Cade la pioggia di Shirley

Oggi piove molto... lo sento dal mio letto nella stanza buia dove sto riposando
la pioggia è molto forte struscia la serranda con violenza come se volesse penetrare all'interno...
ogni tanto qualche piccolo chicco di grandine sbatte contro la finestra e sembra voglia spaccarla. Una lotta, una lotta contro noi, una lotta per bagnarci
la pioggia purifica tutto... anche l'anima... l'acqua cade e tutto scivola giù la terra, le piante, ogni cosa perde di valore come tutta la giornata...
che sia un modo per ripulire il male la pioggia?
Per far scivolar via tutti i brutti ricordi?
Tutto il dolore?
Tutta la la noia?
Che sia un modo per farci capire qualcosa?
Per ripulirci dentro?
La pioggia cade e tutto il mondo sembra tacere al ritmo frenetico delle gocce d'acqua...
tic tic
frenesia e pace tutto in due gocce d'acqua...
la pioggia ci imita. Imita noi umani ogni gg a combattere contro la nostra vita frenetica
svegli presto la mattina, corse per nn fare tardi, mille impegni, mille appuntamenti mai un attimo di pace...
forse è questo che vuole regalarci la pioggia un attimo di pace!
Un attimo per ascoltare!
Un attimo per osservare il mondo cadere nel grigio e renderci conto di quanto sia bello rimanere un po' in silenzio un po' fermi
ad ascoltare solo il rumore di quella pioggia che tra le tante alte cose pulisce anche la nostra anima.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: passioni

    Inutili Tormenti

    Tanto più luminoso ne è il ricordo
    quanto più difficile sarà oscurato
    quando riappare nel cuore ormai sordo
    ora di vuoto solo ornato,

    il suo apparir così improvviso
    che lo fa sembrar perennemente acceso.

    Come se fosse ancora vero
    intrappolato nel mio essere
    questa luce che è un mistero
    all'ombra di bugie così misere,

    di discordia ne furon portatrici
    nell'anima vi son le cicatrici.

    Ma d'un tratto attorno mi guardo
    il momento è ormai arrivato
    dal tormento in cui mi perdo
    sarò ben presto allontanato.

    La vita scorre è ormai ho deciso,
    non più lacrime sul mio viso.
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: giosc

      Amore malato

      Lasciarono una traccia che li portò nella strada del perdono, a cercarsi.

      In un momento Tutto è Niente.
      Il niente non ha sapore. L'odore sì, quello è nell'aria.

      È odore di fumo quello che, Tutto ha negli occhi.
      Tutto, è impresso nella memoria dell'uomo che,

      vorrebbe essere già, un Vecchio
      con troppa esperienza e con troppi sentimenti.

      Niente è un bambino, quello che c'è in ogni uomo.
      È leggero, lui, non ha memorie

      è travolto dai colori della vita,
      è fiducioso

      Il Tutto di oggi è il Niente di domani.
      Questa nuova stagione abbaglia, attrae come gli opposti.

      Tutto è pesante, non riesce a respirare.
      Quella nuvola di fumo lo avvolge.

      Non può vedere il mio volto.
      Lui può sentire... sì, sentire quel maleodorante odore di vita vissuta.

      Lasciarono una traccia che li portò nella strada del perdono, a ritrovarsi.

      Nell'attesa, amore mio malato.
      Anonimo
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Sofia

        Affollata di solitudine

        Niente
        provo a sentire un sentimento
        non mi riempie
        forse il vuoto
        lasciato da un calice
        solo falsamente riempito
        di un vino che non disseta il mio cuore

        il mio animo si rannicchia
        in un angolo della doccia
        mentre scorre un'acqua
        fredda
        come la solitudine

        voci sorde intorno a me
        richiamano l'attenzione delle mie idee
        ma l'ombra che vive dentro il mio corpo
        le riprende con ragnatele di tristezza

        mi sento sola.
        Anonimo
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di