Scritta da: CINELLA MICCIANI

Luce tra luci

Ho bisogno
di ridare luce
all'anima mia.
Vivo di bene
d'amore, sorrisi.
Rifuggo l'odio
l'astio amaro.
Amo la pace
il calore vero
la serenità.
La mia anima
ha necessità
di ritrovarsi.
Nel mio silenzio
dolce, protettivo
rintraccio sempre
quiete, pace.
Fa male al cuore
quel tramare vile
di chi colpisce
a tradimento.
Mi fido troppo.
Fa parte di me.
Essere così
mi fa star bene
pur se lo pago.
Chi pugnala
non è migliore
né più bravo.
Vive nel buio
e non ci bada.
Io sono luce viva
irradiata d'amore.
Niente oscurerà
il brillio d'estasi
che vive con me.
Luce tra luci
risplendo al buio.
Cinella Micciani
Composta sabato 19 gennaio 2019
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    Appello di cuore

    Rivolgo a voi
    donne e uomini
    l'appello di cuore.
    Uniamo le forze.
    La lotta impari
    tra donna uomo
    non ha senso.
    Facciamola uniti
    tra male e bene
    tra esseri umani
    e mostri malati.
    Aiutiamo donne
    deboli, inermi,
    senza il coraggio
    di denunciare.
    Parlo a mariti,
    padri, fratelli,
    capaci di capire.
    Lottiamo decisi
    contro il male.
    Emarginiamo
    mostri disumani.
    Sono minoranze.
    Se siamo uniti
    vigili, compatti,
    vinceremo male
    ingiustizia, pazzia.
    Vi prego, ascoltate
    l'appello del cuore
    che vuole credere
    sperare ancora.
    Non ci arrendiamo.
    L'unione è forza.
    L'indifferenza
    preclude salvezza.
    Irradiamo l'anima.
    Luce d'amore puro
    sarà brillio eterno.
    Cinella Micciani
    Composta sabato 19 gennaio 2019
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      Fammi capire

      Da tempo ormai
      combatto a parole
      contro esseri
      disumani, spietati,
      incapaci di vivere
      amare, ragionare.
      La lotta è impari.
      Le parole volano
      le morti restano.
      Non ti chiedo
      se hai un cuore.
      Fammi capire
      cosa t'accade.
      Spiegami chiaro
      cosa avviene
      quando ti lascia
      la donna disperata
      che ha terrore di te.
      Fammi capire
      se ti fai domande.
      Fammi capire
      cosa ti sconvolge.
      Certo non l'ami.
      Mai l'hai amata.
      L'amore è rispetto
      condivisione
      non possesso.
      Per te non è così.
      È tua o di nessuno.
      Non sei un uomo
      né so qualificarti.
      Fallo tu da solo.
      Se puoi perdonati.
      Né lei né noi tutti
      potremo farlo mai.
      Cinella Micciani
      Composta sabato 19 gennaio 2019
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        Senza scampo

        Non cercarmi.
        Aborro parole
        buttate al vento.
        Hai consumato
        il tempo di capire
        sperare, cambiare.
        Ho atteso invano
        fino a spegnermi.
        Ho barattato
        pezzi di vita vera
        carne viva di me
        con briciole di bene.
        Eri la mia favola.
        Sei solo tormento.
        Ho raccolto cocci
        di sogni svaniti.
        Ora che è tardi
        so bene chi sei.
        Non ho scampo.
        Hai disilluso tutto.
        Resta il rimpianto
        d'un finto amore
        beffa dell'anima.
        Hai frantumato
        sogni, speranze.
        Non cercarmi.
        Volevi un gingillo
        per il tuo piacere,
        oggetto solo tuo.
        Fuggo disperata
        senza scampo.
        L'anima mia
        dissolta nell'etere
        è cenere fumante
        già sparsa al vento.
        Cinella Micciani
        Composta sabato 19 gennaio 2019
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: CINELLA MICCIANI

          Crollo totale

          Sono disorientata.
          L'anima è confusa.
          Pongo domande.
          Non ho risposte.
          Non è possibile
          vivere così.
          Non è vita questa.
          È crollo totale.
          Non comprendo.
          Ho solo terrore.
          Sembra una gara
          tra chi lotta ardito
          contro ingiustizie
          e chi ne commette
          senza più freni.
          Femminicidio.
          Abusi orrendi.
          Stupri, incendi.
          Famiglie intere
          spazzate via.
          Annunci assurdi
          bollettini di guerra
          orrore a non finire.
          Dio non stancarti
          di tanta ignominia.
          Guardi e soffri.
          Supplico Te, Dio.
          Abbi pietà di noi.
          Intervieni Tu.
          Sana menti malate.
          Non abbandonarci.
          Tu puoi frenare
          il crollo totale.
          Riporta luce radiosa
          nell'universo intero.
          Facci brillare.
          Solo la Tua luce
          salvarci potrà.
          Cinella Micciani
          Composta sabato 19 gennaio 2019
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di