Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna De Santis

Chillu straccio d'ammore

Chist'ammore
gli si usat
comme a nu straccio,
zuzzo e tutto arrovugliato.
Gli si ittato andò và và
e ogni tanto te serviva
quanno può te recurdavi.
Mò, ritruvato chigliu straccio
cu lasciva alla funtana
gli aggio fatto bianco, bianco
gli aggio stiso annanzo a o' sole
comme adora chill'ammore
c'à tu ittavi andò và và
tutti venen addurà
e mò tu và và.
Anna De Santis
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna De Santis

    E mo vattenn

    T'aggio vuluto bene veramente
    si stat tutt chell ca vulev.
    Tu sai ca pe te murev
    Ogni tanto na sciuriata e po' passava,
    cu carezz e vase ampizz ampizz.
    Chell ca mo si fatt nun se perdona,
    te si fatt n'gannà da na sciacquetta
    aviva ascì e quanna fretta.
    Nient m'addunaie re chell ch'era succiess,
    te sì pentito e quann gliu jorno appriess
    si cunfessat...
    perdona... nun era ammore
    e si turnato accà.
    Mo può purtà a luna e tutte e stelle,
    e a tutt l'ore nu fiore...
    Troppo tardi;
    te sì piers o core.
    Anna De Santis
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna De Santis

      Il viale dei tigli

      Ti seguirò con lo sguardo,
      mentre ti allontanerai
      tra i tigli in fiore,
      percorrerai il viale
      ed io avrò tempo per pensare.
      Il profumo mi distrarrà per un attimo,
      ma resterò a guardare.
      Quasi impassibile,
      non scenderà una lacrima,
      chissà se ti volterai
      per incrociare il mio sguardo,
      per un ultima volta,
      se mi ricorderai...
      per ora non mi rendo conto,
      faccio fatica a pensare,
      ma son certa che non starò qui ad aspettare.
      Vai pure via, continua a camminare
      e non ti voltare.
      Son passati gli anni, sono sul balcone,
      che dà sul viale, aspetto...
      mi verrai a cercare;
      è maggio e i tigli sono in fiore.
      Anna De Santis
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna De Santis

        Indissolubilmente

        È più giusto che ti dica t'amo
        tra le pagine di un libro
        dedicato a te.
        Son fiori colorati, son carezze,
        son lacrime sparse, son certezze,
        son baci e turbamenti,
        tutta la mia vita
        con i suoi momenti.
        Sei stato un sogno, l'unico,
        quello che ti prende il cuore,
        e mai non ci sarà
        un altro a cui pensare,
        nonostante gli schiaffi,
        le notti di solitudine
        e quella moltitudine
        di donne che hai avuto.
        Dentro mi sei entrato
        e mi hai trovata pronta,
        c'era un vuoto incolmabile,
        ma tra maledetti forse,
        e amore possibilmente,
        sono anni ormai che...
        indissolubilmente...
        Anna De Santis
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Anna De Santis

          Mi chiamerai

          Il tempo mi darà ragione,
          mi chiamerai ed io sarò lontana.
          La tua bocca cercherà quell'umido sospiro,
          che dava vita ai tuoi giorni.
          Non sò se mai vorrò tornare,
          ma quando il vento la tua voce porterà
          la sentirò nel cuore,
          e quando ricorderò il profumo delle notti insieme...
          Ti accorgerai che mancherò al tuo sguardo,
          forte mi chiamerai,
          non avrai più le mie carezze,
          mi cercherai sognandomi
          e stringerai il cuscino.
          Quando è forte questo desiderio
          ma l'orgoglio frena le parole.
          Quello che c'è nel cuore,
          non si può fermare,
          ma aspetterò te,
          mi chiamerai e mi verrai a cercare...
          Non farmi aspettare,
          abbiamo un sogno da recuperare,
          con lei non è lo stesso,
          e se tu lo vorrai, non avrò più orgoglio
          mi lascerò andare,
          e sempre t'amerò con tutto il cuore.
          Anna De Santis
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Anna De Santis

            Silenzi

            Ho bisogno di questi momenti,
            silenzi
            ho bisogno di riferimenti,
            ritrovare gocce di ricordi,
            amori e sentimenti.
            Silenzi
            dove pensare, lasciarsi andare
            liberare l'anima, sognare.
            Silenzi,
            che riempiono la vita,
            che corre e pietà non sente,
            ed io che chiedo ancora,
            per fermarmi a guardare,
            tornare sui miei passi senza più sbagliare.
            Ormai non c'è più tempo,
            inesorabilmente accelera la corsa,
            la mia vita, non l'ho vissuta appieno,
            dimenticando forse il meglio,
            un collage che non torna,
            voglio silenzi...
            Per poter ricordare.
            Anna De Santis
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Anna De Santis

              N'dò cojo cojo

              Me disse un caro amico, ch'era sbronzo
              lo sai che passa pe er cervello mio?
              Vojo sparà a quelli che nun posso vede.
              Jiè risponno, doppo che l'ho visto:
              comme sei messo, nun poi sparà che nun ce coji,
              te tocca de tirà parecchi corpi.
              Bene, me fece lui, perché pe certo
              li stronzi se accompagnano fra loro,
              quindi n'dò cojo... cojo.
              Anna De Santis
              Vota la poesia: Commenta