Scritta da: Anonimo

Tradimento

Tace tenebrosa,
in lacrime si chiude,
la tua anima giocosa.
Male
e paura che assale,
la coscienza,
incatenata e sporca,
perché di male
ne ho fatto solo a me.
Mi osservi e non capisci,
non sai
che guardandomi ancor più mi ferisci,
il mio io,
egoista d'arte,
non volevo mai,
oggi sola,
con un piede il due scarpe.
Una parola m'infastidisce,
verità,
così il dubbio finisce,
mi facilito un po',
guardando la menzogna che la sostituisce.
Avrai tradito con cuore
forse,
tra tentazione e ardore,
a far dispetti a chi,
ti dona l'amore.
Mai ammesso con parole,
occhi vedono
lo sguardo fuggevole,
poi si spengono,
lasciando posto all'unica salvezza,
il perdono.
Anonimo
Composta giovedì 28 novembre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Livido Nero
    Piomba forte al suolo
    tutta quest'acqua sporca,
    violenta la solenne calma del mare,
    spezza la resistenza di ogni stelo,
    spoglia ogni albero di se stesso,
    alimenta la malinconia dietro ai vetri.
    Neanche l'acuto suono d'un violino
    riesce a coprirne il rumore,
    neanche la voglia di non sentirlo più.
    Piove dentro e fuori questa notte,
    non c'è riparo, non c'è via di fuga
    quando s'allaga l'anima,
    non c'è salvagente che tenga a galla,
    non c'è mano tesa ad aiutare,
    solo il gocciolante riflesso
    in un vetro bagnato, gelato, incorruttibile.
    Anonimo
    Composta martedì 19 novembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Hannele
      Senza parole
      queste parole
      infami parole
      vuote parole
      inutili parole
      flebili parole.
      Senza parole.

      Senza parole
      quest'oceano zitto di parole,
      questo vento muto di parole,
      questo taciturno eco di parole,
      questo silenzioso pianto di parole.
      Un corpo stanco e dolore, di assenza di parole.

      Senza parole
      una finestra riflessa e accesa,
      una luce spenta e gialla,
      una strada nuda e cruda,
      una sedia rotta e arsa,
      una palla bucata e sgonfia,
      una parola usata e infranta.

      Senza parole
      foglio bianco di parole,
      biro nera di biancore,
      occhiali soli di pallore,
      Viso scarno di - furore di parole.
      Anonimo
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Hannele
        Sono il tempo,
        sono un rapace,
        sono la gabbia per topi
        più sanguinante e veloce.

        Solo il tuo presente,
        il tuo futuro, il tuo mentire
        e il tuo scappare.

        Sono il vecchio passante,
        il neonato scoprire
        e dimenticare.

        Sono una calibro nove,
        un fucile o un pugnale.
        L'arma più potente
        di secoli lacerante,
        di amanti urlante,
        di madri speranti.

        Speranza frattura nei tempi.
        Anonimo
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Hannele
          Pablo testimone di rabbia,
          testimone di sabbia,
          testimone di intemperie,
          testimone di barbarie.

          Una pioggia di sangue,
          un delitto di carne
          bianca latte
          senza parte.

          Un fiume di sangue,
          un terreno di carne
          rosso latte
          senza parte.

          Una storia di sangue,
          una piazza di carne
          verde latte.
          Speranze infrante.

          Un paese di sangue,
          una madre di carne
          nero latte.
          Nazioni infrante.
          Anonimo
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di