Sentimenti


Scritto da: Gianni Santocchio
in Diario (Sentimenti)
Nel freddo di un autunno sempre più vicino all'inverno, nel caldo delle mie comode coperte, tutto tace se non il mio cuore...
Il cuore è un po' come un bimbo in fasce, sa vagamente cosa vuole ma non sa esprimerlo a parole. I pensieri continuano a girare cercando spazio in un vocabolario che non esiste, dopotutto come lo spieghi l'amore... È forse quella persona a cui non riesci a smettere di pensare? O forse quella senza cui non sai stare? È il tremare del timore della sua vicinanza? O quello della paura della sua lontananza? Forse l'amore è tutto ciò messo assieme e molto più, forse invece è solo un concetto a cui si aggrappa chi vuole credere in qualcosa, chi può dirlo... Per me è l'attimo in cui i due sguardi cominciano a incrociarsi, quando gli occhi si avvicinano e dalle sue iridi vedi ciò che hai sempre voluto vedere ma non ti aspettavi esistesse, l'inizio e la fine dei tuoi sogni, un cielo stellato che si protrae fino all'ultima alba... L'amore è quella cosa che non dovresti fare e devi fare, un salto nel vuoto e un volo nel candido rosa del tramonto di un firmamento che mai è stato così vicino nonostante irraggiungibile... Una musica leggera e sfrenata, un grido pacato... L'amore è ancora poi come un Sabato di Lunedì, il freddo in estate, il riscaldamento globale nell'era glaciale... Dei corpi che si avvicinano quasi a diventarne uno, in una ricerca continua del calore altrui. Voglio quella donna, quella che mi faccia sentire tutto e niente, che sia una continua contraddizione come ciò che ho scritto, un altalena di emozioni alternate come il movimento di un orologio a pendolo, che mi faccia perdere me stesso per trovarmi in una versione migliore, che sia la mia musa ispiratrice, la mia più sfegatata ammiratrice e il mio più garbato critico. Non lo so se questo è l'amore, ma camperò per scoprirlo.
Composto sabato 20 novembre 2021
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Lorella De Luca
    in Diario (Sentimenti)
    Anche se mi sono abituata a occupare tutto il letto quando dormo, sono felice di condividere il mio letto con chi amo.
    Anche se non amo cucinare la domenica, sono felice di farlo per le persone che amo.
    Anche se posso tornare a casa quando mi pare, sono felice di passare il mio tempo a casa con chi amo.
    Anche se mi sono abituata a non dare spiegazioni, sono felice di darle a chi amo.
    E dato che posso fare quello che mi piace sempre, senza che nessuno mi critichi, ho imparato a non criticare gli altri.
    Anche se posso mangiare a qualsiasi ora, e posso cantare ad alta voce, camminare a piedi scalzi in giardino, ballare per tutta la casa, leggere libri che mi piacciono, rispondere ai messaggi a qualsiasi ora, condivido il mio prezioso tempo solo con le persone che amo.
    E Anche se mi sono abituata a stare da sola e so amarmi e darmi spazi esclusivi, ho imparato a nutrire delle relazioni appaganti e tutto questo è semplicemente meraviglioso.
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Domenico Borgese
      in Diario (Sentimenti)
      Sapeva bene cosa voleva e come arrivarci, lei era sicura di sé,
      Non cercava soltanto un'ora in una stanza da letto.
      Voleva la sua mente,
      la follia il desiderio che li coinvolti in qualcosa di magico.
      Lei era rapita da quell'uomo dal suo modo così affascinante,
      voleva sentirlo addosso con il suo cuore.
      Composto venerdì 11 giugno 2021
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Lost my mind
        in Diario (Sentimenti)
        Quando ti trema la voce.
        Ci sarà sempre qualcosa che ti fa tremare la voce.
        Può tremarti la voce perché sei troppo felice per parlare o perché hai il fiato interrotto dai singhiozzi tra le lacrime.
        Magari ti trema la voce perché sei strafatta con i tuoi amici sulla spiaggia piuttosto che da sola in camera a urlare contro il cuscino.
        Può essere anche che tu non riesca a parlare perché sei nervosa da far schifo e hai paura di svenire da un momento all'altro.
        Ci sono momenti in cui la voce trema perché non riesci a toglierti il sorriso dalle labbra e altri in cui tu in realtà non vorresti parlare ma il dolore ti costringe ad urlare.
        Una cosa che non mi è mai successa è il tremolio dato dallo scoppio al cuore, mi hanno sempre detto che quando incontri una persona giusta il tuo cuore inizia a battere davvero e tutto inizia tremare.
        È quello che vorrei provare, vorrei che la mia voce tremasse per la sensazione di pieno nel cuore, perché il mio muscolo cardiaco al momento pompa il sangue in tutto il mio corpo ma non fa mai viaggiare le mie emozioni, perché non ho ancora mai provato un emozione che partisse dal cuore, Dio mio quanto vorrei sentire un'emozione espansa da ogni mio singolo capillare, quanto vorrei non riuscire più a muovere un muscolo senza che me lo dica il cuore, vorrei che la mia voce tremasse perché qualcuno è riuscito a riempirmi il cuore fino a farmelo esplodere e porca di una troia, io voglio che la mia voce tremi perché il mio cervello non riesce a capire cosa cazzo stia succedendo al cuore.
        Composto venerdì 9 luglio 2021
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: alessandro82
          in Diario (Sentimenti)
          Il Salvatore era lì, beatificato, mentre un attimo prima della perfezione ancora avvolgeva le coordinate segrete all'insaputa del mondo, ed ogni sua risorsa, fisica, morale, psichica e angelica – dacché scoprì il pensiero rivelatore dell'essere vulnerabili al bene – era rivolta all'estensione di queste facoltà al mondo prima di unirlo definitivamente, e determinare la necessaria trasformazione prima della Rivelazione definitiva.
          Vota il post: Commenta