Scritta da: Sto Creando
Viene fuori
la sera
per mangiarmi
malvagia
avida
non l'ho mai sfiorata
ma è bellissima
non l'ho mai sentita
bisbigliare
ma si era nascosta
sotto il letto
e adesso
è affamata e si dimena
e fa rumore sulle mie ossa

saziati, dunque
lacerami la pelle
scava
carne
cruda
sbrana ogni centimetro della mia anima
bevi il mio amore liquido
consumami e poi nasconditi ancora nella notte
senza lasciare alcuna traccia
o miei brandelli.

E domani, all'alba
farò fatica a riconoscermi
e a ricordarti.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta

    Consapevolezza

    Osserviamo un animale
    può sembrare freddo e immorale,
    con puri istinti da sfoggiare
    oltre i fiumi e l'artificiale.

    Può sembrare semplice e taciturno,
    ma se guardi bene ha un vissuto.
    Dietro il suo sguardo arguto,
    vede in te, il fare da immaturo.

    Sia l'insegnamento ricevuto,
    sia l'agire da perverso e venduto,
    caro umano, ci hai goduto.
    "La consapevolezza è un dono impuro."
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di