Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Meraviglioso amore

Meraviglioso amore,
Dimenticarti, come,
non ci posso pensare,
sarebbe come spengere del sole, il suo calore
arginare l'onda che viene e va dal mare,
un fiume in piena che non puoi fermare.
Il tuo amore ha riempito la mia solitudine,
ha colmato i miei vuoti, dando senso alla mia vita
soddisfatto le mie voglie, i sogni,
e son tornata una bambina capricciosa
che da te pretende ogni cosa.
Con te ogni minuto è vita, poca e rubata,
e poi silenzi e lunghe attese.
Amore meraviglioso, che non decide i tempi
per poterti pensare ed amarti,
che sente vive con te intense emozioni
nello stesso istante, amore amante,
il mio sogno costante, il mio peccato ricorrente,
ma chi ha mai potuto frenare il cuore,
quando vive e batte col tuo respiro,
desiderio da realizzare, bisogno di averti
stringerti, abbracciarti.
Meraviglioso amore come posso non amarti?
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    La valigia

    Un viaggio, cambio la mia vita, con coraggio riempio la valigia
    Metto cose per me preziose
    cose che magari sembrano inutili
    il tempo che mi è costato pensare e cercare di partire
    un fiore che hai lasciato appassire
    un profumo che è stato sempre difficile sentire
    per quei momenti, sempre pochi che mi hai voluto regalare
    eppure ti ho amato da morire
    e quel mio aspettare dietro ai vetri appannati, cercando di capire
    ora dormi, non voglio svegliarti, un ultimo bacio e potrei ripensare
    meglio uscire dalla tua vita senza farmi sentire.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Un vero amico

      Quante volte son caduto,
      sono rimasto sempre muto,
      il mio dolore non l'han sentito
      e non ho chiesto aiuto.
      Quando più niente ti rimane,
      e non capisci che fai male,
      nonostante tutto l'amore,
      le delusioni sanno di sale.
      Renderti conto che è normale,
      solo non ce la puoi fare
      e continui poi a sbagliare,
      nonostante quel suo invito,
      ma tu ancora non hai capito...
      Un amico... devi ringraziare,
      forse è un angelo: tu ce la puoi fare,
      senza stare a giudicare,
      ti prende per la mano,
      ti salva da quel baratro,
      e crede sempre in te...
      Un amico, sempre tace
      e non riesce a darsi pace
      sente il grido di dolore,
      quando vede la tua vita
      che combatte col tuo cuore.
      Un amico... devi ringraziare,
      forse è un angelo: tu ce la puoi fare,
      senza stare a giudicare,
      ti prende per la mano,
      ti salva da quel baratro e crede ancora in te.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Aria sei

        Ancora ti respireranno
        quanti intorno a te
        ti avranno nelle gocce di pioggia
        nelle nuvole, nel sole.
        Sarai aria pura, sarai fiore
        sarai ferita che fa male
        sarai zucchero e sale
        sarai spruzzi di mare
        e trine e merletti da cucire
        sarai un racconto da finire
        le foto di un tempo
        sarai un bel ricordo
        nel cuore di chi ti ha conosciuto.
        Lascerai il segno sul viso dei tuoi figli
        e non si può cancellare
        sarai con tutti noi, si, aria da godere
        perché pulita, profumata
        finalmente libera di respirare.
        Una margherita sbocciata e colta
        poi pestata e che il dolore trasforma
        per questa terribile malattia.
        Ma tu sei rimasta sempre una fata
        una bella farfalla che non invecchia
        che non perde colore
        hai sparso per il mondo
        con la tua infinita dolcezza, il tuo amore.
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Lunnga è la strada

          Lunga è la strada
          e tanti li perigli,
          li ho superati
          ma son rimasti i segni.
          Ferite dappertutto
          quì nel cuore,
          che ci vuol tempo
          a far rimarginare.
          Cammino senza mai
          voltarmi indietro,
          e le esperienze sono state tante,
          belle o brutte ormai dimenticate
          e fanno parte già del mio passato.
          Voglio ricominciare
          non sanguino più
          ho ancora tempo per recuperare,
          e tempo per poter pensare
          a quel che voglio,
          a quel che devo fare.
          Avanti dunque, avanti devo andare
          senza girarmi indietro
          e non cadere in tristi nostalgie
          tristi pensieri,
          io penso positivo... nasco ieri.
          Anna De Santis
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Anna De Santis

            Io e te

            Io e te,
            unico destino,
            infiniti sogni.
            Per caso un giorno,
            incrociai i tuoi occhi,
            non ti ho mai scordato
            e da quel giorno
            sempre ti ho amato.
            Amore mio, desiderio incarnato
            unico nel tuo profumo,
            nelle tue movenze.
            Ti porto nel cuore,
            nelle tue assenze
            troppe forse
            ma abbiamo due vite separate,
            da un sì detto a mezza voce.
            Amore sempre,
            anime perse e ritrovate
            e quando abbiamo due minuti per noi,
            nelle lunghe giornate,
            in questa vita che va di corsa
            e niente concede
            ci ritroviamo abbracciati, sereni...
            e tutto procede.
            Anna De Santis
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Anna De Santis

              Quasi sera

              Improvviso il colore si offusca
              e quel timido sole che pieno faceva quel cielo di luce
              ora manda su nuvole ancora affannate
              accennati bagliori.
              In un attimo tutto si placa
              e la luna si adegua
              in un angolo in mezzo alle stelle
              e nel buio sparisce il contorno del monte
              e la sera si estende
              e dà vita all'immenso dove il guardo si perde
              e non trova misura.
              Anna De Santis
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Anna De Santis

                Parole inutili

                Uno sguardo
                e invece poi, tra noi
                parole inutili
                servite a renderci la vita
                come un dardo
                pronto a colpire per le cose futili
                quando bastava un solo sguardo...

                Tante volte ti ho pregato
                di non farmi male
                che un solo gesto
                senza poi pensare
                avrebbe spento il sole
                ma tutti i miei silenzi
                non volevi sentire
                e adesso te ne vai...

                Proprio ora, senza dirmi una parola
                tu sparisci e taci
                quando c'è da chiarire
                per quante volte ti ho detto di non parlare
                con la tua lingua hai ferito me
                e buttato a mare tutto il nostro amore.

                Piangendo ti dicevo basta, non esagerare
                ma tu testardo
                eri incapace di ascoltare
                sapessi quante ferite hai inferto
                mentre bastava solo uno sguardo per continuare.

                Ora non scrivere su fogli inutili
                non è normale
                tanto non cambia quello che io sento
                lasciali bianchi che non fanno male
                ma ora, più passa il tempo, a cosa vale...
                Anna De Santis
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Anna De Santis

                  Segreti

                  Rosso si fa il viso di chi parla, parla
                  cercando di convincere e convincersi
                  che c'è verità in quel che dice.
                  Segreto, che nell'anima divampa
                  si fa forza e preme per uscire
                  ma cerchi il divenire, di uno stordimento
                  che comunque ti si presenta ogni notte
                  e ti dà il tormento.
                  Ogni giorno lotti per non gridare
                  vorresti chiarire e chiarirti
                  ma a chi è vicino faresti male
                  a chi ha creduto al tuo giurare e piangere
                  di non amare, di non tradire
                  ma questo tuo insistere e ribadire
                  rimanda solo quello che tu vorresti fare
                  liberarti di quel tuo segreto
                  tenuto a freno qui nel tuo cuore
                  non insistere, non negare
                  ne sentirai il veleno, della tua menzogna
                  la bocca amara della tua vergogna
                  che sogna ormai di venire fuori.
                  Finalmente libera da questo turbamento
                  vivrai felice
                  grida al mondo intero... è il tuo momento
                  la coscienza non sarà più tua complice, né spia
                  piuttosto che sepolta la tua vita
                  dietro una bugia.
                  Anna De Santis
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Anna De Santis

                    Fragile

                    In una lacrima tutta la mia rabbia
                    il disagio che mi comporta viverti
                    tu ostenti quella sicurezza
                    che non ti lascia un attimo
                    ormai non puoi gestire la mia vita
                    come più ti piace, per questo datti pace
                    perché più non ti sento.
                    Passato è quel momento...
                    in cui per te morivo
                    questo nostro amore e la speranza
                    che potesse essere meraviglioso
                    mi rendeva forte e sbagliavo, è doloroso.
                    Ora capisco che dovevo pensare a me
                    senza consegnarmi nelle tue mani
                    e riporre in te tutta la mia fragilità
                    e quello che ne hai fatto approfittando, senza aiutarmi...
                    Finalmente ho capito
                    non bisogna mai confessarsi ad un altro
                    la tua vita è un abisso che non puoi colmare
                    nessuno mai è in grado di aiutare
                    devi venirne fuori solo e non farti scoprire
                    se non vuoi che gli altri si approfittino
                    di questo momento di disagio
                    bisogna darsi contegno, guardare avanti
                    risollevarsi e camminare adagio.
                    Anna De Santis
                    Composta nel 2009
                    Vota la poesia: Commenta