Scritta da: loris92
Esisterà un sentimento più forte del saper chi io so?
Esisterà una paura più grande di voler scoprirlo?
Il miei gelidi occhi
scorgono la pazzia.
Scoprir,
che l'infinito orizzonte
che il cor così mi strinse,
tanto m'illuminò...
tanto,
mi rese uomo.
Qui spaurito, scalpita il ricordo
lontano...
E se io
nello infinito
cercassi amore,
fama
o misericordia,
quasi non rimembro più...
Ma così sembra
quando folle
la voglia di sapere,
chi son io?
E la riscoprii in un abbraccio di un fratello
nell'amore di una madre
nelle delusioni della mia vita...
Chi sono io se non l'ombra dei miei sogni,
se non dorata ambrosia degli dei!? chi son io?
Anonimo
Composta martedì 24 maggio 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giuseppe Cepparulo

    Ti amo...

    Ti amo come un padre ama il proprio figlio.
    Ti amo come un cucciolo ama la propria mamma.
    Ti amo come il sole ama la luna.
    Ti amo perché sei unica e speciale.
    Ti amo come un soldato ama e difende la sua Terra.
    Ti amo, perché nonostante mi hai allontanato dalle persone a me più care, ogni giorno mi permetti godere di nuove gioie.
    Anonimo
    Composta martedì 24 maggio 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Dino Di Girolamo

      Che ne sai

      Che sai tu della vita
      che s'interrompe mentre ancora vivi?

      Che ne sai tu
      di lacrime versate e trattenute
      di quel dolor che preme dentro l'anima
      che toglie spazio
      gusto e sapore ad ogni tuo pensiero?

      Che ne sai tu
      dei momenti di gioia non goduti
      d'entusiasmi repressi
      di sorrisi apparenti
      solo nel verso della bocca espressi?

      Che ne sai tu
      della vuotezza dei significati
      dei pensieri insensati
      che lascian solchi profondi sulla pelle
      e nelle vie dell'anima
      vanno a cristallizzarsi?

      Non ne sai niente... Non saperne mai!
      Anonimo
      Composta lunedì 29 giugno 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di