Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

Un Mondo di Colori

Corri verso il mare, cavalca le sue onde,
cogli l'occasione, vivi la passione.
Il capo volto al cielo, dritto verso il sole,
accendile la luna, dipingile le stelle
guardala negli occhi, stringi le sue mani
leggi nel suo cuore, colmala d'amore
dille che è importante, che vive nei tuoi sogni
e lei la tua speranza. Un mondo di colori.
Salvatore Coppola
Composta sabato 16 ottobre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    La mia ombra

    Non cercare la mia ombra,
    dopo averla ferita e calpestata.
    Lascia che essa vaghi senza meta.
    che ritrovi la sua pace.
    Lascia che il mio pianto
    solchi la mia pelle,
    sarà la terra arida
    ad accoglierle ed asciugarle.
    Lascia che il mio spirito
    svolazzi verso il cielo
    e che diffonda in esso
    la morte che ho nel cuore.
    Ma lascia che io vada
    non trattenermi ancora
    non servono parole
    se non vivrò il tuo amore.
    Salvatore Coppola
    Composta domenica 9 gennaio 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      21 marzo

      Un timido sole
      si affaccia giocondo
      trascorre il suo tempo
      scaldando e giocando.

      Dorati i suoi raggi,
      son mani fatate
      accarezzano i boschi
      coloran le foglie.

      Un cuore felice
      saltella di gioia
      invita alla pace
      riaccende il suo amore.

      La terra sorride,
      già pronta e feconda
      germoglia frizzante
      da vita alla vita.
      Salvatore Coppola
      Composta lunedì 21 marzo 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Salvatore Coppola

        Il mio supplizio

        Fuori dalla mia realtà,
        il mondo chiuda le porte.
        Lontano dai miei ricordi,
        il cielo spenga le stelle.
        Sul piano di una buia strada,
        affondo i miei passi esitanti.
        Al calar della pioggia,
        si confondono le mie idee.
        Fuori da una porta chiusa,
        prono il capo alla disfatta
        di una passione snaturata,
        dispersa oltre il limite della vita.
        Fuori dalla mia verità
        accolgo la speranza infame,
        di un supplizio alla ragione
        è mi arrendo alla morte,
        mia eterna prigione.
        Salvatore Coppola
        Composta domenica 20 marzo 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Salvatore Coppola

          Piccoli amori

          Piccoli amori nascono
          quando due cuori bramano
          quando due occhi brillano
          colmi d'amore invocano.
          Piccoli fiori sbocciano
          quando la terra è fertile
          quando le stelle splendono
          quando nel ciel si incastano.
          Piccole ali intrepide
          sfidano l'universo
          come due lame tagliano
          l'aria che al ciel si apriva.
          Piccoli cuori palpitano
          quando l'amore avvertono
          quando le mani sfiorano
          piccole gote si infocano.
          Piccoli sogni scorrono
          quando i ricordi scemano
          quando due cuori svernano
          piccoli amori nascono.
          Salvatore Coppola
          Composta sabato 21 maggio 2011
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Salvatore Coppola

            Un vecchio piano

            Le mie parole
            sono lacrime
            che scivolano lente
            mentre osservo le nuvole.
            Morde la mia anima,
            il cuore dello spirito
            si adagia e si disperde
            nella polvere inerte.
            Giuro che l'amerò,
            con lei mi perderò
            per lei che suonerò
            le melodie della vita.
            E canto, e grido, e l'amo
            con lei nel mondo per mano
            carezzo con le dita
            i tasti di un vecchio piano.
            Salvatore Coppola
            Composta venerdì 27 maggio 2011
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Salvatore Coppola

              Tu che per me

              Interminabili e aridi i giorni
              e le notti lontano da te.
              Non c'è abbraccio,
              nessun altro desiderio d'amore
              che potrà rendermi felicità
              se il tuo pensiero
              più non mi appartiene.
              Non c'è coro di stelle,
              o antiche divinità dell'universo
              che potranno consolarmi.
              Sono angosce nascoste le mie
              che perfino gli occhi
              versano fredde lacrime
              da quando hanno scoperto
              che la mia vita
              non avrebbe senso lontano da te.
              Amore!
              Tu che per me
              sei parola scolpita nel cielo.
              Amore!
              Tu che per me
              sei parola dal sapore inconfondibile.
              Amore!
              Tu che per me
              sei parola che respira aria di poesia.
              Amore sei tu...
              donna dal corpo armonioso,
              tu hai reso questo amore unico.
              Sei tu quel soffio di vento
              che mi sorregge,
              che nei momenti di difficoltà
              mi spinge
              oltre ogni inimmaginabile felicità.
              Sei tu l'amore,
              il senso di due mani che si toccano,
              il caldo contatto di due corpi,
              l'incontro indivisibile di due anime.
              È in te...
              che sei il mio angolo di paradiso
              cerco qualcosa
              che rapito dalle ombre delle notti
              un tempo abbandonò il mio cuore.
              È il tuo amore che voglio,
              che cerco di afferrarlo,
              di costringerlo a sostenermi,
              perché in te...
              che sei il mio unico appiglio,
              incatenerò al tuo cuore le mie speranze. ©
              (S. Coppola – scrittore)
              Salvatore Coppola
              Composta venerdì 28 giugno 2013
              Vota la poesia: Commenta