Scritta da: CINELLA MICCIANI

Emozioni eterne

Esistono emozioni
nella nostra vita
che hanno il sapore
dell'eternità.
Hanno un profumo
speciale, unico.
Sanno d'immenso.
Colorano l'anima.
Ti fanno volare.
Non sono uguali.
Ognuna è unica
irripetibile ed intensa
legata al momento
all'istante in cui nasce.
La senti scoppiare
dentro di te.
Una scintilla di vita
una colata di lapilli
che inondano
bruciano roventi
lasciano il segno.
Faville ardenti
fiamme dell'anima.
Io vivo d'emozioni.
Me ne nutro, le bevo.
Acqua di sorgente
rugiada cristallina
spruzzi di cielo
incanti infiniti.
Nettare, ambrosia
per l'anima mia
non vivrei senza.
Sono un labile
fragile corpuscolo
nell'universo
ferreo agglomerato
d'infiniti atomi
di puro amore.
Vivo abbracciata
alla vita, irradiata
da mille scintille
di emozioni eterne.
Cinella Micciani
Composta martedì 13 febbraio 2018
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    Se solo potessi

    Tu mi conosci bene
    sai cosa sei per me.
    Sei quel cucciolo
    ferito, maltrattato
    che cerca la carezza
    di una mano amica.
    A volte accade
    di vederti scappare.
    Impaurita, timorosa
    non ti fidi di nessuno.
    Se solo potessi
    ti stringerei a me
    ti darei il calore
    la luce, la forza
    del mio cuore.
    Prenderei su di me
    i pesanti fardelli
    che piegano il corpo
    lacerano l'anima.
    Se solo potessi
    m'inventerei magie
    da esperto giocoliere
    meglio prestigiatore.
    Userei giochi, trucchi
    per vedere nascere
    sorrisi sul tuo volto
    meraviglia negli occhi
    mentre i pensieri neri
    come gazze ladre
    o neri corvi
    volano via veloci
    verso lidi lontani.
    Ogni cosa farei
    se solo potessi
    e tu lo sai bene.
    Tieni questa certezza
    ben radicata nel cuore
    forse ti farà sentire
    il bene profondo
    nutrito per te.
    In quell'istante
    sarai di nuovo tu.
    L'anima irradiata
    di luce brillerà.
    Cinella Micciani
    Composta martedì 13 febbraio 2018
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      Giorni strani

      Ci sono giorni
      che nascono radiosi
      assolati, splendenti
      e si spengono a sera
      tetri scuri, nebulosi
      tra mille tempeste.
      Sembra assurdo
      ma accade e disorienta.
      Mi sveglio col sorriso
      m'addormento triste
      col cuore a pezzi
      incapace di capire.
      Nell'arco del tempo
      non parlo, aspetto
      mentre mi raccolgo
      in un silenzio amico.
      Avrei voglia di gridare
      ma non dico una parola.
      Piangerei a lungo
      ma cerco di evitarlo.
      Vorrei solo capire
      ma non è facile.
      Non puoi un istante
      toccare il cielo
      e un attimo dopo
      sprofondare in abissi
      che t'inghiottono
      senza scampo.
      Inizio a parlarmi
      m'ascolto attenta,
      mi pongo domande
      non trovo risposte.
      Sono giorno strani.
      Devono solo passare.
      Alzo lo sguardo al cielo.
      Scorgo una luce flebile.
      S'è accesa una stella.
      S'allenta la tensione.
      Cerco un sorriso.
      Non viene proprio
      ma neppure le lacrime
      rigano il volto.
      M'affido a chi tutto può.
      Domani il sole arriverà
      e il mio cuore straziato
      ritornerà a cantare.
      Cinella Micciani
      Composta martedì 13 febbraio 2018
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        Lettera d'amore

        O Bambino Gesù.
        Tu stai per nascere
        ed io nasco con te.
        Perdona il confronto.
        Io non sono niente.
        Sono solo una stilla
        dell'infinita luce
        che diffondi nell'etere.
        Il giorno s'avvicina
        e il cuore esplode
        per un miscuglio
        d'emozioni forti
        profonde, vere
        pur contrastanti.
        Fin da piccina
        l'arrivo del Natale
        era magia pura.
        Tu non immagini
        quanto fosse bello
        dividerlo con te
        sentirmi importante.
        Gli anni, il tempo
        ridimensionano
        sogni ed illusioni.
        Oggi conosco bene
        l'immenso valore
        di questa giornata
        e la onoro e rispetto.
        Una cosa ti chiedo.
        Non cerco più doni
        gioie, feste per me.
        Ti chiedo solo pace
        per il mio cuore
        una carezza Tua
        nell'anima mia.
        Cancella il vuoto
        d'una perdita grave.
        Spargi amore, bene
        in tutta l'umanità.
        Infondi nei cuori
        la bontà perduta.
        La tua nascita sia
        una rinascita d'amore
        dal profumo di santità.
        Cinella Micciani
        Composta mercoledì 10 gennaio 2018
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: CINELLA MICCIANI

          Frenesia

          Avverto nell'aria
          una strana frenesia
          che svolazza leggera
          ti avvolge, coinvolge
          come a dirti di agire.
          Mi guardo intorno
          e resto disorientata.
          Nessuno cammina.
          Tutti corrono.
          Intorno a te noti
          pacchetti, borsoni
          sacchetti straripanti.
          La corsa all'acquisto.
          Natale è in arrivo.
          Forse è giusto così.
          Sono io fuori posto.
          Forse è un bene
          che si pensi a gioire
          senza troppo pensare
          a chi gioire non può.
          La vita è questa
          e va bene così.
          Natale è festa grande.
          Io la sento dentro
          nel profondo del cuore.
          Vivrò questo giorno
          in pace e serenità.
          Certo sarà tanto
          il vuoto immenso
          che l'anima sentirà.
          M'attaccherò ai ricordi
          ai momenti splendidi
          vissuti e condivisi
          con chi m'ha lasciata.
          La sua assenza dilania
          ma io so con certezza
          che è con me sempre.
          Questa verità assoluta
          darà requie al cuore
          e di sicuro anche io
          come tutti al mondo
          ritroverò un sorriso.
          Darà luce all'anima
          che radiosa brillerà.
          Cinella Micciani
          Composta mercoledì 10 gennaio 2018
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di