Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Voglio solo un ricordo

Paura di morire?
No, paura di soffrire,
una morte dignitosa,
una vita orgogliosa,
il rispetto di me stessa
e questo mi dà pace.
Io non vedo futuro,
vivo il giorno che nasce,
il mattino mi sveglia
appagata da un sonno tranquillo.
Ho vissuto i miei sbagli,
non ne sono pentita,
vado incontro alla vita
senza fare progetti.
I miei sogni son quì,
nella mia grande casa,
ogni cosa è un ricordo
e anche l'anima gode,
riacquistando la pace
persa durante il giorno.
Vivo ogni minuto
con i miei tanti affetti
a cui ho dato tanto
e ancor tanto ho da offrire.
Voglio solo un ricordo...
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Il sipario

    E la nebbia scese come un sipario,
    tutto sfumò e nascose,
    anche quei giorni segnati, del calendario,
    nelle mani, che un tempo stringevi,
    più non rimani.
    Le promesse, le illusioni,
    le bugie e quelle strane sensazioni,
    non sapevo mai dov'eri,
    ti cercavo e non volevi,
    eppure a modo tuo mi amavi.
    Nel cuore sei rimasto, per tutto il tempo,
    ti sentivo come un brivido nel vento,
    mi sentivo sfiorare come solo tu sapevi fare,
    ed un giorno d'aprile, ti ho visto tornare.
    Ho riaperto casa, ho riaperto il cuore,
    sperando... ancora sto soffrendo
    e non si può per l'ennesima volta.
    Quel sipario scese su questa commedia,
    che mai più replicò.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      E si va avanti da soli...

      Non piangere, anche se i ricordi fanno male
      in fondo sei stato fortunato
      hai conosciuto chi ti ha amato.
      C'è chi non può dirlo
      e non l'ha mai provato.
      Cercala nell'aria che lei respirava
      negli occhi dei tuoi figli
      il suo più bel regalo
      guarda in fondo
      la vedrai piangere e sorridere
      perché è nel loro cuore.
      Ti accarezzerà nella brezza della sera
      mentre vedrai il tramonto
      sul vostro mare
      ed ogni spruzzo ti farà ricordare...
      Guarda la linea infinita
      dove il tramonto colora la vita
      che non è finita
      continua col tuo amore, con il suo amore
      come il sole che scalda
      e non potrai sostenere il suo sguardo.
      Tu prova a sognarla...
      ti sembrerà vicina
      purtroppo nella vita a volte
      con dolore... è triste andare avanti soli
      ma i ricordi aiutano a proseguire.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Il bacio

        Voglio un milione di baci
        non stancarti mai
        dammene tanti
        come tu li vuoi
        dammene ancora
        come tu più puoi
        come già sai.

        Voglio sentirti caldo
        scorrere su di me
        voglio sentirti vivo
        dove io voglio te.

        Amami con passione
        accendi il desiderio
        spegni con le tue labbra
        ogni mia voglia
        varca ogni mia soglia
        ti aspetto davanti ogni mio uscio
        vieni, non serve forzare.

        Tra le mie braccia ti abbandonerai
        ma tu continua a baciarmi
        non te ne pentirai.
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Parole sconnesse

          Insieme di parole sconnesse,
          di rime baciate,
          di gioie e scommesse,
          messaggi non chiari,
          per non far capire,
          gli amori e i sentimenti,
          tu non mi senti, sei superficiale...
          rimane la mia vita, le emozioni,
          la mia storia e quel che vale,
          tutte le mie ragioni,
          le mie virtuali sensazioni.
          Ma con la poesia metto le ali, e volo
          cerco quel che manca,
          tra le notti stellate
          quando la luna è stanca.
          Il cuore soffre,
          non vuol più trattenere,
          scrivo per quelli che riescono a capire,
          e a riconoscersi nelle mie poesie.
          Anna De Santis
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Anna De Santis

            Ad Isabella dolce zitella

            La voglia di sentirti pienamente donna
            e la paura,
            ancora in te è continua guerra,
            non affrontare, è dura,
            non calcolare,
            sarà un'altra avventura?
            Che vuoi che sia, lasciati andare,
            non serve sia per sempre,
            comincia ad amare,
            si pensa sempre troppo
            e si lascia stare,
            per quanto vuoi negarti all'amore,
            non hai paura d'invecchiare?
            Ancora bella, dolce, seducente,
            ma la paura di essere coinvolta,
            di dare alla tua vita quella svolta
            ti fa tremare, ti sconvolge la mente
            sola nella tua stanza, rimani a pensare...
            Vale la pena forse di tentare,
            buttarsi e perdere la testa
            oppure raccogliere i cocci della tua vita
            e di quello che resta.
            Anna De Santis
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Anna De Santis

              Halloween

              Dall'America, mo se so inventati,
              sta festa tanto arrinomata
              puro l'Italia ogni anno s'è aggregata,
              nun ce saremo troppo allargati;
              ma a me me pare l'urtima stronzata.
              Metteno le zucche in bella vista,
              le svotano, le pittano,
              tutti se vestono da streghe,
              come se nun ce l'avemo già
              e a certe zucche ce mettono un cerogeno
              pe le fa illuminà.
              Co tutte ste zucche vote che ce stanno,
              tra quelle vere e finte me confonno,
              nun s'arriconoscono pe certo
              co tutti sti cervelli che se so fumati,
              valli a ritrovà dove so annati.
              Doppo sta demenziale festa,
              tutti devono rientrà nei ranghi,
              ma la mattina pe fa funzionà er cervello,
              so tutti stanchi.
              Anna De Santis
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Anna De Santis

                prigioniera

                Non avere pace
                non avere me
                che comunque sola
                affamata d'amore
                pretendevo te.
                E non avevo occhi
                non capivo niente
                eri dentro l'anima
                prigioniera io.
                Come lama sempre
                mi colpivi il cuore
                sangue senza parole
                senza alcuna consolazione
                perché per forza ti volevo
                e la tua attenzione.
                Eri sempre vago
                quel poco che mi raccontavi
                per tutto il giorno ricordavo
                pensando per il tempo
                che non c'eri.
                Finalmente
                ho imparato un no!
                E poi un altro ed un altro ancora
                e mi piaceva di più
                che quel poco amore
                che mi concedevi.
                A chi dovevo il mio corpo
                e tutto quel che avevo
                a me, finalmente libera
                mi guardavo allo specchio
                rifletteva la mia vecchia immagine.
                Ho buttato quel che era di te
                fuori... fuori da me
                ora amo il mio viso
                ed il sorriso, che più non conoscevo
                mi accarezzo, mi amo
                sono bellissima
                e non me ne sono accorta
                non me l'hai detto mai
                ora sono libera e felice
                che te ne vai.
                Anna De Santis
                Composta nel 2009
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Anna De Santis

                  Ascoltami

                  Amore ascolta il mio respiro
                  non parlare
                  sentirai solo il mio cuore
                  lasciati scivolare
                  tra brivido infernale ed estasi totale.
                  Abbandonati e segui le tue mani
                  le mie mani
                  vivi con loro tutto di me
                  la pelle e il suo profumo
                  nel dolce e nel veleno
                  tutta prendimi.
                  A morsi e graffi sentirai la voglia
                  ed il desiderio che ti fa come foglia
                  ed io vento...
                  ti lasci trascinare
                  sopra questo sogno
                  lasciami fare potresti morire
                  ma ora stringimi, baciami sono tua...
                  voglio sentirti gridare.
                  Anna De Santis
                  Composta nel 2010
                  Vota la poesia: Commenta