Poesie criptiche

Le poesie criptiche sono poesie enigmatiche in cui non si riesce a capire con certezza il soggetto.


in Poesie (Poesie criptiche)
Ti ho visto.
Ci siamo incontrati.
Mi hai ignorato.
Ma Non è bastato.
Stavo passando di lì.
Ero stremato.
Dopo tanti sali scendi.
In bilico sopra un fondo incerto.
Mi sono avvicinato.
Non sei scappato.
Non ero certo pronto.
Ci siamo trovati.
E un po' anche capiti.
Ci siamo scaldati l'animo.
Poi sei sceso dal tuo trono e hai raggiunto il mio mezzo di trasporto con cui viaggio nei miei giorni di desiderio fuggiasco.
Sono ripartito, sei andato oltre la gabbia e chissà se ti ricorderai di me, del mio odore e se non scapperai al nostro prossimo incontro.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Il pescatore
    in Poesie (Poesie criptiche)
    Uomo non sei più uomo ma chimera,
    bisogno non sei più bisogno ma flebile capriccio.
    Il tempo dell'antropomorfismo è finito gente!
    La complessità ci ha portati allo smarrimento,
    la ricerca ci ha portati all'incertezza.
    Ed io sventurato pescatore, in questa burrascosa mareggiata,
    inseguo il faro della virtù con la speranza di tornare a casa.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefano Medel
      in Poesie (Poesie criptiche)

      Qualcuno volò nel nido del cuculo

      Se sei schedato nell'igiene mentale,
      la tua vita è segnata per sempre,
      sei fregato,
      fottuto,
      bollato a vita e non te ne liberi più;
      intorno a te c'è sempre il sospetto,
      la gente ti guarda con pietà e sufficienza,
      ti parlano dietro,
      ti danno addosso,
      sei etichettato a fuoco vivo,
      tutto diventa più difficile,
      almeno il doppio,
      perché ogni volta devi dimostrare,
      non solo che sei in grado di fare,
      ma anche che non sei menomato,
      sei pure diplomato;
      ogni volta, sei preso con le molle,
      c'è prevenzione, dubbio,
      scetticismo, e si stupiscono,
      se non sei handicappato come pensano;
      l'igiene mentale,
      ha preso il posto dell'inquisizione,
      un tempo se eri un ribelle, venivi processato,
      e adesso c'è l'igiene mentale,
      se ti ribelli,
      se contesti, e non accetti il sociale,
      ti tolgono di mezzo, e ti sbattono in psichiatria,
      riempiendoti di robaccia e sedativi;
      e un sistema di reazione della società,
      e di controllo, dei sovversivi, dei diversi,
      dei ribelli;
      questo è quanto,
      e la libertà ce n'è poca.
      Composta mercoledì 26 dicembre 2018
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Gianluca Cristadoro
        in Poesie (Poesie criptiche)

        Sospensione

        Spariglio le pieghe dei ricordi,
        di tue dolci armonie attendo l'incanto.

        Non un sospiro ci sorprenda e ci illuda,
        non una lama brami lacerare le mie carni.

        Un giorno, forse, l'anima priva del suo corpo
        rimpiangerà l'amore negato.

        Ma ora sei tu a fermare il tempo, l'energia che prorompe e va oltre i sensi, il contrito stupore.

        Sospeso nel tempo ammiro
        l'Eterno e la memoria che fugge da sé.
        Composta mercoledì 12 dicembre 2018
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di