Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie d'amore


Scritta da: Rosanne Donatiello
in Poesie (Poesie d'amore)

Tu sei niente per me

Lei diceva che era troppo per lui,
troppo bella, troppo perfetta, troppo forte.
Sembrava quasi spaventato da tutto questo,
forse si sentiva meno uomo.
Lei non capiva il significato di quelle parole,
ma non gli permise di continuare.
Alzò lo sguardo e fissandolo negli occhi gli disse:
se sono troppo per te,
tu sei niente per me.
E quella fu l'ultima volta che lo vide.
Lui la rimpianse per sempre.
Composta giovedì 19 novembre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rosanne Donatiello
    in Poesie (Poesie d'amore)

    Sogni d'oro... bambina mia

    Mi piace ascoltarla
    mentre cade lenta la pioggia.
    Mi lascio trasportare dal suo dolce canto,
    riportando alla mente ricordi di quando ero piccina,
    delle sere in cui davo il bacio della buonanotte al babbo,
    di mia mamma che saliva a rimboccarmi le coperte,
    ricordo il dolce suono della sua voce,
    mentre mi diceva,
    sogni d'oro... bambina mia.
    Il ricordo di quei tempi,
    è rimasto per me un dolce tesoro
    da custodire per sempre,
    nel mio cuore.
    Composta giovedì 19 novembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Gaetano Toffali
      in Poesie (Poesie d'amore)

      Armonia fringuella

      È un'armonia fringuella
      questo stare per casa
      girare sciolto
      pensare a manovella
      rimettere i miei libri
      a posto con le mani
      spostare i soldatini
      sapere che mi chiami
      far nulla in allegria
      giocolare ai pensieri
      felice che sia oggi
      stupito fosse ieri
      un altro giorno ancora
      di te che chiami amore
      il ritmo sincopato
      che ci lega in giro al sole
      di un mattino solo
      che solitudine non è
      gingillo e poi fringuello
      pensando tanto a te.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna D.
        in Poesie (Poesie d'amore)

        Non lasciarmi mai

        Resto in silenzio dinanzi a te,
        ladro che mi rubi non solo le parole
        ma anche l'anima.
        Non c'è bisogno di chiederti nulla.
        Ho solo necessità di stare al tuo fianco,
        respirare la tua stessa aria
        e magari baciarti fino a perdere i sensi,
        mescolare i battiti del mio cuore con il tuo
        quando azzeriamo le distanze.

        Allora sono fuochi d'artificio,
        è magia,
        è come vedere tutto il mondo nei tuoi occhi.
        È come innamorarmi di nuovo per la prima volta
        avendo tuttavia memoria di ciò che abbiamo vissuto.
        Ho memoria delle mie lacrime
        e del dolore
        che tuttora sento quando non sei al mio fianco.
        Ti amo con ogni fibra del mio corpo.

        Ti amo fino a perdere cognizione del tempo e dello spazio.
        Ti amo fino a dimenticare ogni cosa,
        anche me stessa,
        per poi ritrovare la ragione di tutto nei tuoi occhi,
        il rifugio più sicuro tra le tue braccia.
        Vivo di te come se fossimo un unico essere,
        come se avessimo un unico cuore
        che batte, batte forte e batte ancora per l'amore
        che ci unisce e ci rende immortali.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Matt Column
          in Poesie (Poesie d'amore)

          Non piangere

          Non piangere,
          cara diletta dei sogni miei
          quando la quiete
          sempre più vicina arriva.

          Io,
          ascolto il respiro tuo
          mostrandomi ad una finestra:
          pari un angelo inerme
          che riposo
          è venuto a dedicare.

          Io,
          ascolto sul grembo tuo
          inquietudine e solitudine
          che con mestizia
          stivano il tuo capo.

          Guarda... d'incanto,

          un bagliore nel ciel
          il tuo cuore
          viene a rapire
          e nella bruma
          tedia come il rumore
          il tuo corpo
          vedo svanire.

          Non piangere,
          mia cara diletta.
          Amore
          provo per te.

          Tutto è speranza
          anche se gracile mi rende assai
          la nostra lontananza.
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Luigi Principe
            in Poesie (Poesie d'amore)

            Lontani ma non distanti

            Quando sospiri, vedo
            l'incanto del tuo sogno
            alto, inviolabile, profondo.
            Quando sospiri, sento
            l'ardore del tuo intento,
            il profumo delle tue stanze
            e so che dove tu mi sogni
            è ancora e sempre dove
            devota mi accoglierai.
            Quando sospiri, sento
            il fragore dei tuoi anni
            e assaporo il disincanto
            di quel desiderato istante.
            Composta venerdì 1 maggio 2015
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: frescamarina
              in Poesie (Poesie d'amore)

              Amore non amore

              L'autunno è nei viali
              il giorno umido si vela di
              fumo dalle case
              lontano ardono fuochi di
              stoppie e sale un
              largo spazio di vento
              mentre guido tra campi
              appena arati scompone le
              foschie e mi riporta a quei
              giorni perduti in un antico
              cammino; e come il saperti
              lontana mi fa esserti così
              tanto vicino. Il tuo profilo
              scivola dietro al vetro e
              tu mi assali, d'occhi chiari e
              di riflessi d'ambra mentre
              sfumano piano i ricordi.
              Amore, mio non amore... tu
              ritorni ad aprirmi il cuore
              e a farmi dolcemente male.
              Composta nel ottobre 2014
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Pietro Nigro
                in Poesie (Poesie d'amore)

                Quanto t'amo dirti vorrei

                Quanto t'amo dirti vorrei
                con parole dolci come soffi di brezza
                ai crepuscolari ulivi
                su uno sfondo rosato di cielo e di mare.
                Quanto t'amo dirti vorrei
                con la voce della mia terra
                arsa di sole,
                dal sapore di lava
                e passioni mai sopite assolate di giallo
                della sabbia del Sud.
                Irrefrenabile scorgi nei miei occhi
                ed io nei tuoi
                questo senso di mutuo perderci
                io e te in noi
                nell'attesa di una notte propizia
                in cui si scontrino i nostri due sogni.
                Vota la poesia: Commenta