Questo sito contribuisce alla audience di

Scritto da: Anna Di Lollo
I sensi esplorano la realtà, come un musicista fa scorrendo i tasti d'un pianoforte sotto le dita. Non l'approvazione altrui, né il possesso, il potere o il denaro ti indicheranno la via per trovare il significato supremo. Fidati, piuttosto, della complicità del vento che, con una sola e inattesa folata in faccia, ti svelerà chi sei veramente.
Anna Di Lollo
Composto domenica 24 febbraio 2019
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Anna Di Lollo
    Da sempre inarrivabile meta dell'uomo in cammino, e fortuito destino d'immortalità riservato a rari eletti, non possiede (per sua stessa definizione) fine alcuna l'eternità. Eppure muove i primi passi incerti barcollando sulla caducità. S'innesca incendio da fugace fuoco fatuo, alimentato dalla precaria genialità di un solo istante, oppure, scheggia nel cielo, sfreccia velocissima legata all'ala d'un momentaneo, pennuto amore.
    Anna Di Lollo
    Composto martedì 12 febbraio 2019
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Anna Di Lollo
      Affinché ne venga esaltata a dovere la bellezza della livrea, è importante che un pesce d'acquario sia collocato nella vasca giusta, con una buona qualità dell'acqua ed eccellente illuminazione. Lo stesso accade per l'uomo talentuoso e capace: se non è fortunato, la grossolanità e l'imperizia del contesto finiranno per opacizzarlo.
      Anna Di Lollo
      Composto sabato 2 febbraio 2019
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Anna Di Lollo
        Un passero intirizzito e dall'ala spezzata guarda, dal larice dove si è rifugiato, il mondo sottostante. Un orizzonte vasto si snoda con le sue inebrianti promesse dinanzi ai suoi occhi, ma esso sa di aver perso per sempre la propria libertà. E così è anche l'animo che, pur avendo sempre e ininterrottamente amato, l'amore non ha mai trovato.
        Anna Di Lollo
        Composto venerdì 25 gennaio 2019
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Anna Di Lollo
          L'esistenza altro non è che un lungo viaggio in treno, della durata di appena un soffio. Si osservano mutare le stagioni, con i loro petali che disseccano e cadono. Gli anni si rincorrono come filari d'alberi nei viali. Tutto intorno cambia. La vita va modificandosi con la stessa velocità dello scenario fuori dal finestrino, con una pari sensazione di transitorietà. Esternamente ogni cosa trasmuta, ma chi amiamo resta impresso dentro sul fondo immobile dell'anima. Salta fra le idee, insegue i pensieri, scuote i ricordi, solletica le emozioni, lascia sgorgare improvvisi sorrisi spontanei, inonda le guance di commozione e, al momento della fermata, anche se assente o lontano, danza infaticabile un eterno passo a due col nostro cuore.
          Anna Di Lollo
          Composto lunedì 21 gennaio 2019
          Vota il post: Commenta
            Scritto da: Anna Di Lollo
            Insospettabili presenze nel coro monocorde, nella piattezza contemporanea, esistono lampi di eroismo isolato, di prodezza assoluta, d'estremo valore, fra quanti resistono al malcostume, alla corruzione, alla lotta per il potere, fra quanti offrono l'intero loro essere e pensiero come scudi contro l'ignoranza e la disonestà. Sono proprio costoro le ultime roccaforti di speranza per l'intera umanità.
            Anna Di Lollo
            Composto venerdì 23 novembre 2018
            Vota il post: Commenta
              Scritto da: Anna Di Lollo
              L'uomo potrebbe alzarsi gigante e guardare il sole in faccia, bisbigliare alla luna in un orecchio, rincorrere le stelle col retino, dondolare i nidi sui rami più alti, sfidare il vento e soffiare più forte, bagnarsi le caviglie in mare aperto e gareggiare con una balena, ammirare la natura dall'alto e averla a portata di mano. Non lo possediamo e non ci possiede il mondo, nessuno sovrasta l'altro, ma l'umano (ripiegato e accartocciato dal peso delle sue medesime azioni) aggredisce e violenta tutto ciò che lo rende inadeguato e inferiore: ogni bellezza che lo circonda.
              Anna Di Lollo
              Composto mercoledì 7 novembre 2018
              Vota il post: Commenta
                Scritto da: Anna Di Lollo
                È un peccato oneroso la propria bellezza interiore, se accompagnata dalla cecità. Quanti paradisi eretti su scoscese e aride pareti di abissi senza fondo. Perché è una distorsione della realtà, una proiezione del proprio lato migliore l'amore e tanto più grandi e numerose saranno le virtù da idealizzare sull'altro tanto più a lungo durerà quel sentimento mendace.
                Anna Di Lollo
                Composto sabato 3 novembre 2018
                Vota il post: Commenta