Scritta da: Tuocucciolo .

Impazzirò d'amore

Sentire una bella canzone ma non averti vicino,
vedere il mare al tramonto e non averti vicino,
sentirsi tristi e non averti vicino,
sentirsi felici e non condividerlo con Te,
non ti ho vicino ma sarai sempre nel mio cuore.
Come un arcobaleno senza colori,
come una stella senza luce,
come un albero senza foglie,
come un gabbiano senza ali mi sentirò,
ma quando aprirò il ricordo di Te nel mio cuore,
impazzirò d'amore.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: edelweiss
    Amico bianco: quando nasco, sono nero -
    quando cresco, sono nero -
    quando è caldo, sono nero -
    quando è freddo, sono nero -
    quando ho paura, sono nero -
    quando sono malato, sono nero -
    quando muoio, sono nero.

    Tu, quando nasci, sei rosa -
    quando cresci, sei bianco -
    quando è caldo, sei rosso -
    quando è freddo, sei viola -
    quando hai paura, sei giallo -
    quando sei malato, sei verde -
    quando muori, sei grigio.
    allora, perché continui a chiamare me "uomo di colore"?
    Anonimo
    Composta venerdì 6 maggio 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: DoLcEsSenZa .....
      Se un giorno ti venisse voglia di piangere,
      chiamami...
      Non prometto di farti ridere,
      ma potrei piangere con te....
      Se un giorno tu decidessi di scappare,
      chiamami...
      Non prometto di chiederti di restare,
      ma potrei scappare con te...
      Se un giorno ti venisse voglia di non parlare con nessuno
      chiamami...
      In quel momento prometto di starmene zitta.
      Ma, se un giorno tu mi chiamassi
      e io non rispondessi...
      Vienimi incontro di corsa...
      ... forse ho bisogno di te!
      Anonimo
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Sofia

        Affollata di solitudine

        Niente
        provo a sentire un sentimento
        non mi riempie
        forse il vuoto
        lasciato da un calice
        solo falsamente riempito
        di un vino che non disseta il mio cuore

        il mio animo si rannicchia
        in un angolo della doccia
        mentre scorre un'acqua
        fredda
        come la solitudine

        voci sorde intorno a me
        richiamano l'attenzione delle mie idee
        ma l'ombra che vive dentro il mio corpo
        le riprende con ragnatele di tristezza

        mi sento sola.
        Anonimo
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di