Questo sito contribuisce alla audience di
Come un granello di sabbia - Raccolta

Poesie dal Libro:Come un granello di sabbia - Raccolta

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.
Anno:
2010
Autore:
PensieriParole Staff
Editore:
PensieriParole

Scritta da: Emanuela Ingenito
C'è un mondo che non si apre,
Un mondo che vive in disparte
che tante grida riempiono di suono e
che la mente stenta a comprendere.
È un fiore malato, stanco di sbocciare:
è già stanco, prima ancora di vedere la luce.
E tra le case e le strade,
tra i pensieri e le vene
non c'è più spazio, né tempo:
un eterno attimo mi culla
tra le sue ali di illusione
e sono una funambola
Sospesa tra le gente e
La morte,
tra i mari e le vette: ed
il cuore è in tempesta
tra quest'attimo eterno
e il tempo che verrà domani,
tra quest'attimo eterno
e ciò che mai più tornerà.
Composta sabato 12 dicembre 2009
dal libro "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
Vota la poesia: Commenta

    Il mio congedo (saudade)

    Forse è meglio lasciarsi così...
    Lasciarci senza parole... (discorsi grevi ) (per...)
    Lasciarmi ricordare solo il piacere
    di quella notte di insane vibrazioni (no... insane no).

    Lascerò passare le parole e i discorsi succinti,
    li oscurerò nella loro indigenza (nella loro incuria)
    di strane e assenti alchimie
    quelle che non ho sentito... come non ho sperato

    Ti ricorderò muto (e imbronciato?)
    Falce di luna sottile
    brivido smisurato di una notte sola
    Incommensurabile io a te
    Irriducibile tu a me.

    Quello che scrivo adesso
    è nostalgia (... le cose che non ti vorrò dire)
    è un consolare stringendo il petto (mentre...)
    La verità non si nasconde, con te non ho diviso niente...
    (pensieri, parole, opere, omissioni, empatie, affinità)

    - della mia anima... (assonnata!)
    (Nulla ha risvegliato curiosità) –
    (Con te non ho diviso niente
    se non il corpo e non è poco.)
    La pelle ha fatto da litorale
    e su quell'argine...
    i corpi hanno degustato il loro pasto.
    (Mentre) il mio è... (sorrido adesso) si ridestava.

    Forse è meglio lasciarsi così...
    Lasciarci senza parole
    Lasciarmi ricordare solo il piacere
    di una notte diffusa di fusa e vibrazioni.
    Composta venerdì 26 gennaio 2007
    dal libro "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: IlGattoNerone

      Vivere

      Cos'è vivere lo capisci quando sei disteso su un lettino
      in attesa di essere operato,
      quando sei circondato da tante persone,
      ma ti senti solo.
      Quando dopo tre ore un professore osa dirti
      "è tutto a posto"
      e nonostante il dolore capisci
      che tutta la felicità che si può desiderare

      è nel poter riaprire gli occhi
      in un luogo sconosciuto
      che mai avresti voluto visitare
      senza nessuno che hai mai visto prima intorno
      e con un cellulare mezzo rotto
      con 30 chiamate e 10 messaggi
      con scritto "ma dove sei? Cosa è successo?"
      E poter rispondere: "va tutto bene".
      Composta giovedì 15 ottobre 2009
      dal libro "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: mcfreud

        Parigi

        La mia felicità è vedere di fare del bene in questo mondo
        come la Onlus si prende cura del terzo mondo
        avendo quasi un aspirazione divina.
        La mia vita ha più senso e da più senso alla mia vita stessa.
        Ho voglia di sentire il sentimento che mi trapassa l'animo e mi riabbellisce gli occhi,
        voglio il sentimento di benessere
        e questo è proporzionale all'innamoramento che ci prendiamo verso il prossimo.
        Io ho scelto d'amare te.
        Per dare senso alla mia vita e vivere felice,
        così vivendo nell'oblio dell'amore al tuo fianco.
        Per vivere in un mondo migliore costruito con il mio amore
        che da senso e decora la tua vita.
        Per questo, sei la mia felicità, il mio senso della vita e il mio mondo migliore.
        Composta domenica 15 novembre 2009
        dal libro "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: silvano

          Le genti d'Abruzzo

          In quella valle
          Ancora una volta
          La negazione della vita
          Si fa realtà,

          il grido,
          si alza nel silenzio
          spettrale e blasfemo
          dove tutti sono assenti

          ancora... ancora... ancora
          una ferita,
          nel cuore... ancora sanguinante,
          dove niente esiste
          e niente appartiene ai terreni,

          dove nulla viene dato,
          natura e istituzioni
          viaggiano...
          e vanno dove tutti non esistono

          e li...
          in quella valle...
          dove individui
          si frastornano la vita
          nel mestiere di vivere.
          dal libro "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Almus

            Che speri... poeta!

            Stanco riflettere immoto
            verde vernice sui colli
            osservo, da una finestra scura,

            chiare spirali di rondine
            nascondono il pianto del cielo.

            Che speri
            dai vortici rosa
            che squarciano il sereno?

            M'offende il luccichio
            di questa spinosa brossura
            senza la quale
            è vano
            il nostro temperare!

            M'offende il sapore amaro
            della dimenticanza compressa
            dentro stazioni virtuali.

            Che sia morta
            sotto lo strale digitale
            la cara divinità di Montale!?

            Che passi allora
            di questo infinito tramonto
            il rosso soltanto,
            di tegole...
            dal libro "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Francesca Minio

              Essenza

              L'essenza che mi avvolge è molle
              e tenue, ha il respiro dei tuoi occhi
              Quando dipanano nei tuoi pensieri
              e la vaghezza delle tue mani
              Quando si muovono.
              Ha la profondità del mare
              e il viavai delle onde
              Ha l'orizzonte indiscriminato
              Della vastità vorace e
              La malinconia della tua assenza.
              dal libro "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Phoebe Gazzo

                Ti regalo un sorriso

                Oggi c'è qualcosa di speciale nell'aria,
                il sorriso non si cancella dal mio viso!
                Voglio regalare un sorriso a tutti!
                Un sorriso ai bimbi che mi guardano
                con il viso all'insù pieni di stupore.
                Un sorriso a tutti quelli che stanno soffrendo d'amore,
                pensando di non uscire mai da quel labirinto di solitudine!
                Un sorriso alla mia famiglia,
                per dirgli ancora una volta grazie per quello che fanno per me.
                Un sorriso alle mie amiche
                che non smettono mai di regalarli a me quando sono giù!
                Un sorriso ai vecchietti che si tengono per mano,
                regalandogli ancora gioia di vivere malgrado la loro età!
                Un sorriso ai miei nemici, facendogli capire che
                Malgrado tutto nel mio cuore li ho già perdonati!
                Un sorriso a tutti gli stranieri,
                regalandogli un benvenuto che molti gli hanno negato,
                e una speranza per il futuro augurandoglielo più roseo!
                Fare stare bene gli altri, fa star bene anche a me,
                vivo per la gioia altrui, per regalare sorrisi a spiriti affranti
                e a persone respinte solo per il colore della pelle!
                Fino a quando un corpo sarà formato da un cuore,
                quella è una persona che come noi
                ha gli stessi bisogni e gli stessi sentimenti.
                Quindi come noi hanno lo stesso diritto
                di stare sulla terra e vivere felicemente!
                Se un giorno i pregiudizi umani finiranno,
                allora si vivrà tutti in pace!
                In un mondo dove il bianco e il nero
                si terranno per mano regalando sorrisi!
                Composta lunedì 21 dicembre 2009
                dal libro "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: RB

                  Arcobaleni

                  Al Vero andrà il cuore
                  e il tuo passaporto.
                  Due metri di terra
                  copriranno il tuo passato
                  e la pioggia laverà il tuo diritto
                  e la mia clandestinità.
                  Non mi chiamerai più ladro
                  quando l'oblio avrà avvolto
                  la mia disgrazia
                  e la tua avidità.
                  Non mi chiamerai più diverso
                  quando i destini si saran baciati
                  e avremo alfine uno stesso paese,
                  uno stesso colore.
                  Soli attenderemo novembre
                  per sentire l'alito caldo
                  e le fiammelle nuove.
                  E dal più triste irreversibile nero
                  stilleremo lacrime ancora fresche
                  sulla nostra cecità d'un tempo, vanità di umane ore,
                  votate al disprezzo delle differenze,
                  indifferenti al Sole, dell'umanità innamorato,
                  che per essa va creando meravigliosi arcobaleni,
                  cromatiche inani felicità.
                  Composta sabato 24 ottobre 2009
                  dal libro "Come un granello di sabbia - Raccolta" di PensieriParole Staff
                  Vota la poesia: Commenta