Scritta da: Daniela Cesta

Settembre

Aria di settembre è arrivato
umore autunnale circonda ogni cosa
alcune foglie di noci
sono già gialle,
le giornate sono piu corte
il tramonto arriva presto,
la terra si prepara al cambiamento
le farfalle svolazzano ancora
ma solo nelle ore piu calde,
io guardo il sole che tramonta
e grido: "no lasciare me estate per favore!"
ma, le mie parole si perdono nel vento,
mentre all'orizzonte compaiono le prime ombre della sera.
Daniela Cesta
Composta martedì 3 settembre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    Nell'alto dei cieli

    Nell'alto dei cieli
    tra le galassie tutto sembra fermo
    tutto sembra gelido e morto

    ma tutto l'infinito si muove
    all'unisono stelle, costellazioni,
    pianeti, intere galassie corrono

    e nessuno sa dove vanno,
    l'infinito affascina me con i suoi misteri
    a volte mentre osservo le stelle

    vorrei piangere e non so il perché...
    forse perché sono irragiungibili,
    o forse perché siamo su questo pianeta

    e l'universo è troppo grande per la nostra immaginazione
    l'universo è stato creato per uno scopo...
    possiamo supporre, ma nessuno sa la vera ragione,

    e questa sensazione è talmente forte che
    avvolge il mio spirito e mi fa piangere.
    Daniela Cesta
    Composta martedì 3 settembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      Luce che sfolgora

      La luce dell'amore brilla attraverso le avversità a volte,
      anche se siamo in uno stato di inquietudine,
      e il nostro spirito gira come un turbine,
      la luce dell'amore è sempre ferma e io la vedo
      manda luccichii abbaglianti come quella di una folgore
      una luce vivida e piena
      i suoi riflessi sono bagliori sfolgoranti,
      è la mia verità che splende
      tra le stelle e negli occhi.
      Daniela Cesta
      Composta martedì 3 settembre 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        Dove poggio i miei piedi

        come è importante dove
        noi poggiamo i nostri piedi
        tenera e soffice
        la terra dona a noi sicurezza oltre che il cibo,
        piena d'amore e calore e l'acqua
        è il suo eterno amore
        l'acqua gonfia il suo ventre
        e la rende rigogliosa e spettacolare,
        che profondo mistero è la terra!
        galleggia nel vuoto riscaldata dal sole
        e noi piccoli esseri ci viviamo sopra,
        se la terra sta male,
        anche noi stiamo male
        noi dipendiamo da lei
        e l'essere umano ancora non vuole capire.
        Se la terra sprofonda, noi sprofondiamo con lei
        perche noi con l'intero universo
        siamo one!
        Daniela Cesta
        Composta giovedì 23 maggio 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di