Scritta da: CINELLA MICCIANI

Buio e luce

Non amo il buio.
È tetro, tenebroso
sparge intorno
un silenzio assordante.
Niente m'intristisce
quanto l'oscurità.
M'angoscia
muovermi nel buio.
Odo rumori ovunque.
Tutto l'immenso
che mi circonda
è fragore, urlo.
Mi sento fragile
indifesa, persa
tra urla immaginarie
che diventano
fragore dell'anima.
Nel mio cuore
è sempre acceso
un lumicino
che poi s'espande
e diventa brillio infinito.
Il buio si squarcia
e s'aprono orizzonti
colorati ed infiniti.
Vivo nella luce
radiosa, fulgida
che illumina l'anima
e mi dà forza, coraggio
anche nei momenti
nebulosi e tristi
che la vita distribuisce
a piene mani.
La luce accarezza
con mano leggera,
apre squarci d'azzurro
e mi fa volare in alto.
Volteggio come libellula
sorvolo mari e monti,
campi fioriti,
ginestre in fiore.
La natura è profumo
di vita vera,
abbraccio accattivante
di sogni smarriti.
Cinella Micciani
Composta martedì 23 maggio 2017
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    Ascolto

    Ascolto sempre.
    Ascolto tutto.
    In questo mondo
    ove tutti corrono
    presi da se stessi
    io amo ascoltare.
    Ascolto attenta
    il picchiettio
    della pioggia
    sui vetri bagnati.
    Il canto degli uccelli
    che emettono trilli
    gioiosi gorgheggi.
    Un cinguettio allegro
    che è melodia pura.
    Ascolto il mare.
    Narra storie infinite
    e fa correre la mente
    a viaggi ardimentosi
    o tragedie immani.
    Ascolto l'ululato
    d'un vento tenebroso
    e il cuore si fa piccolo
    quasi inerme, indifeso.
    Ascolto il silenzio
    il battito del cuore
    la voce che acquieta.
    L'anima sorride,
    grida la gioia
    di esistere,
    la voce silenziosa
    di cose piccole
    umili, mute,
    immensamente
    meravigliose.
    Cinella Micciani
    Composta martedì 23 maggio 2017
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      Il pensiero di te

      Il pensiero di te
      è uno spicchio di cielo,
      un arcobaleno radioso,
      un'alba di sogni,
      un volo infinito.
      Il pensiero di te
      illumina la mia anima.
      Sei il mio faro
      perennemente acceso,
      il porto sicuro
      ove rifugiarmi
      se l'anima è inquieta.
      Sei l'ascolto paziente,
      il consiglio nel dubbio,
      la pace ch'accarezza
      il cuore inerme.
      Sei la mia roccia,
      l'appiglio protettivo
      quando tutto frana.
      Fiocco leggero,
      bianca nuvola
      di zucchero mielato,
      ti posi tenero su di me
      colorando d'immenso
      la mia anima anelante.
      Lontano tu, non volo.
      Vicino, torno a vivere.
      Nell'anima si spande
      come fresca rugiada
      un raggio di luce.
      Ogni tuo respiro
      è brezza leggera,
      mi culla, mi sfiora,
      m'accarezza lieve.
      Sono un sussurro
      di speranza vera
      che si nutre d'amore.
      Un'eco di vita
      aggrappato
      al pensiero di te.
      Cinella Micciani
      Composta martedì 23 maggio 2017
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        Foglio bianco

        In certi giorni
        mi sento come
        un foglio bianco
        su cui qualcuno,
        per gioia o dolore,
        scrive di sé e di ciò
        che ha nel cuore.
        L'anima mia è pronta
        ad ascoltare e capire.
        Mi capita spesso
        di farmi carico
        dei problemi altrui.
        Non resto indifferente.
        A volte basta poco.
        Una parola, un consiglio
        sono un dono sufficiente
        a far tornare un sorriso
        ad asciugare una lacrima.
        L'anima mia è pronta
        sempre e comunque.
        Odio l'indifferenza,
        un'aridità dilaniante.
        È il male del secolo.
        Vediamo, ascoltiamo
        poi giriamo la testa.
        Indifferenti, passivi
        ignoriamo incuranti.
        Percorriamo
        passi effimeri,
        ci perdiamo
        nei meandri
        d'illusori
        vagheggiamenti.
        Lontana
        è l'eco della voce
        che chiede aiuto.
        Restano stille
        di solitudine
        ch'attanagliano
        l'anima.
        Cinella Micciani
        Composta martedì 23 maggio 2017
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: CINELLA MICCIANI

          Ascoltami

          Parlo a te, amica mia
          e so che capirai.
          Mille sono i momenti
          che la vita ci regala,
          alcuni belli e preziosi,
          altri distruttivi.
          Mi accorgo spesso
          che non li elargisce
          soppesandoli bene
          né equamente,
          eppure sono tutti
          una parte di noi.
          Quelli dolorosi
          ci formeranno
          saranno un bagaglio
          della vita a venire.
          Si nutriranno di lacrime
          ma ci tempreranno.
          L'anima sofferente
          diventerà più forte.
          Ricorda solo
          di farli scivolare
          più in fretta che puoi
          dalle pareti del cuore.
          Cura le ferite dolorose
          e guarda sempre avanti.
          Niente o nessuno
          ti dovrà annientare.
          Quelli preziosi e belli
          stringili forte a te,
          racchiudili nell'anima
          che brillerà radiosa.
          Vedrai il tuo mondo
          colorarsi d'infinito.
          La fragilità diventerà
          forza invincibile.
          Sorridi alla vita
          che poi non è malvagia.
          Prima toglie tanto,
          ma poi molto di più,
          come ammenda dovuta,
          benevola e materna
          a piene mani ti regalerà.
          Cinella Micciani
          Composta martedì 23 maggio 2017
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di