Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Silvia Nelli
Non ci sono regole, non esistono limiti in un sentimento. Puoi cacciarlo, puoi respingerlo, ma se è vero niente lo cancella. L'invidia, la rabbia, la gelosia non faranno in modo che esso finisca. Può far perdere ad esso l'equilibrio, ma lui conosce la strada e prima o poi la ritroverà. Quando qualcuno vive in te o tu vivi dentro qualcuno non c'è tempo, non c'è imposizione che cancelli. Ciò che spesso è incomprensibile agli occhi del mondo, spesso può essere compreso solo da chi lo prova. Ciò che nessuno può comprendere, spesso gli interessati lo sentono talmente forte da non saperlo nemmeno gestire. Ciò che il mondo prova a spezzare, spesso fa solo in modo che esso diventi più forte. Perché ciò che nemmeno la lontananza o l'assenza cancella è qualcosa che sicuramente è destinato a durare.
Silvia Nelli
Composto sabato 6 maggio 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    Ci sono sentimenti che non saprai spiegare mai a chi ti pone delle domande e non sai farlo perché alcuni non sai spiegarli nemmeno a te stesso. Restano lì, inermi e costanti. Dentro al petto come se nessun altro posto fosse adatto a loro. Le persone non capiscono e ti giudicano come se tu fossi una "masochista" del cuore. Una persona pronta a far del male a se stessa, ma non è così e tu lo sai, ma non sai spiegarlo. In verità, alcuni sentimenti fanno parte di te, sono pezzi della tua vita incastrati nelle pieghe dell'anima. Cancellarli è cancellare parte di te e tu non vuoi farlo. Questo non è non guardare avanti, non accettare e non voler "guarire". Anzi, questo è proprio saper accettare l'importanza che alcune persone hanno avuto per te, anche se sono state solo di passaggio nella tua vita. È accettare i cambiamenti che essi hanno portato e guarire da un sonno profondo, perché certe emozioni, anche solo ricordarle fa sentire vivi come non mai.
    Silvia Nelli
    Composto lunedì 1 maggio 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      In alcuni momenti della vita mi comporto come un bambino che non vuol sentire le giuste direttive di una saggia madre. Ho esattamente lo stesso entusiasmo di un aquilone che prende il volo consapevole che prima o poi il vento a favore finirà. Ho la capacità di non temere e allo stesso tempo di tremare all'idea che la paura possa paralizzarmi. Sì, adulti che hanno a volte la capacità di ritrovare quell'aspetto "infantile". Quell'aspetto che fa di loro persone un po' sciocche, ma con il cuore colmo di speranza. Forse per questo non finiamo mai di crescere ed imparare. Non so se fa parte dell'essere umano oppure dell'essere un po' "coglioni" ed irresponsabili questa cosa che ci fa buttare comunque anche quando sappiamo che il volo sarà uno spettacolo, ma l'atterraggio una morte sicura.
      Silvia Nelli
      Composto sabato 29 aprile 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        Ho parlato nella vita. Ho cercato di spiegare molte cose, forse nel modo sbagliato, ma almeno c'ho provato cavolo! Ho cercato, rincorso e aspettato. Ad essere sincera l'ho fatto poche volte per rimediare ad errori miei e troppe, decisamente troppe volte anche quando non avevo colpe, ma avevo subito errori altrui. "Ci tengo" era il mio motivo, la mia motivazione a non restare ferma e nel silenzio! Stasera rifletto e dico: "ci tengo" non sono due parole da buttate là così... prima di pronunciarle occhio. "Ci tengo" spesso è meglio non dirlo, ma dimostrarlo. Poche volte l'ho detto verso chi ho rincorso, verso chi mi ha alzato muri insormontabili! Io con le mani abbattevo i muri e non mi interessava se le mani sanguinavano... l'assenza faceva più male! Io sarà ingestibile, avrò muri alti (detto non da me) ma cazzo... almeno io lotto se ci tengo. Fatemi un favore da oggi... i vostri "ti amo", "ci tengo", "sei importante"... metteteveli al culo!
        Silvia Nelli
        Composto domenica 30 aprile 2017
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Io non ci sto! Mi dispiace essere la delusione di tutti quelli che si "adattano" per non avere problemi. Io non ci sto! Io sono e voglio restare tra quelle persone che non vivono con la paura di dire ed esternare ciò che pensano. Tra quelle persone che si assumono la responsabilità ogni volta che è loro dovere farlo. Io non scappo né dai miei pensieri né dal resto. No, io non ci sto a far morire il mio modo di pensare, il mio modo di essere e ciò che ho con fatica guadagnato per una parte di mondo che sta nel "punto più comodo" al momento più giusto. Rassegnatevi!
          Silvia Nelli
          Composto venerdì 28 aprile 2017
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Silvia Nelli
            Non c'è mai una fine. Non c'è mai un "the end" per chi dentro la vita la sente. Non conta quanto in fondo, sotterrata da milioni di delusioni, difficoltà essa batta. Per chi quella voglia di vivere ce l'ha radicata dell'anima non ci sarà mai una fine. Solo la morte può fermare queste persone, ma fin quando saranno in vita lotteranno e rinasceranno sempre. Per loro rinascere è una nuova opportunità, un'occasione in più e completamente nuova che la vita offre, dicendo: "rialzati e riprova. Non hai perso nulla anzi... hai imparato qualcosa in più che ora potrai portare con te. Usalo e fanne tesoro... si chiama esperienza"!
            Silvia Nelli
            Composto giovedì 27 aprile 2017
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Silvia Nelli
              Ci sono persone che hai amato così tanto che resteranno incise nella tua anima per sempre! Non conta quanto hai sbagliato con quella persona o quanto essa abbia sbagliato con te, no... non conta il male che vi siete fatti. Quella persona resterà incisa là, nell'anima come qualcosa di indelebile. Non servono a nulla le gelosie, la rabbia e le paranoie. Niente lo sradicherà da dentro. Non importa ricordarmi quanto mi ha fatto male, lo so... non serve ricordarmi quanto ho fatto per quella persona, lo so cazzo! Ma so anche quello che quella persona ha fatto per me, forse poco agli occhi di molti, ma per qualcuno che "non fa niente per nessuno" credetemi è stato tanto. Questo rende quella persona "l'assoluto"! Non saranno le gelosie, le richieste o la rabbia a cancellare qualcosa che è andato oltre il volere, la ragione e la razionalità! Perché per quella persona ti sei dimenticata quasi di esistere! Hai scordato le tue necessità, i tuoi bisogni e anche a volte i tuoi valori! Lo hai amato in modo viscerale! Pur sbagliando lo hai fatto! Hai scelto poi di allontanarti, capendo che avevi trascinato troppo ed era giusto dire basta! Lo hai detto e messo in pratica finalmente perché hai capito che avresti continuato a buttare troppo di te stessa/o ed era giusto darti nuove possibilità. Amori così non li cancelli mai, restano una parte di te, ma una parte che appartiene al passato! Ognuno di noi ha un passato... invece di guardare quello, di giudicarlo e di provare a cancellarlo... nel momento in cui vi capita l'occasione di essere il "presente" di qualcuno, pensate a renderlo migliore di "quel passato" invece di cercare di cancellarlo! Non ci riuscirete mai... perché inconsciamente lo difenderemo sempre perché è una parte della nostra vita importante e vera che non si può rimuovere. Il passato si lascia dietro e si va avanti, ma non si cancella! Quando scegli di "tatuartelo sulla pelle" è un po come se avessi scelto di portarti nella tomba una delle parti più importanti della tua vita.
              Silvia Nelli
              Composto mercoledì 26 aprile 2017
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Silvia Nelli
                Mi definiscono "ingestibile", dal carattere "difficile" e una di quelle persone con quei maledetti "muri alzati". Mi avete conosciuta poco e avete capito poco di me. In realtà per rendere felice una come me non serve molto a me basta sincerità e rispetto. Ciò che definite "ingestibile" in realtà è la personalità. Una di quelle non facili da domare e non facile da azzittire. Ciò che definite "difficile" in realtà è solo una persona che se la ferisci più volte non ci sta a passare sempre sopra le sue ferite per curare i vostri errori. Quei muri... quelli che dite che vi alzo lasciateli stare adesso... perché me li avete regalati proprio voi. Credetemi, mai li avrei voluti, ma adesso vene sono grata. Del resto, molto spesso mi tutelano da quella parte di mondo con cui non voglio più avere a che fare.
                Silvia Nelli
                Composto venerdì 21 aprile 2017
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Silvia Nelli
                  Detesto e provo pena e compassione per tutte quelle persone che esaminano e controllano la vita di qualcuno. Qualcuno che ritengono ancora "suo". Provo tristezza nel notare come poi con estrema stupidità gli puntano il dito contro, giudicano la sua vita, le sue azioni e le piccole cose che fa. Provo "schifo" quando osservando queste persone noto che non solo fanno peggio, ma sono vere e proprie macchine di meccanismi da psicopatici maniacali. Persone in grado di mettere su dei "teatrini" non indifferenti per farti rabbia, accenderti gelosie o per dimostrarti quando grande sia il loro amore e quanto fedeli ad esso siano. Tranquilli e rilassatevi: se in voi ci fosse stato davvero amore non sareste il passato! Se siete il passato, dei vostri teatrini non ce ne può fregar di meno e soprattutto guardatevi ogni tanto che fate pena e non poca! Poi se vi avanza anche un po' di tempo... curatevi!
                  Silvia Nelli
                  Composto venerdì 21 aprile 2017
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Silvia Nelli
                    Ho smesso di odiare e di portare rancore, semplicemente lascio andare. Non vivo più di rabbia e di malumori, semplicemente scelgo. Sapete, odiare, portare rancore, provare rabbia porta solo a stare male, a vivere male e non in modo sereno e in pace con se stessi. Lasciare andare e scegliere chi portare avanti e chi lasciare dietro fa proseguire in piena serenità il tuo cammino. Ricorda; chi ti fa del male o ti ferisce per essere punito non ha bisogno del tuo rancore e della tua rabbia, ma della tua felicità e del tuo sorriso. Perché vederti proseguire felice e indifferente lo distruggerà. Vederti a pezzi e piena di rabbia lo renderebbe solo felice ed orgoglioso della consapevolezza di aver vinto!
                    Silvia Nelli
                    Composto giovedì 20 aprile 2017
                    Vota il post: Commenta