Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

E se...

Se il male arrivasse per fare il bene...
io accetterei il male.
Se il male fosse il rifugio del bene...
io accetterei il male.
Se la notte rincorre il giorno...
io rincorrerò la notte.
Il giorno, portatore di luce...
ma anche di tristezze... di malinconie...
la luce ci mostra la realtà ma non la serenità.
La notte con il suo profondo buio...
da pace e nasconde le ingiustizie le falsità...
la menzogna. Ma rende vivo l'amore.
E poi; la notte amica della luna
madre di tutte le stelle... sentiero dei Poeti
mare degli scrittori culla sei pensatori
non parla non chiede non muore...
perché la dovrei tradire?
Salvatore Coppola
Composta sabato 21 agosto 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    Se...

    Se con una parola riuscissi
    ad entrare nel tuo cuore...
    potrei dire di aver letto nella tua anima
    quanto grande per me sia il tuo amore.
    Se con una parola potessi entrare nei tuoi occhi...
    allora si! Avrei scoperto un mondo di colori.
    E se la luna si rispecchiasse in te...
    e i tuoi occhi ne rispecchiassero
    l'itensità di quell'azzurro...
    mi regaleresti quei sogni divenuti realtà.
    Salvatore Coppola
    Composta lunedì 23 agosto 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      Domani un'altro giorno

      Una bianca colomba
      svolazza fra tetti spioventi
      di case e torrioni
      di antichi manieri.
      Volteggia nell'aria
      aggraziata e superba
      per poi riposarsi
      a cercare sull'erba.
      Granelli di terra
      molliche di pane
      formiche ed insetti
      il suo umile pasto.
      Riprende il suo volo
      spiegando le ali
      la bianca colomba
      messaggera di pace.
      Dall'alto dei tetti
      accompagna il tramonto
      aspettando il domani
      per lei un altro giorno.
      Salvatore Coppola
      Composta lunedì 22 novembre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Salvatore Coppola

        Vorrei che tu

        Vorrei che tu mi cercassi,
        quando io nascosto nei miei pensieri
        vedo il cielo crollare su di me.
        Vorrei che tu mi cercassi,
        quando non sento il profumo dei fiori
        e le mie lacrime non sono più lacrime
        perche inaridito il mio cuore.
        Vorrei che tu mi cercassi,
        quando disteso sul mio letto
        non riesco più a sognare
        per rivivere nel sogno
        quello che tra noi c'è stato.
        Vorrei che tu mi cercassi,
        quando smarrita la strada del ritorno...
        mi perdo nell'infuocato arido deserto
        e i raggi del sole bruciano la mia anima.
        Vorrei che tu mi cercassi
        quando non riesco più a sorridere
        ad inginocchiarmi e pregare Dio
        di darmi il coraggio di amare.
        Vorrei tanto che tu mi cercassi!
        Salvatore Coppola
        Composta domenica 26 settembre 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Salvatore Coppola

          Era tutto un sogno

          Se potessi averti accanto
          fosse anche per un solo attimo,
          rinuncerei ai piaceri della vita
          e perdermi fra le onde del mare.
          Se potessi averti accanto
          fermerei il tempo per sentire il tuo profumo
          che, dolcemente, si diffonde nell'aria
          inebriando i miei sensi.
          Se potessi averti accanto
          come la natura in primavera,
          vorrei vederti fiorire e perdermi
          tra le piccole gocce di rugiada
          racchiuse nei tuoi occhi.
          Se potessi averti accanto
          anche solo per un minuto,
          sognerei le tue affusolate mani
          sfiorare le mie labbra socchiuse,
          come un pennello sulla tela
          dipinge l'immagine dell'amore.
          Se potessi averti accanto,
          poggerei il capo sul tuo seno
          per ascoltare i battiti del cuore.
          Si è fatto giorno. Era tutto un sogno.
          Salvatore Coppola
          Composta venerdì 1 ottobre 2010
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Salvatore Coppola

            Stupide paure

            Ho voglia di vivere
            di volare, di amare
            e con l'amore crescere,
            conquistare il mondo.
            Ho voglia di sognare
            perché i sogni
            mi raccontino di te,
            di noi, del domani.
            Ed in quei sogni
            troverò il coraggio
            di fuggire dalle mie
            ingiustificabili stupide paure.
            Ho voglia di vivere
            credere nel tuo amore
            nel tuo piccolo cuore
            al tuo sorriso e da esso
            mi lascerò trasportare.
            Salvatore Coppola
            Composta mercoledì 1 dicembre 2010
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Salvatore Coppola

              Ero io

              Ammira con grazia
              il mare dei tuoi ricordi,
              siediti su quello scoglio,
              racconta la tua storia alle onde.
              Ascolta il fragore
              del loro infrangersi,
              guarda quell'onda, l'ultima.
              osservala,
              seguila attentamente.
              Si allontana,
              va verso l'orizzonte,
              perché domani,
              lorizzonte, ti dirà
              che quell'onda ero io!
              Salvatore Coppola
              Composta domenica 22 maggio 2011
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Salvatore Coppola
                Sarà dei giorni fragili,
                se nella notte saggia,
                riaffiorano i ricordi
                degli anni già vissuti.
                Saranno i climi sterili,
                le mille aspirazioni,
                gli spasmi insopportabili,
                certezze irraggiungibili.
                Sarà quel fiume gelido
                che scorre lentamente
                ad osteggiare i battiti
                di un cuore naufragante.
                Sarà di un uomo umile,
                ansioso ed affannato
                che nel domani invoca
                risposte del passato.
                Sarà un sorriso fievole
                che al sorgere del sole
                spalanca le finestre
                ad una poesia d'amore.
                Salvatore Coppola
                Composta sabato 21 maggio 2011
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Salvatore Coppola

                  La mia poesia

                  Fino a ieri
                  era la mia canzone,
                  le note di uno spartito
                  i tasti di un pianoforte
                  le corde tese di un violino.
                  Fino a ieri
                  tra le pagine di un libro,
                  leggevo le sue dolci parole
                  il loro intercalare libero
                  le piccole frasi di una poesia,
                  i sentimenti più puri
                  la sua nostalgia.
                  Ora tutto è cambiato.
                  Sono solo. Lei è sola;
                  siamo soli.
                  Non è più la mia canzone,
                  non è più la mia poesia.
                  Salvatore Coppola
                  Composta venerdì 17 giugno 2011
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Salvatore Coppola

                    Anche un angelo può amare

                    Lascia
                    che io vada...
                    lascia che nell'aria
                    si oda
                    Il battito delle mie ali.
                    Lascia
                    che il mio sorriso...
                    sia libero
                    di posarsi sulla tua bocca.
                    Sii consapevole
                    della mia divinità,
                    cerca di capire chi sono.
                    Ma ti prego;
                    lascia che io vada,
                    lascia che apra
                    Le mie ali...
                    che possa volare felice.
                    Ma non temere;
                    Io non ti abbandonerò mai,
                    sarò sempre il tuo custode
                    Il custode dei tuoi pensieri,
                    delle tue lacrime,
                    è non ti abbandonerò mai.
                    Ti starò sempre accanto,
                    anche
                    nei momenti difficili.
                    Tendi la tua mano,
                    dai vita al mio battito d'ali
                    Ed io sarò
                    l'angelo del tuo cuore,
                    perché a volte...
                    anche un angelo può amare.
                    Salvatore Coppola
                    Composta venerdì 14 ottobre 2011
                    Vota la poesia: Commenta