Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Avrai tempo per piangere

Avrai tempo per piangere,
quando ti mancherò,
mi chiamerai,
ma sarò lontana
dalle tue carezze,
sarai lontano dalla mia tenerezza,
non stringerai più la mia mano,
che ti dava quella sicurezza.
Ogni volta cercavi il mio respiro,
ti mancava l'aria,
e dolcemente appoggiavi le tue labbra
sulle mie,
riprendendo vita.
Tutta te l'avrei regalata,
pur di vederti felice.
Ora so che stai male,
non hai voluto ascoltare il mio cuore,
sento le tue grida soffocate,
pronunci il mio nome,
ma non puoi parlare,
io riesco a sentirti,
non ti ho mai scordato,
da quando te ne sei andato.
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    Pazzia

    Sereno come sempre, solo una smorfia sul viso,
    nel vuoto guardavi, senza capire,
    seduto su una sedia con il tuo strano sorriso,
    avevi dato sfogo alla tua rabbia,
    e quella donna, dolce
    che amorevolmente ti assisteva,
    più non rispondeva.
    Tutto intorno sangue e disperazione,
    tu con quel tuo strano sorriso,
    guardavi senza alcuna emozione.
    Avevano fatto in tempo a dichiararti pazzo,
    non avevano ben valutato,
    ad un certo punto ti sei alzato, ti sei lavato,
    quel coltello tra le tue mani brillava
    e lo guardavi ancora,
    ti sei sentito un Dio, forse,
    almeno per un'ora.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      La finestra chiusa

      Lasciavo il letto con fatica
      carezzando il tuo viso
      ancora ed ancora
      amore è presto, dove vuoi andare...
      ed ogni scusa era buona per restare
      abbracciati a fare l'amore.
      Aprivo la finestra, entrava il sole
      felice respiravo l'aria pura
      sembrava tutto poi così perfetto
      il profumo dei fiori, ed il canto al mattino
      del mio canarino...
      Ed ancora vicino a quel balcone
      mi venivi a baciare
      amore... non finivi mai di dire.
      Poi, una notte tormentata,
      incubi e te l'ho raccontata
      non riuscivo a prender sonno
      mi hai stretta a te
      con un bacio mi hai rassicurata
      e tra le tue braccia mi sono addormentata.
      La mattina non sentivo il tuo cuore
      Il tuo respiro... amore...
      La finestra è rimasta per sempre
      chiusa al sole.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Sarà sempre

        Ora è tardi, devi andare
        sarà per sempre
        questo mio sperare
        averti mio
        e non dover partire.
        Lasci questo letto
        queste braccia
        che ti hanno tenuto stretto
        e manchi alla mia bocca
        alle mie carezze.
        Sei tu come acqua
        che ti toglie la sete
        e ti scivola via.
        Amore resto a guardare
        mentre ti vesti
        e non riesco a parlare
        il cuore si ferma un attimo
        quando mi dici... torno
        se non è domani...
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Lontani

          Scorre tra le mani
          sui miei fianchi
          acqua di mare.

          Vorrei fosse già domani
          averti qui
          l'unico pensiero
          dopo questo silenzio
          di cui avevo bisogno
          sei tu.

          In riva al mare
          continuerò a sognarti
          e qualcosa m'inventerò
          disegnando il tuo viso...
          mi manchi
          vorrei poterti toccare
          ma l'onda gelosa,
          cancella i contorni.

          Amore ho fame di te
          voglia della tua bocca
          mi adagio tra la sabbia
          cercando il tuo calore...
          ma non ci sei.

          Lontani si ma il vento
          mi porta il tuo respiro
          quando sarò lì deciderò
          se continuare o ricominciare
          questo amore non si può fermare
          con te per te in te
          vivrò
          conto le ore che ci separano
          come son lunghi questi giorni
          forse non dovevo partire
          ma questa lontananza
          è una prova ulteriore
          che questo amore è forte da morire.
          Anna De Santis
          Composta nel 2009
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Anna De Santis

            T'amo e t'amerò

            Sopra il tuo volto la vita ha disegnato, profondi solchi,
            le tue mani forti e corpose,
            son diventate come foglie,
            c'è disegnato il tempo e le stagioni.
            I tuoi capelli brillano alla luna,
            mentre curvo leggi su quella poltrona,
            ora non esci più,
            le lunghe passeggiate, in riva al mare,
            curvo sui tuoi dolori, non assapori...
            Amore mio da quando mi hai abbracciato,
            amore vero, mai dimenticato,
            parlo piano ma tu mi puoi sentire,
            stringi la mia mano,
            ma non mi riesci bene a capire,
            i tuoi sensi non hanno più attenzione.
            Sei stato la mia bella stagione,
            ed ora posso confessarti senza alcun timore,
            che t'amo e t'amerò
            anche quando più non ci sarai,
            nel mio cuore posto avrai e nella mia mente,
            tutto quello che mi hai dato ampiamente, restituirò.
            Anna De Santis
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Anna De Santis

              Come farai

              Le tue mani sul suo corpo,
              con quale coraggio,
              penserai a me
              la chiamerai amore per non sbagliare
              e quante bugie le racconterai,
              dirgli ti amo come farai.
              Sono anni ormai
              che le mie mani sono su di te stampate,
              anche le mie unghie in fondo penetrate,
              nessuno sa delle nostre nottate,
              i tuoi caldi baci,
              i tuoi lunghi silenzi dopo l'amore...
              per ore mi tenevi stretta al cuore.
              Quando mi tempesti di telefonate,
              quando sei geloso del mio tempo, perché mi vuoi,
              padrone delle mie giornate,
              ma spesso non ci sei.
              Hai scelto senza poter pensare,
              ora ti aspetterò, guardando quella foglia,
              avrai tempo fin quando cadrà,
              finché di te, resiste la mia voglia.
              Ma quell'albero che ho scelto è sempre verde,
              non perderà mai le sue foglie,
              anch'io mi sono illusa di poterti dare un tempo,
              ma dalla mia finestra le stagioni passano lente,
              aspettandoti.
              Anna De Santis
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Anna De Santis

                Sognarti

                Sognarti ancora, per ricominciare
                viverti ancora, per emozionare
                come un dado hai tante facce
                io continuo a giocare
                anche se i punteggi sono bassi
                gioco al rilancio e seguo la tua strada
                dando un calcio ai sassi.
                Difficile capirti e sopportare
                ma nonostante tutto
                questo tuo vuoto che si percepisce
                vorrei colmare
                ma tu chiuso nel tuo non essere, non fare
                non sentire, non amare
                allontani il mondo.
                Dimmi dove ci possiamo incontrare
                confrontare, parlare
                aprimi l'anima il cuore
                eppure io ti sento, io tento, io t'amo
                in tutti i modi te lo farò capire
                ormai è una sfida
                che mi sono imposta
                sarai mio
                non importa quanto questo, mi costa.
                Anna De Santis
                Composta nel 2009
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Anna De Santis

                  Voglio volare

                  Vorrei un paio d'ali
                  per poter spiccare il volo
                  quando pensi che non c'è da fare
                  ed intorno si fa buio.

                  Volare e non pensare a niente
                  lontano da tutta la gente
                  che scruta ogni tuo gesto
                  s'insinua nei tuoi pensieri
                  vorrebbe insegnarti la via
                  quella già percorsa... ieri.

                  Lusso è pensare oltre
                  devi seguire certi schemi
                  quando sei completamente fuori
                  dove tutto è sogno
                  dove si vive di musica
                  dove si confondono un tramonto
                  ed i colori dell'arcobaleno
                  nasci con la voglia di volare
                  ma ti legano le ali
                  e devi restare in questo mondo
                  che non accetti
                  troppi difetti.

                  E rispolveri le ali
                  cercando in tutti i modi
                  di provare a scappare
                  questo non è vivere
                  è morire
                  per uno spirito libero come me
                  che non fa che pensare.

                  Un altro mondo mi attende
                  eccomi sto per volare...
                  Anna De Santis
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Anna De Santis

                    Una lacrima

                    Il tempo passa lento
                    mai come adesso dalla poltrona al letto
                    e nemmeno sento più dolore
                    intorno a me tanto amore
                    di chi ha lacrime asciutte
                    e non può fare più niente.
                    Guardo fuori ed il tempo cambia
                    seguo quella nuvola
                    e quell'uccello... vorrei volare
                    ma non ho più la forza nemmeno di camminare.
                    Il mio giardino non esiste più
                    da quanto quella rosa non curo...
                    quella margherita
                    e ci passavo il tempo era la mia vita...
                    ora è inutile ed il mio giorno
                    non dura tanto
                    cerco di dormire il mio corpo è stanco
                    eppure a volte sembra....
                    Forse è solo una speranza o un sogno
                    uscire da questa stanza
                    e far felici quelli che mi sono accanto
                    domani provo ad alzarmi, mi vestirò con un vestito rosso
                    dimenticherò il male che mi sta distruggendo
                    voglio fare tutto quel che posso...
                    senza piangermi addosso.
                    Anna De Santis
                    Vota la poesia: Commenta