Scritta da: CINELLA MICCIANI

Mi ascolto

Sono un fuscello
d'erba bagnata
calpestata da piedi
indifferenti.
Sono una spiga
di grano maturo
piegata a forza
dal vento gelido
strappata, distrutta
dispersa nell'oblio.
Cerco carezze
arrivano solo
parole amare
prive d'amore
di comprensione.
Cerco coraggio
parole di rinascita
illuminanti
colme di speranza
aperte ai sogni,
colorate d'infinito.
Dio m'ha concesso
un dono immenso.
M'ascolto serena
mi parlo attenta,
percepisco i brusii
del mio silenzio.
Lo comprendo
decifrando
ogni sussurro
ogni anelito.
L'anima mia
da irrequieta,
torna sorridente
colorata, brillante.
Ritrovo la pace.
Mille colori
campane festose
melodie magiche.
La vita è sempre
meravigliosamente
unica e speciale.
Cinella Micciani
Composta lunedì 7 agosto 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    Infinita serenità

    Seduta sulla sabbia
    lascio che l'onda
    lambisca i piedi
    mentre si rotola
    s'aggroviglia
    poi si disperde
    schiumando
    sulla battigia.
    Intorno
    un silenzio irreale.
    Nel cielo una stella
    gioca a specchiarsi
    nelle onde del mare
    e manda riflessi
    di radiosa luce.
    Mille scintille
    sciamano,
    si rincorrono
    e cadono giù.
    Una polvere
    d'argento
    m'avvolge
    in un abbraccio
    che sa di magia.
    Felice, serena
    respiro profumi
    m'inondo di colori
    percepisco il calore
    di favole antiche
    di viaggi lontani
    di corse sull'acqua
    di sinuose sirene.
    Stampato nel cuore
    un mondo magico
    dal sapore d'eternità.
    Nell'anima quieta
    una serenità infinita.
    Cinella Micciani
    Composta lunedì 7 agosto 2017
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      Gocce di luce

      Mi sveglio
      al picchiettio
      leggero
      di piccole perle
      di pioggia
      cadute dal cielo.
      Cadono
      danzano
      si rincorrono.
      Sono piccole
      gocce di luce
      che brillano
      colpite da timidi
      raggi di sole
      apparsi
      all'improvviso
      ad indorare
      la splendida
      volta celeste.
      Intorno tutto
      sa di aneliti
      respiri sussurrati
      dolce musica.
      Un balletto
      nel cielo
      tra una rondine
      e un gabbiano
      strappa un sorriso.
      Emozioni
      del cuore.
      Respiri
      dell'anima.
      Scenari magici
      a risvegliare
      canti soavi
      parole d'amore.
      Tenero incanto
      poesia pura.
      Meraviglia
      dell'anima.
      Cinella Micciani
      Composta lunedì 7 agosto 2017
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        Fantasia

        In certi giorni
        libera nella mente
        leggera nel cuore
        con gli occhi
        della fantasia
        percorro spazi
        vari, immensi
        ove l'anima mia
        si colora d'infinito.
        Navigo in meandri
        d'emozioni,
        spicchio di cielo,
        fiore sbocciato,
        libellula in volo.
        M'adagio
        sulla battigia
        gioco con le onde,
        scappo via veloce.
        In un istante
        spazio felice
        tra mille stelle
        manto azzurro
        picchiettato
        di radiosa luce.
        Rammento altri voli
        altri scogli a picco,
        altre albe rosate.
        Tu mi sei accanto.
        Il tuo sorriso
        mi ruba la voce.
        T'abbraccio tenera,
        mi stringo forte.
        Non servono parole.
        Il silenzio è rotto
        da sospiri, battiti
        di cuori estasiati.
        Uno scroscio d'acqua
        schizzi di pioggia
        mi riportano in terra.
        Corro via ridendo
        inciampo e rido.
        Tu corri con me.
        Cinella Micciani
        Composta lunedì 7 agosto 2017
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: CINELLA MICCIANI

          Lembi di ricordi

          In silenzio
          racchiusa
          dentro me,
          in un guscio
          di cristallo,
          ogni giorno
          ti cerco
          ti chiamo
          ti parlo.
          La mia voce
          è un grido
          che si perde
          tra voli
          di gabbiani,
          onde impetuose,
          scampoli di cielo.
          Svuotata
          in ogni fibra
          del mio essere,
          trovo la forza
          di parlarti.
          Monologhi
          soliloqui
          lembi di ricordi
          sospesi nel vento.
          Eppure tu ci sei.
          Vivi in me
          nell'anima
          come la parte
          più vitale
          di me stessa,
          baluardo
          a cui m'aggrappo
          per dare un senso
          a questa vita
          che un senso
          non l'ha più.
          Cinella Micciani
          Composta lunedì 7 agosto 2017
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di