Scritta da: ambrystar

Non voglio capire

Non voglio sapere,
non voglio sentire le tue ragioni...
sono solo parole e parole
frasi inutili ed insulse che ti escono dalla testa
xk tu non hai un cuore.
Le dici solo per metterti la coscenza a posto.
Di tutte le tue scuse, di tutti i tuoi motivi, pensieri ed emozioni...
io sento solo parole senza senso.
Sai dire solo questo.
Non sai promettere perché non sai mantenere
mi hai fatto male tante volte
mi hai fatto versare innumerevoli lacrime
lacrime che non ti meriti
che io non merito di versare
per me ormai sei solo polvere: una passata e vai via...
ma il brutto è che la polvere ritorna sempre...
perché è fastidiosa...
ma io sono migliore di te
io sò ammettere quando sbaglio
tu no
tu ti credi perfetto, superiore a tutto e a tutti.
Credi che tutto ti sia dovuto, ma non è così!
Ora ti guardo e mi fai solo pena.
Certo, a volte mi capita di pensare a noi due e a quello che eravamo.
E allora non auguro a nesuno al male che tu hai fatto a me...
ti riguardo una seconda volta, e non mi fai più pena...
mi disgusti...
perché io ho sempre odiato la sporco...
specialmente la polvere.
Anonimo
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: »Vailet

    Solo noi possiamo

    Qui piove, ma sto ferma, perché se provassi a muovermi credo che tutto crollerebbe.
    Ognuno di noi dovrebbe imparare a tenere duro
    Perché non ci si può sempre preparare per qualcosa,
    La si vive e basta.
    Poi rimane solo un alone di ricordi... che torneranno
    Si, torneranno.
    E noi stringiamo forte le mani, pervasi dalla rabbia, cercando di custodire nostri sogni... le cose a cui teniamo di più
    Stiamo appesi a un ramo, sorpresi dal ritmo del vento
    e...
    se anche una scossa, o una esile foglia ci cadrà addosso e si addentrerà tra i nostri pensieri,
    Nemmeno la pioggia dovrà farci mollare la presa.
    Ora stiamo appesi, in bilico tra le paure e la voglia di farcela...
    E scaviamo nel buio, cercando di nuovo di trovare un senso che riempia la nostra essenza,
    perché solo così troveremo il fragile equilibrio che ci accompagna in ogni esperienza.
    Anonimo
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: »Vailet

      Prima o poi

      Non smetteremo mai di alzare lo sguardo verso l'immensità della luna
      Non smetteremo mai di sperare che un giorno li ci arriveremo
      Disegneremo a occhi chiusi un sogno, un sogno che presto o tardi arriverà nella vita reale
      e aspetteremo... aspetteremo
      Tanto primo o poi qualcosa cambia... è inevitabile
      Solo che certe cose diventano polvere, polvere che cade nel fango, polvere che sparirà, che volerà via
      Prima o poi.
      Siamo tutti prigionieri dei nostri pensieri, siamo guardiani dei nostri pensieri
      e se il pensare ci scompone?
      Anonimo
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Gio

        Vorrei

        Vorrei riempire il mondo di colori i più vivi i più accesi...
        unirli in un'unica emozione... quella che ho dentro
        dirompente... violenta... energica... vibrante...
        incoraggiando i dubbiosi...
        facendo demordere gli stupidi e i prepotenti...
        sorridendo con beata consapevolezza...
        consapevole della forza che ho dentro... guardando negli occhi chi mi sta di fronte
        senza mai abbassare lo sguardo con chi ha paura del proprio essere...
        la nostra forza interiore nasce dalla consapevolezza di ciò che siamo e agiamo...
        Anonimo
        Vota la poesia: Commenta

          Notte

          Penetri col tuo taglio velenoso tra le nostre membra;

          simile ai tuoi agognati serpenti,
          strisciando, cerchi prede
          da aizzare a follia.

          Maledetta!
          Coi tuoi pizzi, le tue lingerie,
          le tue suadenti donne.
          Lussuriosa e sanguinaria
          ci trascini in posti oscuri,
          dove levandoci ogni dignità,
          ci possiedi come prostitute.

          Falsa venditrice di oscure speranze,
          lieviti i nostri desideri
          col tuo sporco fango.
          Usaci sfruttaci e
          aspetta la luce;
          abbandonaci schiavi,
          di viziosi dolori.
          Anonimo
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di