Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Anna R. Di Lollo
Ho aperto un fazzoletto e vi ho deposto dentro tutto assai delicatamente, con grande cura e attenzione. Per primi ho collocato i ricordi, poi i volti delle persone care che non mi accompagnano più fisicamente nel giorno per giorno, le loro voci quasi dimenticate, il loro profumo fuggevole, quasi quanto la fragranza dei biscotti appena sfornati che, in un attimo, svolazzante si dissolve. Poi vi ho aggiunto l'amore, le illusioni, i sogni. Ho fatto un bel nodo e, ingenuamente, ho pensato di mettere via quel dolce fardello. Ma le legature aiutano a rimembrare e non a dimenticare. Così l'odore di buono di quel prezioso involucro, il profumo della lavanda e di viole conservato nella memoria, ritornano a ogni folata di leggero zefiro. L'olfatto, fortemente solleticato, trae in inganno le mani e le induce a sbucciare nuovamente quella "mela del peccato", innescando un circolo vizioso. Non ci si sbarazza del cuore: può camminare restando qualche passo indietro al nostro incedere, ma mai troppo lontano.
Anna Di Lollo
Composto sabato 25 febbraio 2017
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Anna R. Di Lollo
    Scrivere è un po' viaggiare. È raggiungere quei luoghi incantati che ci portiamo dentro e le creature leggendarie che li popolano. Scrivere è sfiorare quanto ci contraddistingue intimamente e quanto proiettiamo su chi amiamo, perché nulla ci è più vicino di quello che custodiamo, ma anche più distante e intoccabile. Scrivere è trovare un modo alternativo per "arrivare" agli altri, dare un volto nuovo alla propria forma di comunicazione. Scrivere è raggiungere qualche volta un cuore, invaderlo, assediarlo, rapirlo, farlo proprio e diventarne, all'unisono, conquistatore e conquistato.
    Anna Di Lollo
    Composto venerdì 3 marzo 2017
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Anna R. Di Lollo
      Esiste una forza d'equilibrio interiore che ignoriamo di avere, capace di imprimere in noi la giusta spinta in avanti, persino e soprattutto nei momenti di maggiore difficoltà. Il dolore non si può evitare, ma si può sempre scegliere come gestirlo senza doverne perpetuamente subire gli effetti più deleteri.
      Anna Di Lollo
      Composto lunedì 20 febbraio 2017
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Anna R. Di Lollo
        Qualcuno le aveva raccontato che esistono luoghi in cui non piove. Nella sua quotidianità, però, c'erano giorni in cui la solitudine si faceva pesante, greve, una cortina spessa, coriacea, infrangibile e a tratti anche insopportabile, nonostante il costume da super-eroina che la vita le aveva incollato addosso. E, quando la morsa stringeva un giro in più di vite, le tornava in mente quella bambina "strana" che era stata, quella che, appena si sentiva troppo sola, infilava i suoi stivaletti di gomma gialli e quell'ombrellino azzurro (scudo di protezione), che custodiva come un gioiello preziosissimo, e si metteva a ballare sul suo metro quadrato di riservatezza, cantando a squarciagola "Singin'in the Rain", imitando non tanto Gene Kelly, quanto la felicità che, in quei vecchi film in bianco e nero, riusciva a trasudare persino da un freddo e impersonale schermo televisivo. Era quella la sua danza sacra, il suo rituale di salvezza dalle angosce bambine d'un tempo e, forse, lo era ancora oggi che, cresciuta senza rotta, non riusciva più a contare i fili d'argento che le brillavano fra le chiome lunghe, lunghissime. Quei capelli che lasciava crescere sempre più, alla ricerca forse di quel luogo magico in cui ancorarsi, in cui gettar radici e germogliare; quel luogo avvolto dalle nebbie, indefinito, ignoto e sconosciuto a cui si sentiva misteriosamente legata. Ancora cercava quel posto in cui deporre finalmente e definitivamente la sua arma bianca: il suo ombrellino azzurro, azzurro come il cielo sereno. Qualcuno le aveva raccontato che esistono luoghi in cui non piove e lei, innocente e ingenua, gli aveva creduto.
        Anna Di Lollo
        Composto sabato 11 febbraio 2017
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Anna R. Di Lollo
          Molto ci plasma e leviga l'entusiasmo che suscitiamo, gli apprezzamenti che otteniamo, la fiducia che inculchiamo, insomma quel che ci viene riconosciuto del nostro agire. Impervia è invece la via di chi, non abitando alcun cuore, vede svilita tutta la propria amorevole opera di costruzione.
          Anna Di Lollo
          Composto giovedì 21 settembre 2017
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Anna R. Di Lollo
            Capita ad alcune donne d'incontrare uomini bui e, credendo che l'amore possa operare un miracolo, restano loro accanto in attesa della trasformazione. Ma se il principe azzurro ardirebbe condurle al castello, l'uomo nero dove potrebbe trascinarle se non nel suo misterioso antro inghiottito dall'oscurità?
            Anna Di Lollo
            Composto martedì 3 ottobre 2017
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Anna R. Di Lollo
              La vita spesso altro non è che una scure oscillante sulla testa o un pianto antico, piccino e poi cresciuto. Ma come non adorarla sino allo stremo, come non desiderarla quanto il più seducente degli amanti, come non ubriacarsene sino a una totale perdita dei sensi? La vita è un'ebbrezza che dura un attimo; mai lunga abbastanza per goderne fino in fondo, né per comprenderne l'ingarbugliata architettura.
              Anna Di Lollo
              Composto martedì 10 ottobre 2017
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Anna R. Di Lollo
                Il mondo è per metà femminile e per metà maschile. Quasi tutto di quel che vediamo, sentiamo, tocchiamo, annusiamo, apostrofiamo, coniughiamo ha un suo sesso, una propria identità. Ma è scavando ancor meglio che scopriremo come all'interno di quell'essere esista sempre un dualismo, con precise connotazioni appartenenti a entrambi i generi. Tutto questo per dire che nulla è più gretto e inutile di coloro che detestano e avversano, aborrendoli, uomini o donne che siano. In un qualche modo ognuno è legato agli altri e ne ha bisogno, persino se vive da solo, persino se è recluso in una prigione, un eremo, un'isola distante e solitaria. Non si prescinde dal lato maschile o femminile contenuto in noi stessi, né da quello presente negli altri. L'anima è composta da entrambe le componenti e ognuno di noi ne possiede una.
                Sentite la bellezza del noi, del dualismo, del plurale? "... vediamo, sentiamo, tocchiamo, annusiamo, apostrofiamo, coniughiamo..." Notate la meraviglia? Come dite, no? Guardate, leggete meglio. Non finisce forse tutto in amo?
                Anna Di Lollo
                Composto mercoledì 18 ottobre 2017
                Vota il post: Commenta
                  Scritto da: Anna R. Di Lollo
                  Quando una mano davanti ti si tenderà, potrai afferrarla o lasciarla vuota finché si ritrarrà. Ma fra il porgerla e il lasciarne cadere l'intento, nel mezzo, vi sono un'infinità di sensazioni, emozioni, probabilità. Sarai tu dall'altra parte a scegliere il colore che predominerà. Se tono scuro o brillante sfavillio, solo il tuo cuore saprà. Fermati e pensaci bene, quando questo miracolo accadrà. È meteora rara, seconda, forse ultima, possibilità.
                  Anna Di Lollo
                  Composto mercoledì 18 ottobre 2017
                  Vota il post: Commenta
                    Scritto da: Anna R. Di Lollo
                    Insospettabili presenze nel coro monocorde, nella piattezza contemporanea, esistono lampi di eroismo isolato, di prodezza assoluta, d'estremo valore, fra quanti resistono al malcostume, alla corruzione, alla lotta per il potere, fra quanti offrono l'intero loro essere e pensiero come scudi contro l'ignoranza e la disonestà. Sono proprio costoro le ultime roccaforti di speranza per l'intera umanità.
                    Anna Di Lollo
                    Composto venerdì 23 novembre 2018
                    Vota il post: Commenta