Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Silvia Nelli
Oggi dirò che non c'è niente di più appagante che assaporare la gioia della rinascita. Non c'è niente di più bello che svegliarsi al mattino e sentire che dentro di te "va tutto bene". Sentire che alzarsi dal letto non è più una fatica e aprire gli occhi è una gioia e non un dispiacere. Sentire che malgrado le ferite non hai smesso di amare... di amare la vita e te stessa. Sentire che l'opinione del mondo scivola via perché in fondo è ciò che pensi tu e sai di essere quello che veramente conta. Sentire che non hai più niente da perdere, ma solo milioni di cose da guadagnare. Sentire... sentirmi!
Silvia Nelli
Composto giovedì 18 maggio 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Tutti commettiamo errori e tutti abbiamo alle spalle sofferenze e delusioni. Quando la sofferenza che provo è causata da un mio errore non ho la pretesa di giudicare il dolore di chi lo ha subito! Non è proprio paragonabile capite. Chi lo infligge sceglie e piange il suo di male. Chi lo riceve lo ha subito in modo gratuito, ha visto la sua fiducia tradita soffrendo per qualcosa che non ha cercato e non meritava! Io non avrò indossato le vostre scarpe e non avrò percorso il vostro cammino, ma voi non avete indossato le mie e percorso il mio. Per tanto, soprattutto coloro per cui "sbagliare" è un'abitudine, mi facciano il favore di tacere!
    Silvia Nelli
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Sono cresciuta così tanto ultimamente da essere andata molto oltre in tante cose. No, non cado più nelle provocazioni. Non ci sto più ad assecondare i vostri ricatti e giochini. Sono cresciuta così tanto che certi atteggiamenti ormai sono giochi da bambini per me. Gelosie sterili, piazzate inutili, finto perbenismo e troppa poca voglia di dare concretezza alle parole. La gente che rosica nei miei confronti un tempo mi faceva rabbia. Oggi mi rende fiera e sorrido perché vuol dire che sto facendo un ottimo lavoro! Le persone a cui non piaccio prima mi creavano dispiacere, adesso sorrido e dico: "beh, sopravvivo e alla grande. Anzi, forse vivo pure meglio"! Le chiacchiere, la voglia di mettermi contro ad altre persone, l'invidia e tutto ciò che gli appartiene viaggia su un binario distante da me. Stazioni ormai disperse nel nulla del mio mondo, perché sono cresciuta così tanto da capire che alcune cose, se vanno bene a me vanno bene e basta!
      Silvia Nelli
      Composto lunedì 15 maggio 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Da un po' di tempo so ascoltarmi davvero e prendermi cura di me. Da un po' di tempo ho imparato che possono passarmi tanti treni davanti, ma io posso scegliere su quale di essi salire e soprattutto da quali di essi scendere. Da un po' di tempo ciò che voglio, sento e provo io ha la priorità e a seguire vengono solo coloro che per me contano davvero. Da un po' di tempo ho ridotto lo spazio dentro me, questo per non rischiare più di vederlo affollato di "inutilità"! Da un po' di tempo so amarmi veramente.
        Silvia Nelli
        Composto venerdì 12 maggio 2017
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Sai mamma, oggi è la tua festa. È un anno un po particolare questo perché ho rischiato di doverti fare gli auguri in un modo un po' diverso. Ancora me la ricordo quella mattina in cui ho chiamato il 118, quella mattina in cui la dottoressa sull'ambulanza urlava al telefono: "sboccate le porte emergenza! Abbiamo un codice rosso! Saturazione 39 e in calo"! Tu lì, sdraiata e io a guardarti impotente, tenendoti la mano, in silenzio e pensa mamma, l'ospedale da noi dista cinque minuti di macchina, ma credimi quei due minuti a sirene sparate a me non passavano mai! Hai varcato la soglia del pronto soccorso dalle porte di emergenza e ti hanno strappata a me, di corsa, dicendomi un freddo e semplice: "lei aspetti fuori dalla porta arancione"! Erano le 10 circa del mattino, ti ho rivista dopo le 18 in sala rianimazione completamente attaccata alle macchine e alle pompe. Con tutti i macchinari che suonavano e che davano allarme rosso e un'enorme scritta saturazione in calo! Ho pensato non ti saresti più svegliata e invece sei ancora qui con me. Non è stato facile, poco a poco ti sei ripresa e io oggi con ancora più amore del solito posso solo dirti: "grazie mamma! Grazie per avermi dato la vita, per avermi cresciuta e avermi insegnato cosa sia essere donna"!
          Silvia Nelli
          Composto sabato 13 maggio 2017
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Silvia Nelli
            Pensavo che tutte le cose che ho attraversato mi avrebbero cambiata per sempre. Ho sempre creduto che tutto resta e non si dimentica. Sarà anche vero che tutto rimane scritto nel passato, ma credetemi che quelle che rimangono scritte dentro sono le uniche che resteranno per sempre e forse anche le uniche a cambiarti veramente. Generalmente sono quelle per cui hai lottato fino alla fine. Quelle cose che nemmeno il tempo o il "nuovo" potranno mai cancellare.
            Silvia Nelli
            Composto venerdì 12 maggio 2017
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Silvia Nelli
              Io non so come gestiate i vostri rapporti, ma per me la coerenza sta al primo posto. Vi vedo farvi commenti amichevoli, scambiarvi parole d'effetto e frasi di lealtà e fratellanza. Mentre lo fate vi osservo e mentre noto il piacere che mettete nel giudicare il resto del mondo mi viene quasi la nausea. Io non so come gestiate i vostri rapporti e non sta a me dirvelo. Però credetemi, guardando voi che vi offendete e vi pugnalate alle spalle per poi scambiarvi frasi d'amore fraterno facendo di voi stessi un esempio di lealtà e di rispetto la mia autostima sale alle stelle!
              Silvia Nelli
              Composto giovedì 11 maggio 2017
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Silvia Nelli
                Non mi sono mai posta il problema se nel perdermi poi mi sarei dovuta ritrovare. Non mi ha mai spaventato il dolore, la mancanza di forza oppure il rischio di farmi male. Laddove trovo motivazione vado fino in fondo anche a costo di farmi male e lasciarci una parte di me. Ho imparato però che laddove mi rendo conto che sto combattendo una "battaglia persa", un attimo prima di morire so prendere la decisione di andarmene. Fino al limite del possibile sì! Fino a perdere me stessa definitivamente, no!
                Silvia Nelli
                Composto giovedì 11 maggio 2017
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Silvia Nelli
                  Non ci sono regole, non esistono limiti in un sentimento. Puoi cacciarlo, puoi respingerlo, ma se è vero niente lo cancella. L'invidia, la rabbia, la gelosia non faranno in modo che esso finisca. Può far perdere ad esso l'equilibrio, ma lui conosce la strada e prima o poi la ritroverà. Quando qualcuno vive in te o tu vivi dentro qualcuno non c'è tempo, non c'è imposizione che cancelli. Ciò che spesso è incomprensibile agli occhi del mondo, spesso può essere compreso solo da chi lo prova. Ciò che nessuno può comprendere, spesso gli interessati lo sentono talmente forte da non saperlo nemmeno gestire. Ciò che il mondo prova a spezzare, spesso fa solo in modo che esso diventi più forte. Perché ciò che nemmeno la lontananza o l'assenza cancella è qualcosa che sicuramente è destinato a durare.
                  Silvia Nelli
                  Composto sabato 6 maggio 2017
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Silvia Nelli
                    Ci sono sentimenti che non saprai spiegare mai a chi ti pone delle domande e non sai farlo perché alcuni non sai spiegarli nemmeno a te stesso. Restano lì, inermi e costanti. Dentro al petto come se nessun altro posto fosse adatto a loro. Le persone non capiscono e ti giudicano come se tu fossi una "masochista" del cuore. Una persona pronta a far del male a se stessa, ma non è così e tu lo sai, ma non sai spiegarlo. In verità, alcuni sentimenti fanno parte di te, sono pezzi della tua vita incastrati nelle pieghe dell'anima. Cancellarli è cancellare parte di te e tu non vuoi farlo. Questo non è non guardare avanti, non accettare e non voler "guarire". Anzi, questo è proprio saper accettare l'importanza che alcune persone hanno avuto per te, anche se sono state solo di passaggio nella tua vita. È accettare i cambiamenti che essi hanno portato e guarire da un sonno profondo, perché certe emozioni, anche solo ricordarle fa sentire vivi come non mai.
                    Silvia Nelli
                    Composto lunedì 1 maggio 2017
                    Vota il post: Commenta