Scritta da: Nastjia

Notte Infinita

Ho parlato con te,
notte,
di quel buio che t'avvolge
e in cui tutto scompare.
Ho parlato di te,
notte,
di quella paura che rimane
e che non se ne vuole più andare.
Ho parlato contro di te,
notte,
nel dolore
di un mattino senza sole,
ho maledetto la tua follia.
Ti ho abbracciato sfinita,
notte,
e nel silenzio disperato
di un pianto senza fine
mi hai mostrato
una nuova via...
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Phantastica

    Proteggo i tuoi occhi

    Stringo con la mia mano
    che invecchia, la tua mano,
    e proteggo i tuoi occhi
    con questi occhi che invecchiano.
    Belva di spente età, mi bracca l'orrore,
    sono arrivato da te
    attraverso rovine di mondi,
    e attendo, insieme a te, atterrito.
    Stringo con la mia mano
    che invecchia, la tua mano,
    e proteggo i tuoi occhi
    con questi occhi che invecchiano.
    Non so perché né sino a quando
    rimarrò qui con te:
    ma stringo la tua mano
    e proteggo i tuoi occhi.
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Bamby85

      Io Amo

      Amo quei caldi raggi di sole
      che mi danno il buongiorno al mattino
      Amo lo splendore della luna
      che si riflette sull'argento del mare
      Amo l'odore pungente dell'erba
      dopo un temporale
      Amo chiudere gli occhi
      e perdermi tra le voci della natura
      Amo le persone vere e sincere
      che danno tutto senza nulla pretendere
      Amo restare in silenzio
      e ascoltare la voce dei miei pensieri
      Amo ritrovarmi tra le note di una canzone
      o tra le pagine di un libro
      Amo le piccole cose
      la semplicità
      l'ingenuità di un bambino
      che si perde tra mille perché
      Amo ciò che sono
      Amo chi mi ama
      chi non è riuscito a farlo o ci ha rinunciato
      perché sono fatta così
      Io Amo.
      Anonimo
      Composta mercoledì 20 giugno 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Bamby85
        l'infinito blu del cielo che affonda nel mare
        uno sguardo
        tante stelle
        il battito di due cuori sconosciuti e vicini...
        Così tutto è incominciato
        e col tempo si è logorato ed è finito
        adesso che ho capito
        che non mi hai mai amato
        è con Te che ho speso i miei giorni
        è per Te che ho ammesso i miei sbagli
        ed è in Te che da sempre sognavo rifugiarmi
        Delusa di tutto e di Te.
        Vorrei chiudere gli occhi e niente più ricordare
        ad un tratto accorgermi che è facile dimenticare
        ripartire da Me e ricominciare ancora una volta ad amare
        ma il battito di questo ingenuo e stupido Cuore
        non mi fa splendere il sorriso e non mi mette di buonumore.
        Mi abbaglia questo caldo sole d'estate,
        mi bagna l'eterno movimento di questo immenso mare
        nei cui profondi abissi tutti i miei pensieri vorrei affogare.
        Anonimo
        Composta martedì 12 giugno 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di