Scritta da: Rachele G.
Oh Dio,
che te lo sei portato via,
non mi hai fatto dire addio
e adesso sono in agonia

Oh Dio,
che te lo sei portato via,
sento un tremolio;
ho già nostalgia

dei giorni passati insieme
a parlare, a sussurrare
e alle nostre peli accarezzare
e adesso mi resta solo tristezza che di uscire freme

Oh Dio,
prendimi e portami via
e con un mormorio
salutai e andai via.
Anonimo
Composta sabato 1 novembre 2014
Vota la poesia: Commenta

    Se potesse

    Se potesse il buio della notte
    annullare l'universo che separa le nostre vite!
    Allora aspetterei
    il calare della sera
    per sentirmi più forte.
    E troverei il coraggio
    di volare tra le stelle
    per raggiungere il tuo viso,
    limpido come un giorno di primavera.
    E non avrei più paura
    di stringerti tra le mie braccia
    e sussurrati
    le parole più dolci che il mondo abbiamo mai ascoltato.
    Mentre nel mio cuore pregherei
    che non venisse mai su il giorno.
    Anonimo
    Composta martedì 28 ottobre 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di