Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Anna R. Di Lollo
Sogno ancora una carezza, una semplicissima carezza, quella lungamente anelata, bramata, invocata. Ne ho donate a migliaia nella vita e qualcuna, raramente tornata al mittente, l'ho anche ricevuta. Ma nessuna avrebbe il potere di quella giusta, capace, in quanto tale, di zittire i tormenti, acquietare i sospiri, spegnere tutti quei dannati desideri, tramutare in tangibile l'impossibile. Chissà se mai si renderà conto d'esser così speciale lei, quel piccolo apostrofo dettato dalla gentile virgola d'una mano, quella piccola tenerezza in grado di condensare l'infinito nel fugace battito, stivato tra la fantasia e il risveglio, disegnato dal suo dolce tocco.
Anna Di Lollo
Composto martedì 6 febbraio 2018
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Anna R. Di Lollo
    Tutto gettato all'aria, ogni cosa messa a soqquadro. Indescrivibili parapiglia, baraonde, scompigli, disordini, gazzarre, governano tutt'intorno, ma mai rinunciare alla ricerca della meraviglia, alla sua scoperta, a quella piccola stilla, quasi invisibile, nascosta tra le pieghe di ogni sorniona e monotona quotidianità.
    Anna Di Lollo
    Composto martedì 6 febbraio 2018
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Anna R. Di Lollo
      Chi ha conosciuto molti dolori non ne resta mai affranto, non riscontra in essi tristezza o malinconia, non versa lacrime né affligge il prossimo lamentandosene. Costui è infallibilmente riconoscibile: veste i variopinti colori dell'arcobaleno e indossa una vasta gamma di smaglianti sorrisi, adatti ad ogni circostanza allegra o lacrimosa che sia, non contempla disperazione, ma solo la saggezza della gioia, riposta in ogni minuscola, infinitesima opportunità.
      Anna Di Lollo
      Composto lunedì 5 febbraio 2018
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Anna R. Di Lollo
        Ogni qualvolta il mondo, nella sua umana ostilità, arretratezza emotiva, brutalità, ferisce, giunge il momento di rifugiarsi nell'incanto e nella magia della propria interiorità, dove tutto filtra attraverso la luce della bellezza. Fiori crescono nelle screpolature, l'erba ricopre le brutture, i cieli si tingono di ostinati azzurri, le acque lavano il pianto e la serenità conquista l'universo. Peccato siano in pochi a conoscere il cammino per giungere sin qui, sino alla terra promessa, promessa reiterata dal sogno di trasformare la dura realtà.
        Anna Di Lollo
        Composto lunedì 5 febbraio 2018
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Anna R. Di Lollo
          Scivola fra le idee, s'insinua subdola fra i pensieri, schiaffeggiandone la purezza, la casta schiettezza. La vendetta smuove i più bassi e primordiali fra gli istinti, quelli non filtrati da alcuna riflessione, da alcuna logica o illuminazione. Vomitare addosso all'altro ogni male, ogni abietta insinuazione e considerazione non trasformerà mai quel che, in fondo, il nostro cuore imprime davvero su di un legame. Anche la rabbia che esprime può esser dettata dall'amore, seppur nella forma peggiore, più grezza ed elementare.
          Anna Di Lollo
          Composto sabato 3 febbraio 2018
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Anna R. Di Lollo
            Conosco storie d'amore, lunghissime storie d'amore in cui non si smette mai di guardarsi negli occhi e, senza fraintendimento alcuno delle parole, non si cessa mai di comprendersi, compenetrarsi come solo due anime che si parlano sanno fare. Non conosco simbiosi altra, senza invadenza né disturbo o noia, dello starsi accanto continuamente, incessantemente. Non riesco ad immaginare, pur volendo lasciar galoppare a briglia sciolta la mia intera fantasia, un legame più onesto, sincero, fedele e premuroso di quello fra ogni cane e il suo padrone. Che poi "padrone" non lo definirei, piuttosto il suo amico per la vita, perché l'attaccamento non si impone, si conquista.
            Anna Di Lollo
            Composto mercoledì 31 gennaio 2018
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Anna R. Di Lollo
              Esistono un lato buio nell'uomo e uno illuminato, un demone che lotta per accecarlo e un angelo che si adopera per abbagliare la medesima cecità. Tutto dipende dall'equilibrio fra queste due parti, dalla propensione dell'individuo a far largo principalmente all'una o all'altra. Il dubbio amletico incalza: abbandonarsi senza sforzo alcuno alla viltà del buio, che tutto occulta, o aggrapparsi con estenuante difficoltà alla flebile luce che filtra dall'alto? La debolezza e il ripiego sono sempre una scelta semplice, l'opposizione e la resistenza un'opzione da eroi.
              Anna Di Lollo
              Composto martedì 30 gennaio 2018
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Anna R. Di Lollo
                C'è qualcosa che da dentro è spinto a soffiare, a spirare, una brezza sospesa tra dolcezza e malinconia, un profilo indefinito che sgomita per uscire, una forza che tenta di raggiungere altro. È una sensazione che si fa largo sino a che non trova varco, identità, consapevolezza. È come se dentro avessimo una creatura che anela a ricongiungersi col resto del creato, con tutto ciò da cui proviene e tutto quello a cui tornerà. Una fusione di dettagli con l'infinito circostante, una storia che, efferente, torna al suo corso naturale di riconciliazione. Il mondo intero è fatto di particolari occulti, non svelati, ai quali solo il tempo darà ragione. Verrà sempre l'istante di ricongiungimento, il momento in cui il dettaglio ritroverà corollario nell'insieme, in cui uno spirito si fonderà nuovamente con l'universo e non sarà morte, ma primavera, trionfante eco d'un battito di vita ripetuto all'infinito.
                Anna Di Lollo
                Composto venerdì 26 gennaio 2018
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Anna R. Di Lollo
                  Nel dormiveglia, con gli occhi ancora chiusi, la prima sensazione del mattino è il silenzio, che lascia ancora intorpiditi. Poi, sollevando le palpebre, giunge la luce che filtra dalle finestre in penombra, il primo cinguettio degli indefessi cantori mattutini di turno, un raggio di sole che corre a baciare la fronte, il paradiso inatteso di ogni nuovo giorno, che bussa ancora instancabile alle porte della vita.
                  Cercando fra le pagine del libro intitolato "Felicità" vi è anche questo annoverato tra i suggerimenti per raggiungerla, affiancarla, conquistarla: "Quanta luce sei disposto ad assorbire sin dal mattino e quanta a restituirne fino a sera?"
                  Anna Di Lollo
                  Composto venerdì 26 gennaio 2018
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Anna R. Di Lollo
                    E poi finisci per benedire tutti quelli che non hanno saputo apprezzarti, amarti, ma neppure prestarti ascolto, attenzione. Tutti coloro i quali ti hanno volutamente svilito, mortificato, calpestato. Quelli che hanno pensato si divenisse grandi rendendo piccoli gli altri. Grazie a tutti costoro, perché hanno generato forza interiore, determinazione. E anche se queste non dovessero condurti mai a nulla, potrai sempre affermare di aver provato in tutti i modi a farcela, insomma, di aver tentato alla grande.
                    Anna Di Lollo
                    Composto venerdì 19 gennaio 2018
                    Vota il post: Commenta