Scritta da: CINELLA MICCIANI

A perenne memoria

Il ricordo straziante
ancora raggela l'anima.
È un momento
nella storia dell'umanità
in cui tutto sembra perso.
La mente inorridisce.
Nel cuore emergono
urla disperate
pianto ossessivo
sangue vivo
di madri straziate
e d'incolpevoli figli.
Niente sa più d'umano.
Tutto sparisce
tra le spire
di demoniaci forni
tra volute di fumo
che s'alzano al cielo
ad oscurare la luce.
Resta il silenzio
e cenere, tanta cenere.
Nessuno ha più lacrime
né ribellione
né sangue nelle vene.
Nelle fosse straripanti
mucchi di ossa scarnite
urlano al mondo
lo strazio infinito
degli innocenti
a perenne memoria
di tanta sciagurata
esecrabile ignominia.
Cinella Micciani
Composta martedì 13 febbraio 2018
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    A monito eterno

    A voi piccoli fiori
    bimbe e bimbi
    luminose stelle
    anime candide
    va l'immenso
    disperato dolore
    che questo giorno
    rinnova con strazio.
    Non ci sono parole
    che possano valere
    per testimoniare
    al mondo intero
    la vergogna
    l'abominio
    il disprezzo
    dell'umanità
    verso gli aguzzini.
    Siano monito eterno
    la furia disumana
    l'accanimento folle
    di un'idea distorta
    assurta ad ideale
    inculcata nelle menti
    al punto di ritenere
    "pulizia" etnica
    la scellerata, assurda
    ideologia razziale
    fondata sull'odio.
    A voi piccoli fiori
    strappati dalla pianta
    va l'amore immenso
    il ricordo imperituro
    d'un cuore di mamma
    che ama vedervi
    gioiosi angioletti
    cantare felici in cielo
    strette le manine
    in un allegro girotondo
    mentre il cuore brilla
    e la gioia mai fine avrà.
    Cinella Micciani
    Composta martedì 13 febbraio 2018
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      Anniversario

      Prostrata ai tuoi piedi
      Signore misericordioso
      a mani giunte ti chiedo
      di non lasciarmi sola
      in questa giornata
      che sto rivivendo
      contro la mia volontà
      come fosse in atto.
      È trascorso un anno
      ma tutto è così vivo
      lacerante, distruttivo
      che io mi vedo lì
      piegata su di me
      a chiamarlo
      accarezzarlo
      stringerlo forte
      per non perderlo.
      Ti prego, signore
      dà pace all'anima mia.
      Fà che io ritrovi
      un sorriso luminoso
      che illumini il cuore.
      Non voglio piangere
      bagnare l'anima sua
      di lacrime amare.
      Aiutami, Dio mio
      ad irradiarlo di luce.
      Fallo risplendere
      come stella radiosa
      luminescente e bella.
      Voglio pensarlo
      accanto a te
      allietato da un coro
      di piccoli angeli festosi
      mentre sorride sereno.
      Se sentirò la sua pace
      anche l'anima mia
      la quiete anelata
      finalmente ritroverà.
      Cinella Micciani
      Composta martedì 13 febbraio 2018
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        A te amore

        22 gennaio
        la data del dolore.
        Lo è stata allora
        lo è di più oggi.
        Nel tempo reale
        è lontana un anno
        nel cuore è viva
        attuale, lacerante.
        Il ricordo squarcia
        l'anima dilaniata
        ma io lo impedirò.
        Passerò ogni istante
        insieme a te, amore.
        Ti racconterò di noi
        di ciò che accade
        dei figli adorati.
        Divideremo tutto.
        Ingoierò le lacrime
        perché tu non soffra.
        Dipingerò un sorriso
        bellissimo, radioso
        che volerà fino a te.
        Sarai la mia forza.
        Tu nel mio cuore
        io tra le tue braccia.
        Ogni mio respiro
        sarà un anelito.
        Avrà il profumo
        dell'amore vivo
        speciale, eterno.
        Vivrò abbracciata
        come in un sogno
        intessuto da lembi
        di cielo scintillante.
        Non sarà un addio.
        Il tempo s'è fermato
        in attesa di noi.
        Quando Dio vorrà
        torneremo insieme.
        Due esseri sereni
        felici, appagati
        uniti per l'eternità.
        Cinella Micciani
        Composta martedì 13 febbraio 2018
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: CINELLA MICCIANI

          Anima nuda

          Spogliata
          dai pensieri
          libera da remore
          metto a nudo
          l'anima mia
          senza paure
          condizioni
          incertezze.
          Sono un essere
          forte e fragile
          incerta e sicura
          combattiva
          se difendo diritti
          principi, valori.
          Rispetto tutti
          onoro la vita.
          Non so mentire
          né tradirei mai
          la fiducia altrui
          amo il bello
          la magica natura
          le meraviglie
          del creato.
          M'illuminano
          di luce radiosa
          come stella fulgida
          o scintilla di cielo.
          M'immergo felice
          tra le onde sinuose
          del mare infinito.
          Volteggio nell'aere
          scia d'un sorriso
          d'un bacio d'amore.
          Darei la mia vita
          per chi è parte di me.
          So perdonare
          dimentico il male
          perché mi fa bene
          vivere in pace
          dando tutto di me.
          Sono piccola cosa
          ma una cosa vera.
          Cinella Micciani
          Composta martedì 13 febbraio 2018
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di