Scritta da: Poetessa innamorata

Guardami

Ti prego: guardami... dimentica un attimo il resto del mondo, la differenza d'età, la ragazza per cui mi hai lasciato perdere, la paura di amarmi e tutte le altre cose.
Fermati! Guardami dritto negli occhi e dimmi se è davvero la scelta giusta, chiediti se è davvero inutile rischiare.
Guardami e immergiti nella profondità dei miei pensieri che parlano di te.
Guardami per la prima volta butto la maschera che mi sono creata e permetto a una persona di scoprire chi sono realmente. Permetto a te di vedere quanto amore ho da dare.
Guardami, rifletti e se sei contento così allora vattene e non ritornare indietro.
Guardami, ciò che ti chiedo è di amarmi se non ne sei capace allora Addio
Però non andartene senza darmi una risposta. Senza darmi spiegazioni sulle tue scelte senza te potrei morire.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Le mie mani sfiorano
    i tuoi occhi che non parlano
    le tue labbra che non sentono
    quel dolce sapore che avrei dentro.
    Sei lontano come il sole
    il buio mi travolge,
    le tue parole sono vuote
    e questo freddo mi sconvolge.
    Vieni accanto a me
    ti direi quelle cose
    che aimè sembran vere
    come il profumo delle rose.
    Niente più paura,
    non ci saranno rimpianti,
    lasciati andare
    non farmi andare avanti.
    Continuare per quella strada
    che fino qui mi ha portata
    forse non serve a noi
    ma a chi ci ha creduto più che mai...
    come me,
    che adesso non riesco più a credere
    in quell'"amore senza fine",
    che così
    non riesco neanche più a volere...
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta

      Regalo

      Il tuo profumo mi porta lontano
      dove non riesco ad arrivare,
      dove per colpa di un desiderio invano
      ti sei rifugiato per poter ancora sognare.
      Non tenermi così distante,
      il mio cuore è afflitto da un sol pensiero
      Te amore mio,
      che ogni volta vai via
      dopo un solo giorno intero.
      Indosso il tuo regalo
      che mi riporta al tuo sogno,
      tremo per la paura
      che tutto possa finire,
      per la delusione di non poterci più riuscire
      e di dover fuggire
      lì dove c è ancora una speranza,
      che mi riporta a noi
      soli seduti in una stanza.
      Anonimo
      Vota la poesia: Commenta

        Addio

        A volte spero che tutto finisca,
        chiudere gli occhi e non vedere più la luce,
        addormentarmi e non svegliarmi più.
        Sarebbe un sollievo, la fine di un incubo.

        La vita è un bene prezioso,
        ma a che serve se non si è felici,
        se non c'è più amore.

        La vita mi ha sottratto chi la vita mi ha dato
        e mi sta sottraendo chi con me la vita ha donato.

        Ho erso un muro, tempo fa, e ho sbagliato.
        Pensavo che la forza dell'amore riuscisse ad abbatterlo,
        ma chi sta dall'altra parte lo ha fortificato.
        Non c'è più amore.

        Io non ho più la forza,
        risucchiata e imprigionata in quel muro.

        Dicono di comunicare ma il muro è troppo spesso,
        le parole non lo oltrepassano.
        Dicono di inginocchiarsi, dare e chiedere perdono,
        ma il muro non è trasparente,
        chi sta dall'altra parte non vede.
        Si può comunicare col cuore, ma l'altro è chiuso,
        non capisce.

        Solo la morte riuscirà ad abbattere il muro,
        un pianto disperato lo sgretolerà.

        Addio a chi non ho saputo dare
        addio da chi non ha avuto il coraggio e la forza di ricominciare.
        Anonimo
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di