Questo sito contribuisce alla audience di

I migliori post di Silvia Nelli

Disccupata, nato giovedì 14 giugno 1973 a Pisa (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Silvia Nelli
Ne ho visti di atteggiamenti e ne ho ascoltate di ragioni. Sono sempre arrivata in fondo rimettendoci tempo, pazienza e umore. Ottenendo soltanto la consapevolezza che alcune "Presenze" mi colorano negativamente le giornate. Pensate pure che sia una persona cattiva, non mi interessa. Io credo di essere una persona che sa riconoscere atteggiamenti e modi e di conseguenza capire chi ha di fronte. Ci sono frasi che nel momento in cui vengono pronunciate, automaticamente fanno chiudere quella porta che da l'accesso alla mia vita, mettendo un muro indistruttibile tra la mia persona e loro. Non ci sto più ad aspettare dietro i "Vediamo"... "Aspettiamo"... "Magari capisce"! No mi dispiace. Ho imparato a scegliere, ad essere una persona estremamente decisa nelle sue posizioni e se scegliere significa dover rinunciare a qualcosa, rinuncio, senza problemi, perché la mia serenità passa avanti a tutto e perché ho capito che proseguire e non rinunciare mi porterebbe la perdita di qualcosa di ben più grande. Non mi pento e non mi volto mai indietro. Non ho più voglia di arrabbiarmi, di tacere, di soccombere. Non so fingere, non sono ipocrita, per questo non so dividere il mio tempo con chi non mi piace e non ha capito niente di me. L'ipocrisia a me fa scattare l'embolo, niente mi schifa di più. Non porto rancore, semplicemente scelgo e non trascino, consapevole che ognuno è libero di essere ciò che vuole. Io non sono perfetta, ma ci tengo a ricordarvi che nessuno lo è.
Silvia Nelli
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Silvia Nelli
    C'è stato un momento in cui ho perso il senso del tempo.
    Tutto sembrava sospeso nel nulla, essersi fermato... Anche il cuore.
    Ho ascoltato tutto ciò che attorno e dentro me avveniva e l'ho ascoltato così profondamente da sprofondarci dentro.
    Avrei dovuto avere paura e voglia di fuggire, invece mi è piaciuto. Proprio nella mia profondità, lontana dal mondo ho trovato il meglio di me.
    L'ho amato così intensamente da non sopportare più di vederlo là, sepolto e spento, nell'apatia totale.
    Proprio io che avrei dovuto proteggerlo e dargli valore, lo stavo ignorando.
    Nella profondità di ognuno di noi vive il nostro "Io"...
    Regna il nostro volere e la nostra dignità...
    Nella profondità di ognuno di noi, il nostro "io" può morire o rinascere...
    Io ho scelto di farlo rinascere e da quell'istante il tempo è tornato a battere.
    Silvia Nelli
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Silvia Nelli
      Una donna può concedersi quanto vuole, portarsi un uomo nel letto e farlo impazzire. Può dargli mille notti di passione, ore di perversione e orgasmi a non finire, pensando che possederlo basti ad averlo solo per sé. Può credere di tenerlo in pugno solo tenendolo tra le gambe, ma non è così... un uomo appartiene ad una donna, quando pur essendo lontano da lei, ella riesce a passare nei suoi pensieri con una semplicità inaudita. Ad esempio, quando una canzone passa in radio, quando un accento, un termine o un dialetto ti arriva alle orecchie ed ecco che puntualmente lei sta là nella sua testa. Una donna possiede un uomo quando è nella sua mente che vive, anche poco, anche a momenti, ma se è li che nasce il pensiero vuol dire che quella donna di quell'uomo ha posseduto molto più di tutte quelle che in un letto lo hanno sentito gemere di piacere. Una donna, una vera donna non si accontenta di un corpo, di un momento o di fisicità... una vera donna preferisce andarsene e sapere che chiunque potrà sfiorare la pelle di quell'uomo, ma nessun'altra saprà accendergli la mente, arrivare così tanto in profondità da sfiorargli il cuore come ha fatto lei. L'amore non è possessione od ossessione... un vero sentimento è dato da ciò che resta immutato nel tempo... pur non sfiorandosi mai.
      Silvia Nelli
      Composto giovedì 13 luglio 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Silvia Nelli
        - La parte migliore di te -
        Lei non muore mai, ma solo apparentemente si nasconde.
        Rimane vigile sotto il peso del tuo vissuto, non chiede di tornare alla luce e seppure a volte appare sciocca e ingenua, sa che non sei pronta e silenziosamente "aspetta".
        Ti ascolta dalle pieghe più profonde dell'anima, colorandosi di ricordi che non si rassegna a lasciar andare.
        Rimane calma perché sa di appartenerti ed è certa che mai la lascerai morire completamente. Non ti rinfaccerà di averla nascosta e dimenticata, sente ciò che vivi, ciò che provi...
        Non sembra, ma è accanto a te quando attraversi il tuo "Inferno", ti tiene la mano quando precipiti, combatte al tuo fianco le tue guerre interiori e ti scuote quando sente che stai per mollare.
        Poi un giorno...
        Tutto si spegne, la tempesta si paca, i pensieri si fanno silenzio e la guerriera che è in te depone finalmente le armi.
        Sarà quello il momento in cui la sentirai rinascere.
        Comincerà a risalire dalle profondità dell'anima e tornerà a scorrerti nelle vene, sotto pelle, fin dentro le ossa.
        Avrà perso sicuramente qualcosa anche lei in questa guerra, ma avrà sicuramente conquistato medaglie che in pochi possono permettersi di indossare.
        Lei! La parte migliore di te...
        Quella parte che spesso hai donato e sprecato e che adesso è tornata dicendoti: "Nessuno oserà separarci ancora".
        Silvia Nelli
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Silvia Nelli
          Non so cosa lasci credere ad alcune persone che io non sia una persona tenera, dolce e serena. Forse questo mio essere così sicuro, oppure il mio modo così schietto diretto o magari il mio modo di guardare e raccontare il mondo dietro una veste così realistica e dura. Lasciatemi dire che il fatto che io sia una persona che nota molte cose, che guarda la vita dritta in faccia senza scartare niente di essa, nemmeno i suoi lati peggiori, non significa che io non abbia un cuore, dei sentimenti e delle debolezze. Io posseggo fragilità che non sono né scontate, né piccole. Delle paure che ristagnano nella mia anima e spesso mi impediscono di procedere con serenità. Ho dei limiti che non sempre riesco a superare. Io sono anche una persona sensibile, tenera e dolce. Ho dolcezza dentro me, amore immenso e un sorriso che difendo a denti stretti. Ho solo un piccolo "difetto" che però; io ritengo essere un grande "pregio"... ossia quello di mostrare questi lati di me solo a chi merita, scegliendo io stessa chi ne è meritevole, ma soprattutto scelgo di mostrare tutto questo solo a coloro che mai lo useranno per ferirmi.
          Silvia Nelli
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Silvia Nelli
            Colpire alle spalle è più semplice, rende protetti da quel senso d'inferiorità che divora. Impugnare il coltello e sferrare il colpo nel momento in cui il nemico guarda altrove, fa sentire invincibili, forti e permette di sentire meno le proprie frustrazioni. Agire in modo subdolo è qualcosa che fa aumentare la "Bava" sulla bocca dei cattivi, sfoderare i denti da demonio e godersi la vittoria osservando il nemico che ferito cade a terra.
            Tuttavia:
            Essere una persona onesta che cammina in nome del bene ci permette di trasformare in oro ogni cattiveria ricevuta allo scopo di renderci migliori... Più forti. Un'anima pulita permette di guarire le ferite dal male ricevuto, mentre coloro che lo infliggono gratuitamente dalla loro "Anima nera" non guariranno mai, restando vittime di ciò che sono per l'eternità.
            Silvia Nelli
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Silvia Nelli
              Arriva un momento nella vita in cui trovi quella pace "Interiore" che segna l'inizio di una nuova fase della vita. Generalmente arriva quando il bagaglio "Esperienze" ha raccolto sufficienti dolori e delusioni, un determinato numero di "Nemici" e di persone "amiche", la giusta quantità di successi e anche di fallimenti. Se da tutto questo sei riuscito ad imparare, ma soprattutto a coglierne "Il meglio" avrai costruito e conosciuto a fondo te stesso. È esattamente quando ti conosci, quando sai "chi sei", che puoi "scegliere" di stringere in un abbraccio chi merita o voltare le spalle al "Niente" senza provare né dolore, né dispiacere. Poche sono le cose che ti frenano, che ti turbano, molte di loro si sgretolano sulla tua "Corazza" ancor prima di raggiungerti. Non sei più un "Piccolo puntino" in preda del giudizio altrui, un "Qualcosa" in balia dell'ipocrisia e della superficialità del mondo che ti circonda, condizionato dallo sguardo della gente... Sei una persona che non ha più tempo da perdere in cose inutili e cause perse e vede solo il tempo da investire per se stessa e per chi ama!
              Silvia Nelli
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Silvia Nelli
                Voglio esprimere un mio pensiero, un pensiero che ho elaborato in questo ultimo periodo e lo condivido con voi: io credo che a 42 anni non si possa più sbagliare in alcune cose. Il punto è semplice; a 42 anni un cervello o lo hai o non lo avrai mai. Nella vita ne ho passate direi forse troppe e per questo a volte sbaglio, per questo a volte magari anch'io vengo fraintesa, non è facile capire cosa ci sia dietro un atteggiamento che non concordi. Ho sofferto, pianto, riso, gioito come tutti, e fin qui tutto bene. Oggi mi domando se essere persone con il "coraggio" sia essere qua su un social a riempire la bacheca di stati offensivi verso qualcuno. Mi domando se essere uomini sia riuscire a tenere in caldo più donne possibili contemporaneamente. Se essere donna sia condividere uomini in mutande, mostrare le proprie "grazie" e bocche a gallina, oppure rilasciare cuoricini e scie squallide di miele ovunque e a chiunque! Se essere adulti sia parlare alle spalle, infierire, pugnalare, calpestare e voltare pagina gettando le persone con una velocità con cui si getta la carta igienica nel cesso. Mi domando se "sincerità" sono le novelline che si raccontano nel momento in cui fa comodo. Se coerenza è dire A, fare B, predicare C e praticare D. Mi domando se "sbagliato" è colui che ancora conosce il senso del rispetto oppure coloro che di rispetto amano parlarne solo quando si tratta di loro. Mi domando se non calpestare gli altri sia sbagliato e sia giusto vivere di egoismo puro, tanto se gli altri muoiono che ce ne frega! Sbagliato è colui che soffre ancora per un sentimento, oppure colui che lo usa, calpesta e poi getta senza nemmeno rendersi conto del male che fa, perché troppo preso dal suo sporco interesse! Quante domande vero? Domande che sicuramente vi ponete anche voi spesso e volentieri. Ora io dico la mia. Nella vita subire tutto quello che ho citato sopra porta a cambiamenti. A 42 anni malgrado le botte, le delusioni, gli incontri negativi, le persone sbagliate, io ho mantenuto dei concetti sani dentro di me. Perfetta? Nemmeno un poco! E mai vorrei esserlo. Ho un carattere assai duro quando mi ci metto. Tosta, difficile e dal "vaffa" facile. Sbaglio, ma se mi accorgo chiedo scusa, ah sì, so farlo. Orgogliosa sì, ma nel giusto. Intelligente e rispettosa verso gli altri o almeno ci provo. In 42 anni, mai avevo visto cose come in questi ultimi tempi, mai avevo incontrato persone che mi avessero fatto capire quanto il mondo pecca di persone sane e vere, abbondando invece di persone e personalità malate. Spesso mi dicono che per quello che scrivo sembro sempre arrabbiata. Sbagliato, anzi direi che sono una persona solare, allegra e serena, solo che amo scrivere in base a ciò che provo, a ciò che vedo, a ciò che mi circonda e mi sembra di capire che vi rispecchiate benissimo in ciò che leggete. La vita non è un social, la realtà non è una fiaba raccontata perché fa comodo. La vita è camminare, cadere, rialzarsi, lottare e arrabbiarsi anche. I rapporti non sono convenienza, ma sincerità, costanza e sentimento. Il rispetto non è a senso unico, ma a doppio senso! Credetemi, chi ad una certa età tutto questo non lo ha capito non lo capirà mai! Ci saranno tempi duri per le persone come me, ma credetemi per l'altra faccia di mondo ce ne saranno di più duri, prima o poi. Essere persone con carattere e coraggio è affrontare la vita, saper prendersi la responsabilità di ciò che si dice e si fa, saper scegliere e portare avanti le scelte, sapersi far rispettare e non piegare mai la testa di fronte a chi aspetta solo un vostro passo falso per amputarvela! Essere uomini è rispettare una donna e non basta non offenderla per farlo. Le belle parole se poi il fine è sempre lo squallido momento di letto non sono meno bastarde di un'offesa e non ti rendono migliore di chi offende! Essere uomini è conoscere il valore di se stessi e cercare situazioni e persone che meritino tale valore. Essere donne è mostrare intelligenza, carattere e le proprie grazie solo a chi si è scelto. Essere donna non è non essere peccatrici, ma saperlo fare in un solo letto: "il letto giusto"! Essere adulti è aver capito quale sia la strada giusta per noi, sapere cosa vogliamo e cosa non vogliamo. Essere sinceri è saper fare tutto questo senza scendere a compromessi per un misero contentino! Se ad una certa età tutto questo non c'è credetemi, potete mostrare tutto il coraggio che volete nei post, scaldare e giocare con 1000 donnette, mostrare le grazie al mondo e accontentarvi dei commenti di mentecatti che sembrano adolescenti alla prima esperienza. Continuate a raccontare novelline e a gettare persone nel cesso, ma non sarete mai e dico mai "persone". Sarete un surrogato squallido di qualcosa che avreste voluto essere, ma che non sarete mai. E vi posso assicurare che quelli diversi da voi, anche se in minoranza, uno solo di quei diversi, vale molto più di tutti voi messi insieme! Viva le persone che ancora sanno crescere, scegliere, essere sincere e rispettare il prossimo. Felice di essere un puntino di quella "minoranza" che ancora fa la differenza!
                Silvia Nelli
                Composto mercoledì 14 ottobre 2015
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Silvia Nelli
                  Si può essere tutto nella vita, io stessa sono stata molte cose: sono stata appoggio per chi era stanco. Forza per chi si sentiva fragile. Sorrisi per coloro che si stavano perdendo nelle lacrime. Gioia per chi non riusciva più a trovare la sua serenità. Amore per chi mi ha regalato dolci emozioni. Sono stata la verità scomoda di qualcuno, la bugia più bella di qualcun altro. La storia più assurda per chi nemmeno mi conosceva e la storia più grande per chi si è mischiato profondamente alla mia anima. Oggi sono "intoccabile", irraggiungibile per la maggior parte della gente, un libro aperto per chi vale veramente, amore per chi mi rispetta e indifferenza per chi mi calpesta. Oggi per raggiungermi, per scavalcare le mie diffidenze non basta un "per favore", ma fatti, lealtà e valori. Oggi molto mi "sfiora" e poco, decisamente poco mi "tocca"! È il dolore ad insegnare la maggior parte delle cose importanti della vita, io ho imparato.
                  Silvia Nelli
                  Composto domenica 16 luglio 2017
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Silvia Nelli
                    Allora vai Ale, vai libero ovunque tu voglia e sii per sempre, malgrado i tuoi difetti, quella meravigliosa creatura che nel vento guarda la strada e la percorre senza conoscerne la meta. Dormi sotto milioni di cieli stellati e non trascinarti dietro catene che non senti tue. Sii ciò che vuoi essere, io ti lascio andare e quando ti sfiorerò i pensieri è nei ricordi che mi troverai perché li ci sarò sempre esattamente come tu sarai nei miei.
                    Però...
                    Lascia a me il diritto di essere la donna che ho scelto di essere e di non accettare più i tuoi modi di pensare e il tuo egoismo che talvolta sfiora la cattiveria. Lascia che io voli libera sulle ali della dignità e della verità e anche se so che il mio volo non potrà mai incrociarsi con il tuo non importa siamo comunque sotto lo stesso cielo.
                    Se puoi andar fiero tu di ciò che sei io merito sicuramente una medaglia d'onore!
                    Silvia Nelli
                    Vota il post: Commenta