Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Cinzia Coppola

Moglie e mamma a tempo pieno, nato venerdì 10 agosto 1979 a San Severo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Syndy Arts
A k t serv iess iavt
s apú n'zí all'altezz?
oppur a iess bell
s dint d te nc sta b'llezz?
a k t servn i sold
s n canusc a r'kkezz?
oppur a tnè cent d'plom
s t man'k a saggezz?
a k t serv a k'sa ross
s ng sta nsciun ka t'apprezz?
oppur tanta k'rstih'n atturn
senza man'k na carezz?

A cosa ti serve essere alto
se poi non sei all'altezza?
oppure ad essere bello
se in te non c'è bellezza?
a che ti servono tanti soldi
se non conosci la ricchezza?
oppure ad avere cento diplomi
se ti manca la saggezza?
a cosa ti serve una casa grande
se non c'è nessuno che te la apprezza?
oppure tanta gente attorno
senza neanche una carezza?
Cinzia Coppola
Composta lunedì 12 gennaio 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Syndy Arts

    Festa della fontana

    A Torremaggiore
    che festa gioiosa,
    per i fedeli la più preziosa,
    il pensiero va a Maria
    Vergine amata
    pura e pia,
    che in ciel viene innalzata
    e per le vie incamminata,
    la banda suona a festa,
    la gente a pregar si appresta,
    coi nastri e le coccarde
    si vestono le strade,
    i fuochi pirotecnici
    tra i vicoli e le vie,
    i ragazzi divertiti
    corrono sotto alle batterie,
    le loro maglie saran bucate
    e tra di loro tante risate,
    il palco s'illumina per chiuder la festa
    con un concerto che nel cuor resta,
    nei giorni festosi tanta magia,
    presto accorrere a pregare Maria,
    una mesta preghiera
    e così sia.
    Cinzia Coppola
    Composta martedì 22 aprile 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Syndy Arts

      A Luciana

      Te ne sei andata,
      In un solo mese ti son spuntate le ali per volare,
      Hai lasciato negli occhi di tutti il tuo immenso sorriso,
      Un dolce ricordo nei cuori di chi hai amato.
      Te ne sei andata
      Di punto in bianco,
      Si è spenta la luce dei tuoi occhi sorridenti,
      Occhi che hanno visto il sole raggiante
      E tiepido dello scorso mese di Aprile,
      Hanno visto i colori di una sbiadita primavera,
      Occhi che hanno non solo pianto,
      Ma soprattutto hanno riso,
      Occhi che hanno sentito dolore e sofferenza,
      Occhi che mai dimenticheranno la gioia in cuore
      Di una ragazza appena giunta alla maggiore età,
      La spensieratezza che si librava nel vento.
      Hai appena battuto le ali,
      E sei già così lontana da questa terra,
      Lasci un ricordo intenso
      Nella memoria di tutti
      Ed un doloroso stupore nella vita dei tuoi familiari,
      Amici, genitori e soprattutto della tua mamma,
      Ti sentiremo nel silenzio della sera,
      Cullerai la tua mamma nei sogni di ogni notte,
      Sei anima, sei aria fresca
      E come l'aria non ti possiamo più toccare,
      Ma potremmo sentirti,
      Sei volata,
      Non hai potuto far nulla per restare,
      Al tuo posto hai lasciato un vuoto enorme,
      Pieno di parole,
      Pieno di perché,
      Vuoti bagnati di lacrime,
      Vuoti colmi di dolore,
      In questa triste giornata ci resta solo il nero della notte
      E nel cuore ci resta il tuo sorriso memorabile,
      Un sorriso che resterà ancorato per sempre
      Nella mente di chi ha avuto la fortuna di conoscerti
      E di chi ti ha voluto e ti vorrà sempre bene.
      Guardaci da lassù e dai la forza alla tua mamma, ne avrà tanto, tantissimo bisogno.
      R. I. P. piccola, ora priva di sofferenza, ma colma di immensa luce.
      Cinzia Coppola
      Composta sabato 18 maggio 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Syndy Arts

        Autunno

        Un pomeriggio piovoso
        Un po' afoso e appiccicoso
        L'aria ha odore di erba
        di erba fresca e acerba
        Il cielo coperto ora ricama
        sull'ombra di un piccolo panorama
        fulmini e tuoni
        come aquiloni
        nuvole tinte di un grigio colore
        spazzano via il buonumore
        disegnan festoni
        d'arcobaleno
        colorano strade prati e terreno
        Riportando una scritta:
        "su non essere afflitta
        è solo l'estate che se ne va
        tra qualche mese ritornerà"
        Cinzia Coppola
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Syndy Arts

          Un cuore colmo di valore

          Sono guardiana del mio cuore,
          la mia umile divisa si chiama: Anima.

          Imprigiono in me i valori più belli:
          Le passioni,
          gli amori,
          gli affetti,
          le amicizie.

          Sono preziosi e fondamentali per la mia vita,
          necessito di tali forme per poter andare avanti,
          respiro l'essenza sprigionata da questi doni che sanno di compagnia.

          Li Custodirò per sempre nelle carceri recintati da vene,
          ove incessante scorre il mio sangue,
          fonte di vita,
          in grado di far battere il mio cuore.
          Cinzia Coppola
          Composta mercoledì 7 dicembre 2011
          Vota la poesia: Commenta
            Scritta da: Syndy Arts

            Un'erotica passione

            Le tue mani su di me,
            accarezzano la mia pelle accapponata di piacere,
            i nostri corpi contorti dall'eccitazione,
            si intrecciano
            imitando le nostre lingue umide,
            le nostre bocche assetate di passione,
            i nostri sguardi si vestono di desiderio.

            Percorriamo sentieri intrisi di sesso,
            giungendo ad una calda panchina,
            noi, ospiti su di essa ricarichiamo i nostri respiri,
            affannati di voluttuoso amore,
            allontanandoci il più possibile dalla meta
            quella che mai vorremmo raggiungere.
            Cinzia Coppola
            Composta mercoledì 7 dicembre 2011
            Vota la poesia: Commenta
              Scritta da: Syndy Arts

              Il silenzio dell'Amore

              Il nostro Amore è fatto di silenzi,
              Silenzi che parlano,
              Silenzi che odono,
              una dolce sinfonia
              sprigionata dalle nostre calde e umide bocche
              che si cercano avidamente,
              si baciano e si riempiono d'anima.

              Silenzi asciugati dal fuoco
              che arde nei nostri cuori,
              un fuoco rovente
              che ci consuma piano piano
              fino a renderci fitta nebbia,
              una nebbia di calore
              che comincia a planare
              librandosi nell'aria che sa di noi.

              Ci respiriamo
              invasi di infinite goccioline,
              tanto somiglianti a minuscole perle intrise d'amore.

              Un'amore dal silenzio assordante,
              un'amore incapace di intendere,
              ma capace di volere.

              Questo amore che non sa rinunciare,
              quest'amore che vuol farci morire di desiderio,
              lasciandoci senza fiato.

              Una morte di passione,
              una morte che ci porterà ad una nuova nascita, dove insieme rinasceremo e mai ci divideremo,
              continuando a comprendere i nostri inconfondibili silenzi,
              violentati dall'eterna passione.
              Cinzia Coppola
              Composta mercoledì 7 dicembre 2011
              Vota la poesia: Commenta
                Scritta da: Syndy Arts

                La vera e pura emozione

                Lo splendido sorriso di mio figlio e i suoi occhioni verdi,
                riescono a trasmettere al mio cuore messaggi indescrivibili.

                Quanto è meravigliosa la vita
                quando tuo figlio ti guarda e sorridendo ti abbraccia,

                tutto si ferma intorno
                non c'è niente di più meraviglioso al mondo.
                Cinzia Coppola
                Composta sabato 10 settembre 2011
                Vota la poesia: Commenta
                  Scritta da: Syndy Arts

                  Non è un semplice fazzoletto

                  Guardare un fazzoletto di bianca seta
                  stringendo tra le mani la tristezza racchiusa in esso
                  Facendo spremute salate che sanno di lacrime
                  è come guardare la tela bianca di un pittore,
                  immaginando il soggetto, dipingendolo con la mente
                  è come guardare un telone bianco
                  steso sulla parete,
                  intento a proiettare i vari flash
                  che tanto sanno di ricordi,
                  ricordi che furono,
                  realtà del passato,
                  guardare un fazzoletto di bianca seta
                  è come guardare con gli occhi un foglio bianco
                  e scrivere su di esso con l'inchiostro del cuore,
                  non solo fa pensare ad un'addio,
                  ma se lo vedi sventolare in assenza di una partenza,
                  potrebbe star a significare
                  che la purezza della vita si confonde con le avversità,
                  tu senza paura
                  spalanca le porte del cuore
                  e lascia entrare l'assoluto candore,
                  ti disseterà come l'acqua di una fresca sorgente,
                  risanandoti le ferite,
                  non solo del cuore ma anche della mente.
                  Cinzia Coppola
                  Composta venerdì 2 settembre 2011
                  Vota la poesia: Commenta