Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Daniela Cesta

Fiore di Jesse

È arrivata per tutti, la luce divina del sole d'oriente!
Risplende ai nostri occhi, come brillò ai pastori
il Signore è nato per noi, principe di pace,

rendiamo utili le meraviglie di un amore generoso
per non tornare a essere schiavi, delle tenebre di morte
l'allegria del cielo e della terra

è tutta per il divino virgulto, frutto del Natale,
arriva a noi attraverso l'eucarestia
vincolo indissolubile, tra l'anima nostra e il Salvatore,

sei sceso dal cielo, come soave rugiada su di noi
mentre Maria, lei tutta santa, tempio della tua incarnazione
affida al tuo tenero cuore le nostre anime

che sono sotto l'influsso del peccato, Maria implora
soccorso e perdono e chiede di rivestire tutti di te,
Gesù vezzoso fiore di Jesse, la lode per te

echeggia per tutto l'universo, il verbo solleva l'umanità
ai suoi divini orizzonti, prendici gesu con la fiamma del tuo amore
e sciogli noi come cera, ai piedi del tuo altare,

risplenderà sul nostro volto la salvezza,
divino respiro, divino sentimento, purifica,
tocca, fortifica, illumina.

Perché tu sei oh Gesù: cibo, bevanda e volontà del padre.
Daniela Cesta
Composta giovedì 5 gennaio 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    Passi verso casa

    Sfavillano le fiamme nel fuoco
    insieme al luccichio delle luci di Natale
    alberi che brillano nella notte buia

    i presepi sono composti sopra il muschio
    tra le piccole case di cartapesta,
    con i pastori di gesso che

    sembrano andare tutti, nella stessa direzione
    verso la piccola capanna di maria e giuseppe,
    freddo oltre i vetri della finestra,

    l'aria è gelida, ma le luci riscaldano tutti i cuori
    siamo in attesa del Natale, ogni casa, ogni persona
    tutti i passi riportano a casa, Natale è casa, famiglia, amore.

    Dio ha donato a noi questa grande festa
    di gioia, pace, luce, fraternità, rispetto,
    gli angeli circondano la terra in un grande abbraccio.
    Daniela Cesta
    Composta giovedì 5 gennaio 2017
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      Pioggia d'autunno

      Giorni scuri, nebbiosi di pioggia,
      giornata di autunno, malinconica, silenziosa,
      tranquilla, nella quiete ascoltiamo il respiro
      della nostra anima, prigioniera del nostro corpo

      nel crepuscolo tetro, senza colore
      mentre la pioggia copiosa lucida i tetti
      e le montagne velate rapiscono il cuore,
      il cero dietro i vetri, illumina la mia finestra

      piccolo bagliore che scintilla per gli angeli
      e per le anime, andate oltre la vita terrena
      la luce delle mie piccole preghiere
      possano giungere a loro come dolce armonia

      spingendo queste energie verso
      lo scintillio sfavillante di Dio.
      Sorrido piena di speranza e mi accomodo nel mio letto
      ascoltando il vento e la pioggia che picchietta

      donandomi un atmosfera accogliente, sotto le coperte.
      Daniela Cesta
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        Questo è l'autunno

        Tempo di meditazione in questa stagione
        giallo, rosso, splendidi colori autunnali
        il frusciare delle foglie sotto i piedi

        così riposante, rilassante, distensivo, conciliante
        l'autunno ha il potere di rassicurare l'animo
        di avvolgerlo, di malinconia e romanticismo

        profumi meravigliosi di nuova frutta
        castagne e zucche, foreste che si trasformano
        suggestive e struggenti che donano calore.

        Il tramonto smorto, commozione, lacrime silenziose
        luccichio negli occhi quando guardi l'orizzonte
        la luce che fugge veloce e il buio abbraccia.

        Tutto questo è l'autunno.
        Daniela Cesta
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniela Cesta

          Meditazione autunnale

          Sfavilla la fiamma del camino
          il crepitio del fuoco è armonioso e rilassante
          caldo, gradevole, delizioso, piacevole

          oltre il vetro della finestra è buio e freddo
          un fiamma ardente, rende tutto più brillante
          in una sera d'autunno malinconica e meditativa

          sorregge lo spirito e alimenta l'anima
          mentre tra i vicoli silenti c'è profumo di legna bruciata
          effluvio autunnale che tocca ogni cosa,

          nel cielo buio si scorge solo una piccola stella
          rammenta a noi che viviamo, nel perenne vuoto abissale
          sopra i gelidi tetti, i comignoli fumanti giocano con il vento

          e gli angeli volano, trasportando le anime dei defunti
          in cerca di preghiere per poter entrare presto in paradiso,
          non dimentichiamo mai, coloro che, non sono più vivi

          perché i defunti hanno bisogno delle nostre
          piccole preghiere, pensieri, carità, per andare
          nella luce della dimora di Dio.

          Piccole cose che allietano di gioia il nostro cuore
          alleggerisce l'anima e lo spirito inquieto,
          durante questo nostro viaggio terreno

          prima, di affrontare l'eternità.
          Daniela Cesta
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Daniela Cesta
            L'autunno stringe noi tutti
            e le foglie lasciano il ramo senza più vita
            l'albero si spoglia, del suo splendido abito verde.

            Era rigoglioso d'amore, nella brezza pomeridiana
            nel ricordo di un estate passata
            frusciano le foglie secche, sotto i miei piedi.

            In questa stagione di cambiamento nel malinconico silenzio
            nell'affanno del cuore, nello spirito quieto,
            amo la solitudine del bosco autunnale.

            Non è tristezza, non è dolore, ma solo splendore del creato
            tra gli ultimi sussurri delle foglie che dicono addio,
            nel sogno di un amore incondizionato,

            donato da Dio per noi, armonia dell'intero universo
            dove noi siamo preziosi e importanti
            insieme all'acqua, alla terra, agli animali e le piante

            le stagioni rispecchiano la nostra vita.
            Daniela Cesta
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Daniela Cesta
              Many angels fly on the earth,
              collecting the souls of many children
              killed on the Earth violently
              .
              Paradise is full of children
              They play, smile, and are loved by God
              have peace, serenity, and love
              .
              Humanity mishandling, torturing, and killing
              children all over the world, which
              are the light of God, his heart
              .
              God does not forgive the terrorists,
              God does not forgive those who kill and kill
              in the His name!
              .
              The day will arrive, for satanic killers
              They will have to account for all their misdeeds
              before the eyes of God
              and we innocuous people, we live in sadness and anger
              Satan is on Earth and creates monsters,
              and we must defend ourselves

              molti angeli volano sulla terra,
              raccolgono le anime di tanti bambini
              uccisi in questo tempo di violenza

              il paradiso è pieno di bambini
              giocano, sorridono e vengono amati da Dio
              hanno pace, serenità e tanto amore,

              l'umanità, maltratta, tortura, e uccide
              i piccoli di tutto il mondo, che,
              sono la luce di Dio il suo cuore,

              Dio non perdona i terroristi,
              Dio no perdona coloro che uccidono e uccidono
              nel nome del Signore!

              Arriverà il giorno che, gli assassini satanici
              dovranno rendere conto di tutte le malefatte
              davanti agli occhi di Dio

              e noi innocue persone, viviamo tra tristezza e rabbia,
              satana è sulla terra a creare mostri, a rubare anime,
              e noi dobbiamo difendere noi stessi.
              Daniela Cesta
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Daniela Cesta

                Tramonto estivo

                nel tramonto estivo scintillio dell'acqua di mare,
                la brezza avvolge con dolcezza la nostra pelle
                abbronzata e accaldata dal sole di luglio,

                l'armonia delle onde fa sognare...
                sulla spiaggia tutto è vita frizzante,
                chi balla, chi nuota, chi fa ginnastica,

                chi dorme sotto l'ombrellone,
                io ascolto il canto del mare, il suo movimento,
                il sussurro dei pesci che contiene,

                il mare vuole essere rispettato, amato, compreso,
                la sua potenza potrebbe vendicarsi di noi tutti!
                Pensieri al tramonto di una calda estate,

                di un tempo moderno, in una dura società,
                senza comprensione, dove ogni cosa è assurda
                ma io invoco il Signore per sentirmi protetta

                dalle avversità di questo mondo,
                perché ognuno di noi deve sentirsi
                appartenente al cielo, in una terra di passaggio.
                Daniela Cesta
                Composta giovedì 7 luglio 2016
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Daniela Cesta

                  Onde

                  Ruggiscono le onde con effervescenza bianca,
                  spumosa, frangente, cresta, schiuma,
                  schizza come, un fascio di luce sul bagnasciuga,

                  nel movimento oscillatorio, arricciatura, increspatura, ondosità,
                  il mare è straordinario nel suo movimento discontinuo,
                  tumultuoso, travolgente, affascina e diverte,

                  il ruggito dell'onda è forte e assordante,
                  dal vento che arriva dall'orizzonte blu,
                  gridano le onde potenti, arrivano sulla spiaggia

                  avvolgendo i bagnanti di schiuma bianca,
                  come pensieri che affascinano e conquistano,
                  la poesia del mare, che fluttua vorticosa, sull'onda.
                  Daniela Cesta
                  Composta giovedì 7 luglio 2016
                  Vota la poesia: Commenta
                    Scritta da: Daniela Cesta

                    Tempo che passa

                    Quando pensiamo al tempo che passa
                    assale noi una struggente malinconia
                    circonda il cuore come una morsa di ghiaccio,

                    pensiamo al passato e sembra sempre migliore,
                    più bello e gioioso, il tempo è andato e non tornerà mai più,
                    e i parenti andati oltre... diventano come estranei

                    solo una certezza esiste...
                    quando vediamo il sole del mattino
                    siamo ancora vivi!
                    Daniela Cesta
                    Composta mercoledì 6 luglio 2016
                    Vota la poesia: Commenta