Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Mariella Mulas

Ti voglio bene

Quante volte
tre parole
possono essere
un fiorir di sensazioni
che nutrono di vibrazioni
e danno senso dello sguardo
di chi ami.
Quanto è profondo
avvertire essenziale quel sentimento,
intenso, che s'allunga
tra le vene e scorre
a far sobbalzare il cuore.
Ti voglio bene...
del piccolo al risveglio
e nel richiamo lungo la sua notte misteriosa,
della madre stanca
di battaglie quotidiane
che ti guarda
la tristezza ma che
ti consola forte di futuro.
Di un padre forse a volte burbero
che poi ti porta alle stelle.
Ti voglio bene...
di una nonna che
non riconosce il suo tempo
per sorridere di sogni
ma che vede sempre verdi nei tuoi.
Dell'amante nell'abbraccio
per rincorrerti di tenerezza
prima della passione.
Ti voglio bene
di un amico che ha
simpatia e calore nelle tasche
in abbondanza,
dell'amica, sorella di confidenze
mai trattenute di risate, alla fine.
Ti voglio bene
anche nell'umido muso
di un cane e di un gatto
che ti sfiora un attimo
come a dirti... coraggio.
Ti voglio bene...
Semplici e uniche parole
per decifrare la vita di speciali momenti
consapevole che esisti amata
in chi amerai sempre.
Mariella Mulas
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mariella Mulas

    Scrosci di pioggia

    Prima pioggia a scrosci
    a invitare il mare,
    occhieggiante di spume,
    a incuriosirsi
    di un cielo che s'innamora
    di nubi... le strapazza
    e le sparpaglia in gocce
    in ogni dove
    mentre primi rigagnoli
    s'infiltrano gioiosi
    in venature terrose assetate
    a risvegliare dall'apatia
    germogli autunnali.
    Primo soffio frizzante sulla pelle
    per dimenticare o addormentare afe...
    insieme a quegli amori nati
    per caso
    e per caso già finiti.
    Ma sarà proprio la prima pioggia
    forse quel campanello di rimpianti
    a ricordare
    ore palpitanti di primi baci
    che sapevano d'istanti di passione
    e salsedine.
    Mariella Mulas
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mariella Mulas

      E continuerò

      Attraverserò sentieri
      anche se s'inerpicassero, sempre
      più impervi, su monti...
      basta che tu stringa la mia mano
      per avvertirmi
      di dirupi sibillini.
      Attraverserò ghiacciai...
      sarò scaldata
      dal tuo sguardo
      mentre ci abbracceremo
      avvolti di bianco accecante
      o da nero pungente della notte
      glaciale.
      Proteggerai i miei occhi
      dal riverbero delle ansie
      con i tuoi carezzevoli.
      ... e continuerò a ridere d'amore
      mentre ascolti stupito
      le mie fantasiose parole
      e seguirai sorridente
      i miei passi sicuri di te
      in questo semplice nostro giardino
      mentre a volte maldestri
      ma sempre uniti
      coltiviamo la vita del tempo
      tra fiori fragili appena sbocciati...
      Mariella Mulas
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mariella Mulas

        Solo poesia

        Poesia
        appunti dell'anima,
        in cuore frenetico
        di stati d'animo,
        per tratteggiare
        tra righe scritte,
        senso d'infelicità
        o rari istanti di gioia.
        Poesia
        per dire amore,
        facendo luccicare
        una lacrima nascosta
        che si asciugherà
        quando leggendo capirà.
        Poesia
        per inneggiare bellezza di colori,
        per avvertire sogni
        anche in un onda che sfiora
        o in una nube
        che scivola ombreggiando
        capelli al vento...
        Poesia
        negli occhi limpidi di bimbo
        che vede ridere anche il sole
        baciando mamma e papà.
        Solo poesia
        di ogni emozione della vita
        per esistere
        sapendo tutto di noi.
        Mariella Mulas
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Mariella Mulas

          Non è facile l'amore

          Docile sorge
          il sogno d'amore
          al primo divenire
          di una sensazione.
          È un richiamo
          di batticuore,
          è un sentire di passione
          in sensi all'estasi allettati d'attrazione.
          Allo sguardo
          sfiorar labbra
          è desiderio di baci
          e parole, al caldo respiro, solo sospiri voraci.

          E se pure non è facile l'amore,
          giorno dopo giorno,
          che s'imbatte nel dolore,
          che si macera
          di sospetto,
          che s'ammala di distacco,
          che di rimpianto
          si veste per non essere stato ricambiato...
          e se pure non è facile l'amore
          che nel cuore
          sanguina anche d'orrore...

          lo stesso, tenace, s'insinua
          tra tappeti o fango,
          in giardini o deserti,
          e sussurra: non sono facile...
          e sono unico tormento
          di un agognato insostituibile sentimento,
          senso del respiro d'emozione
          di cui sono eterna vitale tentazione...
          Mariella Mulas
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Mariella Mulas

            Dimmi se

            Il vento urla l'angoscia di chi soffre
            o ride sguaiato dei sogni...
            rumoroso, piange la solitudine
            o, tra i rami, sibila per stordire il silenzio.
            E il vento soffia per disperdere sconforti
            o, in vorticosi mulinelli,
            accumula sconfitte
            nei vicoli bui dell'esistenza.
            Ancora... dimmi...
            un vento deciso
            porta via le nubi della gelosia
            o, indifferente, le addensa
            costringendo il dubbio
            ad avvolgere la mente.
            Ti prego, è il vento che smuove i miei capelli,
            o il ricordo delle tue mani...
            Il suo insistente mormorio
            è il pensiero della tua voce
            o solo folate di rimpianto
            che scuotono le persiane chiuse
            del mio stanco sogno.
            Dimmi è nel vento il tuo profumo?
            Mariella Mulas
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Mariella Mulas

              Vorrei donarti

              Vorrei donarti scale d'infinito
              per raggiungere
              l'Olimpo dei sogni...
              Ti darei ali,
              piume di vento,
              per spaziare emozioni
              e, ad ogni palpito,
              il tuo sorriso
              darebbe più calore del sole
              e illuminerebbe
              gli antri oscuri del silenzio...
              Vorrei arcobaleni
              per vestire la tua anima di colori
              ma ho solo parole
              per invogliare desideri
              e, con i miei pensieri,
              posso offrire miraggi di certezze
              ad assecondare di coraggio
              il viaggio della tua vita,
              lastricando di fiducia
              quel sentiero che conduce solo al destino.
              Mariella Mulas
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Mariella Mulas

                Michael

                S'ode l'urlo
                del mondo che trema
                ormai il tuo silenzio... Michael.
                Voce, musica,
                voglia di gioventù
                nel tuo volto che rincorreva
                l'impossibile dei desideri.
                Cinquanta il tempo
                della vita per consegnarti mito
                ... Tu,
                che sei stato
                e resterai fra i miti
                nel pensiero.
                Peccatore forse
                di lustrini,
                ammaliatore d'intenti
                ma il cuore tuo no...
                Era come il nostro
                nei tempi d'ingenuità
                dove note
                si addensavano di parole
                ripetute,
                cantate, trasformate
                in inno di quei sogni
                che hai creato,
                vitali di passato
                immortali di futuro.
                Mariella Mulas
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Mariella Mulas

                  E cercherei

                  E cercherei
                  luce bianca per non accorgermi
                  di ombre invadenti...
                  ma lascerei che riflessi
                  addolcissero ciuffi di capelli
                  per accarezzare anche solo
                  con lo sguardo il tuo profilo sfumato.

                  E il sorriso
                  coltiverei nel tuo sorriso
                  per trovare spazi di gioia
                  solo nell'avvertire un fiato
                  che mi sfiora... appena.

                  ... e gli occhi miei
                  non si arrenderebbero
                  alla penombra dell'incoscienza,
                  ti troverebbero ugualmente
                  in tutte quelle cose
                  che sanno di te.

                  E cercherei l'infinito
                  in un solo bacio vagheggiato
                  che si anima nell'immagine
                  di un amore che, testardo
                  solo nel mio cuore, è ancora tempesta.
                  Mariella Mulas
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Mariella Mulas

                    Come un sogno

                    Ho sospirato
                    notti buie che più veloci
                    s'imbiancassero d'alba...
                    ho cercato luce
                    che portasse chiarore
                    nei pensieri...
                    Come un sogno
                    ho attraversato spazio mentale
                    che ha fermato il tempo
                    e vi ho ritrovato quei primi sorrisi,
                    quelle prime timide parole
                    al gioco ridente di echi
                    lasciati vagare alla brezza
                    di un'età che non evocava passato...
                    Ho lasciato orme
                    ... ricordo
                    sulla quella sabbia
                    che solleticava i nostri corpi
                    e che tra mani poi, impazienti,
                    scivolava su ogni momento di sensualità
                    tra spruzzi di mare accogliente...
                    Come un sogno
                    ancora m'incanto ai flussi dell'onda
                    che intona sempre lo stesso canto
                    e mai stanca del suo disperdersi in gocce
                    ... solo lei ignara e indifferente
                    della nostalgia.
                    Mariella Mulas
                    Vota la poesia: Commenta