Poesie di Cinzia Coppola

Moglie e mamma a tempo pieno, nato venerdì 10 agosto 1979 a San Severo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione, in Proverbi e in Diario.

Scritta da: Syndy Arts

La parola MAMMA

La prima volta che hai balbettato la parola mamma
una gioia immensa per me.
L'hai quasi gridato a squarciagola,
ci siamo guardati e i miei occhi si colmarono di lacrime,
i tuoi di una gioia scintillante.
Da quel momento ho capito ancora una volta
il perché della mia esistenza.
Cinzia Coppola
Composta martedì 12 ottobre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Syndy Arts

    I 6 sì più importanti

    -  08/06/1996 ore 15:32 (il SI dell'Amore trovato)
    -  29/04/2004 ore 11:40 (il SI dell'unione in Matrimonio)
    -  07/06/2009 ore 16:00 (il SI del test: è POSITIVO!)
    -  05/07/2009 ore 09:00 (il SI sento muovere il mio  bambino)
    -  24/09/2009 ore 17:42 (il SI è un Maschietto)
    -  01/02/2010 ore 00:48 (il SI è Natooo!)
    Cinzia Coppola
    Composta lunedì 1 febbraio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Syndy Arts

      I Vigili Del Fuoco

      I vigili del fuoco sono Angeli
      che spengono le fiamme dell'inferno...
      con la pura acqua di Dio ripuliscono i roghi
      illuminando i volti di gioia
      di chi grazie a loro si salvò.
      Non hanno le ali
      ma volano per soccorrere
      su quel mezzo tutto rosso
      portandosi dietro la scala del paradiso.
      Cinzia Coppola
      Composta venerdì 3 settembre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Syndy Arts

        Il Sole e la Luna

        C'è chi dice che il sole corteggi la Luna,
        e chi pensa che sia la Luna a corteggiare il Sole,
        chi invece stupidamente,
        crede che il cielo faccia da terzo incomodo.
        Ma come può il cielo far da incomodo?
        ... se esso fa loro da letto,
        un letto di seta turchese di giorno
        un letto di seta nera di notte
        e noi?
        non avremmo mai potuto trascorrere sensuali serate in riva al mare,
        ricoperti di spuma marina,
        la brezza che ci accarezza la pelle umida,
        con la luna che ci bagna i corpi nudi,
        ricoprendoci di scintille candide,
        il vento ci asciuga...
        e restiamo uniti dai nostri corpi intrecciati
        su questa morbida sabbia
        che poco prima si lasciava stringere tra le mani
        mentre ci amavamo.
        È l'alba
        s'alza il sole
        ci illumina
        ci da tepore.
        Torna la notte
        e cala il manto di seta nera
        i riflessi nell'acqua scura
        i riflessi del candido astro
        contornato dalle luminosissime stelle
        figlie generate dal sole...
        e noi ricominciamo a generare l'amore.
        Cinzia Coppola
        Composta mercoledì 21 luglio 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di