Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Stefano Amoroso

Nato domenica 20 luglio 1969 a caserta (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Diario.

Scritta da: Stefano Amoroso

'O Trene

O trene,
comm Ŕ bell a lu sentere e passa,
Tu t¨ , ta tÓ ,
'e carrozz un' appriess 'a nata senza 'e s' fermÓ;
Ŕ nu passaggio assai veloce,
che nu fai a tiemp a lu guarda',
che l' ultima carrozza, Ŕ passata giÓ.
E giÓ!..
Tu t¨, ta tÓ ,
n¨ penzier i quann' ere creature me l'ha fatt arricurdÓ,
che aspietta a fa';
chill 'o trene ,Ŕ semp 'o stess,
is passa, e tu ,
nu fai a tiemp lu' guardÓ ,
che l'ultima carrozza Ŕ passata giÓ...
Tu tu, ta tÓ....
Stefano Amoroso
Composta mercoledý 13 marzo 2019
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Stefano Amoroso

    Trascorriamo

    Il tempo, scompare, riappare,
    inerme come un verme per chi Ŕ ad aspettare;
    Invisibile appare, a rendere i
    giorni, come gli pare;
    lentamente, frettolosamente,
    sofferma la mente, sospeso e indenne,
    nella memoria di chi Ŕ presente.
    Scorre, rincorre,
    porta via e ti cambia,
    insegna e si spreca
    ma se perduto, ti annega.
    Ladro, e ambiguo i ricordi svanisce,
    veloce in chi gioisce e inesorabilmente fermo,
    in chi patisce.
    Stefano Amoroso
    Composta giovedý 4 ottobre 2018
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Stefano Amoroso
      E' vierne
      nÓ via poco ammuinata
      na' f'nestre n'zerrata
      n¨ fruscio e viente
      na malinconia dint 'a cap
      co' ll'uocchie n'zunnate
      nß capa 'e p'nziere
      'p ghýá 'a faticÓ
      guard l'uocchie tuoje pe' m cunzula'.
      Buongiorno amm˛re,
      si nÓ lenza 'e sole,
      che puort calore
      cheá chi˙ vierne nu'nne'.
      Buongiorno ammore
      Si n'aria fresca, c'add˛ra,
      N¨ sciore chi¨ bell ,
      Che vierne nu'nne'.
      Ammore che do'viern
      ne fatt' primmavera
      t 'vuless tutt'e mument
      p' essere aller,
      p' essere aller.
      Stefano Amoroso
      Composta mercoledý 14 febbraio 2018
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Stefano Amoroso

        Na'nonna

        Na'nonna

        Ce vo' curaggio p'na' carezza
        mentre i 't guard cuoll' uocchie i comm'er   creature,  quann tu 'm d'cive:
        Si bell e sý ddoce a na'nonna soja.

        Ce vo' curaggio p' na carezza
        quann mˇ si tu,
        tennere e doce comm na' creatura.
        Che amarezza sta' carezza
        putess purta' pace a sta' vita toia
        comme tu e purtata ammore, a stÓ vita mia.
        Nun me lassÓ cu sta' amarezza.
        Ce v˛ curaggio p' sta' carezza
        Stefano Amoroso
        Composta sabato 7 ottobre 2017
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Stefano Amoroso

          'A vrasera

          C' calore sta' vrasera
          Che chi e piere s'appugliave
          nu' fattariell  's cuntava,
          e mentre s'addiceva,
          nu' mandarang s'ammunnav
          e l' addore 'c sajeve,
          addurav tutta 'a sera.

          'C calore sta vrasera,
          che 'o malatiemp annascu'nneva,
          'c nÓ pezza s'asciuttav
          'c nu' cuonz s 'scalfav.

          'C calore sta' vrasera,
          che chi piere s'appugliave
          na' preghiera s'addiceva
          nÓ creatura s'addurmeva,
          nu' core e mamma s'astrigneve.

          'C calore sta' vrasera
          che, chi attuorne 's strigneva
          ain't 'o core s'addiceva:

          'A vrasera cull' ammore,
          pure quann e' sule cennere,
          fa calore.
          Stefano Amoroso
          Composta martedý 3 ottobre 2017
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Stefano Amoroso

            Noi

            Al di lÓ,
            di ogni io, di ogni tu
            i nostri sguardi, i nostri abbracci
            tra le mani, le nostre mani;
            i mie passi, i tuoi passi
            i nostri passi, attraverso fossi e sassi;
            al di lÓ,
            di ogni poi e di ogni forse
            solo adesso Ŕ, ogni istante;
            al di lÓ,
            di ogni dove, di ogni quando,
            distanti, trovarsi senza toccarsi;
            al di lÓ
            di ogni io, e di ogni tu
            e del profumo dei fiori
            noi...
            Stefano Amoroso
            Composta sabato 3 dicembre 2016
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Stefano Amoroso

              L'ansia

              ╚ l'ansia
              a non darti voce,
              a renderti prigioniero,
              ad opprimerti i sensi,
              a rubare momenti alla vita.
              ╚ l'ansia,
              a rendere accecante la luce del sole,
              opprimente il buio della notte,
              soffocante l'aria che respiri.
              ╚ l'ansia,
              a rendere lontane,
              le mete da raggiungere,
              infinite,
              le distanze da percorrere,
              fermo,
              il tempo delle attese
              Ŕ l'ansia,
              a insinuarsi prepotente e parassita,
              nel trascorrere veloce della tua vita,
              lei,
              taciuta e meschina ladra di te stesso, vigliacca,
              ed opportunista che ad altri,
              sai mostrar forme diverse.
              ╚ l'ansia,
              che impone il suo volere al tuo cuore,
              che ti rapisce il fiato prima di incominciare a correre.
              ╚ l'ansia,
              a decider sei sazio,
              se hai gioia,
              se hai dolore.
              ╚ l'ansia,
              a godere della tua esistenza, delle tue emozioni,
              ad essere protagonista nella malattia.
              ╚ l'ansia,
              la compagna fedele e lo sarÓ tale fino al giorno in cui la gentil morte,
              chiederÓ permesso ad essa, di lasciarti libero,
              di andare...
              io, ho paura solo di me stesso dell'ansia.
              Stefano Amoroso
              Vota la poesia: Commenta