusolati,
        lavati e stropicciati,
        volavano verso la piazza.
        Composta nel ottobre 2009
        dai libri "Come un granello di sabbia - Poesie" di PensieriParole Staff, "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: BrutalBruzzi

          Il Freddo di Agosto

          Cercare di amare
          Ed essere abbandonati prima ancora
          Che succeda di poter amare ed essere amati.
          Senza sapere se un giorno
          Si amerà e si potrà
          essere amati.
          Fermare il tempo
          Per paura di non avere
          Più tempo.
          Capire la
          Crudeltà del momento.
          Sentire il freddo
          In Agosto.
          Composta martedì 10 agosto 1999
          dal libro "Come un granello di sabbia - Poesie" di PensieriParole Staff
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: lorena

            L'intento

            L'intento
            amore penso...
            le parole verranno
            ma con il tempo
            mi nutrirò del tuo profumo
            che sa d'erba appena tagliata
            amore penso...
            le parole verranno...
            conosco l'argomento
            amore penso...
            sei bella...
            seguirò i tuoi passi
            per non perderti...
            stringerò i tuoi fianchi...
            per non lasciarti andare via
            posa le tue mani su di me
            guarda i miei occhi parlano
            dicono anche quello che non vorrei
            amore penso...
            sarà un dolce sussurro...
            amore... eccolo
            timidamente ti sfiora
            ti dico amore...
            te lo dico ancora
            amore... amore... amore.
            Composta martedì 17 novembre 2009
            dal libro "Come un granello di sabbia - Poesie" di PensieriParole Staff
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Annalisa Franza

              Cosmo

              Vigile il cielo,
              in silenzio veglia,
              il bisbiglio delle muse
              ispiratrici di pensanti umani.

              Le gote vermiglie e stanche,
              cercano oblio, ma i dubbi
              non lasciano pace e non v'è ristoro.
              Languida attesa del giorno lontano
              mentre s'adorna d'ombra,
              l'infinito intero.

              Vite fugaci corrono,
              tra fiamme e agonia, di sublime incanto.
              Liberi pensieri, balzano in arcione,
              senza timor d'inganno
              nell'agitato cosmo.

              Solcano come comete,
              spazi irreali in attesa.
              L'aria cheta gatteggia tra i rami,
              sorride alla natura fruttrice.

              Confonde l'incantesimo
              e l'anima si placa pian piano,
              intimando l'Eterno,
              i reconditi affanni
              finalmente si placano nel
              rosso tango dei cuori pulsanti.
              Composta martedì 17 novembre 2009
              dai libri "Come un granello di sabbia - Poesie" di PensieriParole Staff, "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Enzo D.

                Vivrò

                Tu eri quell'età che non ho mai avuto,
                una stagione che non ho mai vissuto,
                un sorso d'acqua senza una fontana,
                una luce senza una candela.
                Che me ne faccio di sorrisi e gioie,
                di fiori profumati, cieli azzurri, verdi prati
                che ti sei portati via?
                Mi basta che la pioggia non mi bagni,
                il sole non mi bruci, il freddo non mi geli.
                Le tue mani sono quel soffitto.
                O sei quel ciocco che arde nel camino
                o quella lanterna appesa all'abbaino.
                E dico quiete il mio silenzio mesto
                e pace la mia solitudine romita,
                acque amare che batte ma non fende
                il remo inutile di pensieri alla deriva.
                E consumerò l'audacia di frutti nuovi
                raccolti quasi acerbi ancora,
                la voluttà di un desinar bollente,
                la lussuria di un buon bicchier di vino.
                Una sigaretta da baciare lentamente.
                Il dormiveglia sereno di preghiera.
                Ed è già notte.
                Composta venerdì 23 gennaio 2009
                dal libro "Come un granello di sabbia - Poesie" di PensieriParole Staff
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: DANA

                  Imperfetto amore

                  Imperfetto riguardo
                  il caldo nel letto

                  Di un altro naufragio
                  stupito è piacere

                  Costante diletto
                  un corpo due noi

                  Inadeguato pensiero
                  villano progetto

                  Giullare del tempo
                  che scherzi mi fai

                  Il sono contenta
                  non arriva mai

                  Stancante risveglio
                  perduta nottata

                  Come doccia gelata
                  hai increspato i miei poi

                  Resta un oggi suadente
                  ma l'incertezza del noi.
                  Composta lunedì 28 settembre 2009
                  dal libro "Come un granello di sabbia - Poesie" di PensieriParole Staff
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Maat95

                    Un solo ricordo

                    Uno solo, ma bello;
                    tra il fruscino nell'erba
                    e il canticchio di un uccello.

                    Pensavo alle lacrime versate
                    Sotto al vecchio faggio,
                    che giaceva lì, morto, triste e saggio.

                    Pensavo all'infinito
                    e pensavo alla goccia di rugiada
                    Che scivolava via dal mio dito.

                    Pensavo al rumore delle foglie
                    e al colore del vento
                    Che le muoveva felice e contento.

                    Non mi meritavo una vita così, in dolore,
                    solo la morte di un uomo senza cuore.

                    Il dolce volare della vita tra le foglie
                    Risplendeva,
                    all'orizzonte,
                    le magnifiche guglie.

                    Pensavo all'infinito,
                    pensavo alla promessa fatta
                    come fosse un segretissimo rito.

                    Pensavo,
                    alla fine di tutto,
                    all'uomo che era fuggito dalla mia vita
                    lasciandomi sola come in lutto.

                    Non è valsa la pena di piangere e morire
                    Per chi più non ti ama,
                    perché nel tuo cuore non deve aver più fama.
                    dal libro "Come un granello di sabbia - Poesie" di PensieriParole Staff
                    Vota la poesia: Commenta