Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Anna R. Di Lollo
Non chiedo riduzione di pena. Son stata peccatrice, accanita rea, infame colpevole macchiatasi di un'onta prettamente femminile: rivestire di tutte le proprie gemme interiori gli avvizziti ceppi incontrati, imploranti amore, ma già immolati sull'ara della loro stessa aridità.
Anna Di Lollo
Composto martedì 25 settembre 2018
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Anna R. Di Lollo
    Né alito, né soffio, alcun sospetto esterno. Eppure nell'animo innamorato vi sono perpetuo tumulto, eterno battito d'ali, incessante ronzio, frenesia implacabile di godere appieno dell'attrazione della vita, come un insetto che s'appropria dell'essenza più intima di un fiore.
    Anna Di Lollo
    Composto sabato 22 settembre 2018
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Anna R. Di Lollo
      Quanti sogni infranti, quante ali spezzate, quanto sangue versato su cuori di colombe. Il presente mostra molte donne impegnate a lottare tenacemente per conquistare il proprio posto nel mondo, la propria dignità, il proprio volo; ancora troppe, e lo sarebbero comunque, persino se ne fosse rimasta soltanto una.
      Anna Di Lollo
      Composto lunedì 17 settembre 2018
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Anna R. Di Lollo
        Ad ogni alba e tramonto al sole e alla luna è dato scorgersi per un fugace istante. Si protendono l'uno verso l'altra quasi a sfiorarsi, a baciarsi, a stringersi tra spire di luce e buio, ma senza mai potersi toccare. Il loro amore segreto, e mai vissuto, è assai più intenso e duraturo di qualsiasi altro di cui la Terra sia mai stata testimone. È l'affetto che diviene prezioso, esso è il vero tesoro. Solo quel che l'attraversa riesce anche a rapirla l'anima.
        Anna Di Lollo
        Composto sabato 11 agosto 2018
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Anna R. Di Lollo
          Tende in tumulto, finestre che tuonano, cocci di vetro a terra, il vento che mette a soqquadro gli interni, l'ingresso nel cuore del più totale scompiglio. Una porta sbattuta racchiude, e non chiude, tutto quel che ne consegue. Ci vogliono mesi, anni, talvolta una vita intera non basta per porvi rimedio. I suoi tempi sono lunghissimi. Bisogna maturare, metabolizzare, filtrare, soppesare, perseverare. Diviene una messa a punto, un capolavoro d'equilibrio operato sul proprio io, una rinascita. Si costruisce con infinita pazienza. Profondo punto di rottura, un addio non s'improvvisa mai.
          Anna Di Lollo
          Composto domenica 5 agosto 2018
          Vota il post: Commenta