Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Anna R. Di Lollo
I sentimenti, le emozioni, i sussulti del cuore e dell'animo, sono solo nostri. Essi rappresentano la massima espressione di un individuo. Per questo non andrebbero mai sottoposti al giudizio altrui. Ma il poeta è spoglio dinanzi agli altri e nella sua nudità non trova malizia, né malignità. È un temerario che apre al mondo le porte della propria interiorità, con inequivocabile sincerità.
Anna Di Lollo
Composto mercoledì 25 ottobre 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Anna R. Di Lollo
    Quando una mano davanti ti si tenderà, potrai afferrarla o lasciarla vuota finché si ritrarrà. Ma fra il porgerla e il lasciarne cadere l'intento, nel mezzo, vi sono un'infinità di sensazioni, emozioni, probabilità. Sarai tu dall'altra parte a scegliere il colore che predominerà. Se tono scuro o brillante sfavillio, solo il tuo cuore saprà. Fermati e pensaci bene, quando questo miracolo accadrà. È meteora rara, seconda, forse ultima, possibilità.
    Anna Di Lollo
    Composto mercoledì 18 ottobre 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Anna R. Di Lollo
      Il mondo è per metà femminile e per metà maschile. Quasi tutto di quel che vediamo, sentiamo, tocchiamo, annusiamo, apostrofiamo, coniughiamo ha un suo sesso, una propria identità. Ma è scavando ancor meglio che scopriremo come all'interno di quell'essere esista sempre un dualismo, con precise connotazioni appartenenti a entrambi i generi. Tutto questo per dire che nulla è più gretto e inutile di coloro che detestano e avversano, aborrendoli, uomini o donne che siano. In un qualche modo ognuno è legato agli altri e ne ha bisogno, persino se vive da solo, persino se è recluso in una prigione, un eremo, un'isola distante e solitaria. Non si prescinde dal lato maschile o femminile contenuto in noi stessi, né da quello presente negli altri. L'anima è composta da entrambe le componenti e ognuno di noi ne possiede una.
      Sentite la bellezza del noi, del dualismo, del plurale? "... vediamo, sentiamo, tocchiamo, annusiamo, apostrofiamo, coniughiamo..." Notate la meraviglia? Come dite, no? Guardate, leggete meglio. Non finisce forse tutto in amo?
      Anna Di Lollo
      Composto mercoledì 18 ottobre 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Anna R. Di Lollo
        La vita spesso altro non è che una scure oscillante sulla testa o un pianto antico, piccino e poi cresciuto. Ma come non adorarla sino allo stremo, come non desiderarla quanto il più seducente degli amanti, come non ubriacarsene sino a una totale perdita dei sensi? La vita è un'ebbrezza che dura un attimo; mai lunga abbastanza per goderne fino in fondo, né per comprenderne l'ingarbugliata architettura.
        Anna Di Lollo
        Composto martedì 10 ottobre 2017
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Anna R. Di Lollo
          Capita ad alcune donne d'incontrare uomini bui e, credendo che l'amore possa operare un miracolo, restano loro accanto in attesa della trasformazione. Ma se il principe azzurro ardirebbe condurle al castello, l'uomo nero dove potrebbe trascinarle se non nel suo misterioso antro inghiottito dall'oscurità?
          Anna Di Lollo
          Composto martedì 3 ottobre 2017
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Anna R. Di Lollo
            Molto ci plasma e leviga l'entusiasmo che suscitiamo, gli apprezzamenti che otteniamo, la fiducia che inculchiamo, insomma quel che ci viene riconosciuto del nostro agire. Impervia è invece la via di chi, non abitando alcun cuore, vede svilita tutta la propria amorevole opera di costruzione.
            Anna Di Lollo
            Composto giovedì 21 settembre 2017
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Anna R. Di Lollo
              Talvolta bastano i sensi per una somma conoscenza. Il cacciatore di segnali vive orientandosi col cuore, tenuto in mano come fosse bussola, per avvertirne la presenza; con le orecchie in allerta continua, per udirli arrivare; con l'olfatto affinato dal loro casuale e imprevedibile manifestarsi di preda selvaggia; con gli occhi chiusi per poterli osservare attentamente attraverso l'anima, assaporandone il gusto prima di vederli tramontare. Solo un baleno, un arcobaleno, un colpo di coda, un istante fugace, un dubbio atroce... ma non v'è niente di così profondo che la ragione possa spiegare.
              Anna Di Lollo
              Composto martedì 4 luglio 2017
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Anna R. Di Lollo
                Credo d'aver compreso che felici lo si può essere solo nella semplicità. Felice è chi trova volgare il denaro e volge il suo sguardo altrove. Chi esprime col lavoro delle mani i propri voli pindarici della mente. Chi non trascura il cinguettio di una cincia di passaggio o la gioia schizzata sulla tela del mondo dall'esuberanza di un'ortensia. E noi siamo proprio come quell'ortensia capace di cambiare toni e intensità della corolla in base all'acidità del terreno. Parimenti ad essa, più veniamo irrorati d'amore e più ci vestiamo di gaiezza e vivacità. Insomma, m'illudo d'aver compreso che la felicità sia l'ombra dell'amore: un dono, raramente una conquista.
                Anna Di Lollo
                Composto sabato 24 giugno 2017
                Vota il post: Commenta