Scritta da: Anna De Santis

La finestra chiusa

Lasciavo il letto con fatica
carezzando il tuo viso
ancora ed ancora
amore è presto, dove vuoi andare...
ed ogni scusa era buona per restare
abbracciati a fare l'amore.
Aprivo la finestra, entrava il sole
felice respiravo l'aria pura
sembrava tutto poi così perfetto
il profumo dei fiori, ed il canto al mattino
del mio canarino...
Ed ancora vicino a quel balcone
mi venivi a baciare
amore... non finivi mai di dire.
Poi, una notte tormentata,
incubi e te l'ho raccontata
non riuscivo a prender sonno
mi hai stretta a te
con un bacio mi hai rassicurata
e tra le tue braccia mi sono addormentata.
La mattina non sentivo il tuo cuore
Il tuo respiro... amore...
La finestra è rimasta per sempre
chiusa al sole.
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Segreti

    Rosso si fa il viso di chi parla, parla
    cercando di convincere e convincersi
    che c'è verità in quel che dice.
    Segreto, che nell'anima divampa
    si fa forza e preme per uscire
    ma cerchi il divenire, di uno stordimento
    che comunque ti si presenta ogni notte
    e ti dà il tormento.
    Ogni giorno lotti per non gridare
    vorresti chiarire e chiarirti
    ma a chi è vicino faresti male
    a chi ha creduto al tuo giurare e piangere
    di non amare, di non tradire
    ma questo tuo insistere e ribadire
    rimanda solo quello che tu vorresti fare
    liberarti di quel tuo segreto
    tenuto a freno qui nel tuo cuore
    non insistere, non negare
    ne sentirai il veleno, della tua menzogna
    la bocca amara della tua vergogna
    che sogna ormai di venire fuori.
    Finalmente libera da questo turbamento
    vivrai felice
    grida al mondo intero... è il tuo momento
    la coscienza non sarà più tua complice, né spia
    piuttosto che sepolta la tua vita
    dietro una bugia.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Parole inutili

      Uno sguardo
      e invece poi, tra noi
      parole inutili
      servite a renderci la vita
      come un dardo
      pronto a colpire per le cose futili
      quando bastava un solo sguardo...

      Tante volte ti ho pregato
      di non farmi male
      che un solo gesto
      senza poi pensare
      avrebbe spento il sole
      ma tutti i miei silenzi
      non volevi sentire
      e adesso te ne vai...

      Proprio ora, senza dirmi una parola
      tu sparisci e taci
      quando c'è da chiarire
      per quante volte ti ho detto di non parlare
      con la tua lingua hai ferito me
      e buttato a mare tutto il nostro amore.

      Piangendo ti dicevo basta, non esagerare
      ma tu testardo
      eri incapace di ascoltare
      sapessi quante ferite hai inferto
      mentre bastava solo uno sguardo per continuare.

      Ora non scrivere su fogli inutili
      non è normale
      tanto non cambia quello che io sento
      lasciali bianchi che non fanno male
      ma ora, più passa il tempo, a cosa vale...
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Io e te

        Io e te,
        unico destino,
        infiniti sogni.
        Per caso un giorno,
        incrociai i tuoi occhi,
        non ti ho mai scordato
        e da quel giorno
        sempre ti ho amato.
        Amore mio, desiderio incarnato
        unico nel tuo profumo,
        nelle tue movenze.
        Ti porto nel cuore,
        nelle tue assenze
        troppe forse
        ma abbiamo due vite separate,
        da un sì detto a mezza voce.
        Amore sempre,
        anime perse e ritrovate
        e quando abbiamo due minuti per noi,
        nelle lunghe giornate,
        in questa vita che va di corsa
        e niente concede
        ci ritroviamo abbracciati, sereni...
        e tutto procede.
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Lontani

          Scorre tra le mani
          sui miei fianchi
          acqua di mare.

          Vorrei fosse già domani
          averti qui
          l'unico pensiero
          dopo questo silenzio
          di cui avevo bisogno
          sei tu.

          In riva al mare
          continuerò a sognarti
          e qualcosa m'inventerò
          disegnando il tuo viso...
          mi manchi
          vorrei poterti toccare
          ma l'onda gelosa,
          cancella i contorni.

          Amore ho fame di te
          voglia della tua bocca
          mi adagio tra la sabbia
          cercando il tuo calore...
          ma non ci sei.

          Lontani si ma il vento
          mi porta il tuo respiro
          quando sarò lì deciderò
          se continuare o ricominciare
          questo amore non si può fermare
          con te per te in te
          vivrò
          conto le ore che ci separano
          come son lunghi questi giorni
          forse non dovevo partire
          ma questa lontananza
          è una prova ulteriore
          che questo amore è forte da morire.
          Anna De Santis
          Composta nel 2009
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di