Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Daniela Cesta

Il bosco

La solitudine del bosco è penetrante
assordante, gradevole, rilassante,

nell'inizio primavera, con gli alberi ancora spogli
rinnova lo spirito, sussurri che sfiorano le labbra

equilibrio che raggiunge il respiro
e fa scintillare gli occhi, serenità che gli alberi donano,

amicizia, affiatamento, simpatia tra me e loro
ascolto il loro silenzio, le loro parole inesistenti

sono ordine, euforia, coerenza, un concerto sconvolgente
che circonda il mio cuore, riempiendolo di gioia,

e il momento assume un aspetto sfavillante, acuto
gioiosamente vivace, nutre la mente e il cuore.

Il bosco parla, bisogna saperlo ascoltare, capirlo, amarlo.
È il vestito scintillante della terra.
Daniela Cesta
Composta mercoledì 11 aprile 2018
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    La luce

    Lascia che la luce riempia
    l'intero tuo corpo, inebri il tuo spirito
    circonda l'anima e il tuo cuore

    tra gli enzimi brillanti degli alberi
    che entrano nella mano, quando gli accarezzi
    la corteccia sembra molle, lo spirito d'amore

    del bosco che inizia a rivestirsi del verde smeraldo
    gorgoglia il ruscello, l'acqua pura e trasparente
    scorre impetuosa verso la vallata,

    solcando le brumose rocce bianche e grige
    dona armoniose note tutt'intorno
    come angeliche respiri e sussulti

    lo spirito è in pace con tutte le membra
    del nostro corpo.
    Daniela Cesta
    Composta lunedì 9 aprile 2018
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      Di nuovo primavera

      La luce allunga il giorno di aprile
      tra scrosci di acqua e raggi di sole luccicanti

      nel crepuscolo cantano gli angeli nel cielo
      melodie dolci che confondono il cuore

      nel vento soave di primavera,
      primi fiori, prime gemme, prime piccole foglie

      e il battito del mio cuore che sussurra gioia
      le querce ancora dormono, ma un tiepido sole

      le abbraccia, le riscalda, dona loro armonia
      lentamente la terra sembra scuotersi

      vediamo ancora una primavera, ringraziamo il signore
      che dona grazia e benedizione,

      nel susseguirsi delle stagioni nella nostra vita.
      Daniela Cesta
      Composta giovedì 5 aprile 2018
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        La Croce

        La Croce è il valore più importante
        per la nostra vita, strumento di dolore
        di luce divina, benessere dell'anima
        amore sconfinato dell'Onnipotente,
        uniamo le nostre sofferenze a quelle di Gesù
        per il bene dell'umanità, Il figlio di Dio,
        in croce per i peccati degli altri.
        astro che splende, sulla follia della croce
        agnello innocente, carne e sangue
        che placa Dio e dona speranza.
        Ti amo e ti ringrazio.
        Daniela Cesta
        Composta venerdì 30 marzo 2018
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniela Cesta

          Ascolta Signore

          Nella via dell'umiltà
          c'è la salvezza di Dio,
          aiutaci ad accogliere lo Spirito dell'Altissimo
          fa che sconvolga la nostra vita,
          accogli preghiere e sacrifici
          perché tu ne sei l'artefice,
          con misericordia li gradisci
          illumina le anime nostre, aiutaci
          a vincere paura e orgoglio,
          facci partecipi dei Santi Misteri,
          Signore Gesù noi ti amiamo e ti adoriamo
          ti benediciamo, perché crediamo!
          Ma tu aiutaci sempre nella nostra incredulità.
          Daniela Cesta
          Composta martedì 27 marzo 2018
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Daniela Cesta

            Arriva

            Nuvole bianche e grige,
            si spostano veloci nell'immenso cielo
            e coprono montagne e valli

            con il vento che le spinge
            e grida nel silenzio all'inverno:
            "vai via!"

            Le maestose nuvole cariche di neve
            lottano e tormentano la terra con
            la caduta dei cristalli bianchi gelidi

            mentre al di sopra nubi neri e cariche di acqua
            si scontrano con il vento e le nuvole bianche
            un arrotolamento impetuoso nel cielo

            la dea da lontano sorride, bella e profumata
            luccicano i suoi occhi magici, come gocce
            di rugiada che scintillano, come due stelle

            l'inverno, la guarda con i suoi occhi di ghiaccio
            non sorride, malinconico e triste, gli volta le spalle
            e la dea avanza, a piccoli passi circondata

            di luce, allegria e farfalle colorate.
            Daniela Cesta
            Composta martedì 20 marzo 2018
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Daniela Cesta

              Osservando

              Bellezza, equilibrio e armonia
              le regole del creato, tutto respira all'unisono
              amo osservare la natura, ascoltare il suo sussurro
              noi siamo legati alla legge del creato
              perfetta e irripetibile, gli animali della terra rispettano
              noi esseri umani non proteggiamo non rispettiamo
              ne i cieli, ne la terra, ne le acque, ne gli animali
              stiamo distruggendo questo impressionante pianeta!
              Stiamo distruggendo il suo equilibrio e l'amore
              che contiene.
              Daniela Cesta
              Composta sabato 17 marzo 2018
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Daniela Cesta

                cinguettio

                Cinguettio, trillo, gorgheggi...
                la campagna ancora spoglia e fredda
                è piena di sensazioni gioiose

                i passeri sono giulivi, cinguettano sui rami
                frequentemente e prolungato
                cos'è questa piacevole vivacità?

                Siamo a marzo e il suo vento è gradevole
                l'aria sembra benedetta e il raggio di sole brilla
                l'inverno ancora resiste, gli ultimi suoi ruggiti

                ancora per poco... la dea deve arrivare
                trasformerà la terra in una magica delizia
                gioia, godimento, piacere, beatitudine e gaudio,

                appagherà i nostri sensi e lo spirito infreddolito dall'inverno.
                Daniela Cesta
                Composta venerdì 9 marzo 2018
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Daniela Cesta

                  Scena invernale

                  Scena d'inverno, crepitio di impronte
                  sul sentiero innevato, per un istante da dietro le nubi

                  il sole fa capolino, come uno spirito ardente
                  che sorride al gelo ai cuori solitari

                  e passa tra i rami spogli degli alberi, accarezzandoli
                  tiepido soffio che sussurra coraggio e amore

                  nelle tarde giornate di febbraio, la luce insiste
                  come uno scintilla paziente che sembra annunciare

                  che l'inverno continua, ma il suo declino è vicino
                  e noi esseri umani accogliamo il tempo

                  nel sussurrare dei momenti, tra la pioggia
                  la neve, la nebbia e il vento, il nostro andare,

                  il nostro aggrapparsi alla vita che ci circonda,
                  e che inevitabilmente ogni attimo passa

                  e non tornerà mai più.
                  Daniela Cesta
                  Composta domenica 18 febbraio 2018
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Daniela Cesta

                    La Quaresima

                    Finito il carnevale arriva la quaresima
                    tempo della riconciliazione, penitenza
                    vita semplice con gli occhi verso Dio,

                    possa la vergine maria, madre di tutti
                    prendere la nostra mano e guidarci
                    sul sentiero che il suo divino figlio

                    ha tracciato su questa terra, un sentiero
                    irto e difficile, che attraversa deserti e rocce
                    e mette noi alla prova, tra passioni

                    malattie, angustie e morti, ma è l'unica strada sicura
                    perché i nostri sacrifici servono alla conversione
                    di tante anime e a condurre noi

                    nella beatitudine della resurrezione.
                    Daniela Cesta
                    Composta martedì 13 febbraio 2018
                    Vota la poesia: Commenta