Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Anna R. Di Lollo
Coerenza, serietà, autenticità, verità, sincerità... continuiamo a legarle ogni giorno alla bussola che traccia i nostri passi, che disegna il nostro viaggio, che mantiene chiara la nostra rotta. Così, quando smarriremo la direzione, potremo non perdere il filo di chi realmente siamo, di chi cerchiamo ancora di diventare, di quella parte di noi stessi che dobbiamo ancora trovare, scoprire, sperimentare, imparare ad amare.
Anna Di Lollo
Composto mercoledì 18 aprile 2018
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Anna R. Di Lollo
    Ho sempre amato gli esploratori, gli archeologi, gli appassionati di mitologia, perché tutti costoro continuano a cercare strenuamente ciò in cui credono, seppur invisibilmente inghiottito dalle nebbie del tempo, ciò verso cui sono mossi da una fede superiore a qualsiasi altra. La loro diventa una ricerca faticosa, spasmodica, più o meno incessante, che può meravigliosamente sorprenderli o drasticamente disincantarli. Ma c'è della magia profonda in tutto questo, che, se non altro, spinge l'individuo oltre i confini del proprio vivere, al di là del proprio tempo, all'eterna ricerca di quel senso che accomuna da sempre (e per sempre lo farà) l'intera umanità.
    Anna Di Lollo
    Composto venerdì 9 maggio 2014
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Anna R. Di Lollo
      Chiudersi, mettersi sotto chiave, celarsi dietro una, cento, mille, infinite mandate. Erigere torri d'avorio in sterminati deserti di rovi o tra irti e intricati roseti, fra pungenti sassi aguzzi. Elevare barricate culminanti in guglie affilate, frapporre milioni di impedimenti e altri, altri ancora. Non si abbia il timore di rendersi preziosi. Ciò che è di tutti non ha valore. Aspettare è l'arte paziente di chi non s'accontenta, di chi non si svende al primo venuto. Per ogni cuore esiste un cuore capace di spalancare, abbattere, demolire, minare, con il più semplice e naturale soffio, anche il più assurdo degli ostacoli posti a guardia dell'amore.
      Anna Di Lollo
      Composto mercoledì 4 aprile 2018
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Anna R. Di Lollo
        Camminare fra le spiagge del tempo e non lasciarsi modificare da nessuna soddisfazione, non rendere grande nulla che, pur camuffato, seduca l'effimero. Portare nel cuore i medesimi affetti, custodire invariato l'amore e continuare ad occuparsi delle stesse, piccole, care cose. Ha un sapore buono la vita vera che, semplice, scorre tra le pieghe dei nostri anni. Per tutta la gioventù s'insegue ingenuamente la perfezione, per poi scoprire che quel che d'indefinito si rincorreva è seduto ad attenderci sulla soglia di casa. Non vive distante la gioia, fiorisce vicina, è sul nostro cammino. Basterà non disattenderla e scoprire che, in realtà, veste sempre d'imperfezione la felicità.
        Anna Di Lollo
        Composto domenica 11 marzo 2018
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Anna R. Di Lollo
          Non ci sono registri, né libri contabili, neppure diari, taccuini o semplici quaderni, che riportino annotati e censiti tutti i nostri sforzi, i nostri affanni, i nostri sacrifici. Non hanno visibilità, né voce, nessuna immagine o ritratto li espone agli occhi del mondo, eppure esistono. Sono un fardello greve comunque, anche per chi dietro una smorfia o un sorriso esorcizza la paura di non farcela. Ma la vita non sarebbe più bella senza di loro, senza quel modo duro di arrivare a fine mese, sconfiggere una malattia, un dolore, la perdita d'un affetto, la disfatta d'un amore, la morte d'un sogno, senza circumnavigare una delusione. Ogni fatica, stento, privazione, è solo una pagina brutta, un capitolo isolato, che non esclude affatto il lieto fine della storia, il tanto sospirato e rincorso "e vissero felici e contenti".
          Anna Di Lollo
          Composto sabato 10 marzo 2018
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Anna R. Di Lollo
            Ogni tanto la speranza cade in penombra e si smette di credere, si smarriscono i colori, tutto diviene smunto, pallido, uno sbiadito bianco e nero esanime. Ciò capita spesso, ma altrettanto sovente, per fortuna, questa rotta dura appena il tempo d'un battito di ciglia. Non c'è più vita nei giorni quando lei manca, quando la manna dell'imprescindibile sua presenza diviene assenza. Improvvisamente, però, ci si volta e in attimo tutto ritorna a sorridere: due attempati ragazzini ultrasettantenni che si tengono per mano, qualcuno che veglia, senza risparmiarsi, l'amico solo e in grossa difficoltà, una mano che si tende comunque e per chiunque, la corolla d'un fiore che, ondeggiando nel vento, accarezza il filo d'erba sottostante, un cane e un gatto che dormono insieme avvinghiati.
            La vita è fatta di istanti e di maree: un attimo precipiti sott'acqua nel buio e solo un secondo più tardi ti ritrovi sulla battigia baciato dal Sole. Ed è tra le conchiglie che ne circoscrivono l'indefinito perimetro, celata dalla sabbia, ricoperta dalle alghe, occultata dai detriti, nascosta dalla ghiaia, che finalmente ritrovi e recuperi la speranza.
            Anna Di Lollo
            Composto mercoledì 7 marzo 2018
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Anna R. Di Lollo
              E poi, sorprendentemente, da donna matura scopri che andare in là con gli anni non è una disfatta, anzi. Scopri di giungere nell'età delle conquiste più grandi, della libertà per esempio. Sei finalmente libera dal dover essere bella a tutti i costi. Scopri che la bruttezza può dimostrarsi accogliente, ospitale, rassicurante, un valido riparo dalle avversità della vita. Scopri che non te ne frega assolutamente nulla di dover piacere agli altri, a chi ti avrebbe voluta più alta, più magra, più ricca, più addomesticabile o, forse, solo meno intelligente. Scopri che è bello incontrare qualcuno di cui non si debba sospettare, qualcuno che sia affine, vicino, sulla stessa frequenza, la medesima linea d'onda, qualcuno di cui ci si possa fidare, qualcuno che non ti guardi dall'alto in basso, ma solo in orizzontale e che riesca a cogliere tutto lo spazio e le angolature diverse intorno, da cui è possibile osservarti e non solo vederti. Qualcuno che non badi al tuo modo di vivere spettinata, perché sfrutti al massimo il vento per orientare le vele. Qualcuno che ti trovi bellissima esattamente come ti svegli al mattino, senza trucco, né trucchi, qualcuno che ami quel tuo bizzarro modo di stravolgergli il tutto, una volta piovuta nella sua esistenza. Qualcuno che non ponga freni al tuo correre ribelle, alla tua voglia smodata e selvaggia di sfinirla la vita, di ingoiarla, di rubarla, di farne la massima incetta. Qualcuno che abbia conosciuto ogni prospettiva dal basso, ne abbia fatto esperienza, ci sia cresciuto, qualcuno a cui sia mancato il molto, perché solo chi è così riesce a comprendere sino in fondo la sottile differenza tra il lasciarsi vivere e dar luce al tutto. Scopri che quanto credevi fosse perdita, in realtà, guadagna in felicità. Scopri che trovare qualcuno che sia sulla tua stessa linea di confine permette di essere ben dritti uno difronte all'altra, di alzare la testa, guardarsi negli occhi, prendersi per mano e finalmente, cogliendo fiori e frutti dal giardino dell'amore, volare via.
              Anna Di Lollo
              Composto martedì 6 marzo 2018
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Anna R. Di Lollo
                Ognuno ha sogni in ogni dove: aggrovigliati fra i capelli, sparpagliati fra le idee, annodati sulle dita, inestricabilmente legati al sonno e alla veglia. Come crisalidi spesso dimenticate, essi mutano forma, colore, consistenza col passare del tempo. Ma ve n'è sempre uno assorbito dal cuore che non va più via, uno inalterabile, inattaccabile da qualsiasi elemento, il solo che non riesca a perdersi, confondersi nel mucchio, quello che trascina avanti tutti gli altri, quello che si può ancora chiamare per nome: "Amore".
                Anna Di Lollo
                Composto martedì 27 febbraio 2018
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Anna R. Di Lollo
                  La propria interiorità è l'unico luogo di mutamento reale. Dapprincipio vi regna l'ingenuità della fanciullezza, attutito e pacifico prato innevato. Poi, a uno a uno, si svegliano tutti gli spiriti urlanti, echi d'oceani in tumulto. Importante è, allora, apprendere lentamente a camminare accanto a tutto quanto ci spaventa, così da trasformare tutti i mostri in alleati e persino in fidati compagni di viaggio, da cui non bisognerà più guardarsi le spalle.
                  Anna Di Lollo
                  Composto giovedì 11 febbraio 2016
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Anna R. Di Lollo
                    Il tempo è eterno, lo era, lo sarà. Il tempo sopravvive a tutto o forse resta solo illusione. È un liquido amniotico in cui l'interezza della nostra anima fluttua, non ancora scissa. Le ere ci guardano, scrutano la nostra femminilità, la nostra mascolinità, il nostro modo di fonderci per poi separarci e ancora ritrovarci. Il tempo conserva la memoria della nostra unicità, della nostra divinità, dell'infinito che continuiamo a perpetrare nel palustre della nostra medesima inconsapevolezza.
                    Anna Di Lollo
                    Composto sabato 10 febbraio 2018
                    Vota il post: Commenta